HOME Le Rubriche di LLpT Dentro il processo penale di Antonio Ciotola

Dentro il processo penale

Il processo penale da sempre affascina ed incuriosisce il grande pubblico. Quando un caso assurge agli onori della cronaca la pubblica opinione si spacca tra “colpevolisti” ed “innocentisti”, tra coloro che “sono sicuri che è colpevole” e coloro che lo ritengono “senz’altro innocente”.

Se ne discute ovunque: al bar, in palestra, a cena con gli amici.

Ma come funziona davvero il processo penale? Quale valore e significato hanno i singoli atti del processo? Cosa c’è di vero nelle ricostruzioni cinematografiche?

Prendendo spunto dai casi di cronaca giudiziaria recente che hanno appassionato e diviso il pubblico, la rubrica si propone di spiegare, in modo semplice, il funzionamento del processo penale nei suoi passaggi più salienti, aiutandovi a comprendere la “realtà processuale”, ahimè, non sempre coincidente con quella storica.

| 13 Gen 2017 | di Antonio Ciotola

L’avviso di conclusione delle indagini preliminari

L’avviso di conclusione delle indagini preliminari: caratteristiche e funzioni del primo atto ricevuto nel corso del procedimento penale.    L’avviso di conclusione delle indagini preliminari [1] è, di solito, il primo atto che l’indagato riceve nel corso del procedimento penale a suo carico.  Con l’avviso in questione, in buona sostanza, l’indagato viene posto a conoscenza…

| 31 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Già condannato in via definitiva si scopre essere innocente

Cosa succede se si scoprono nuove prove della innocenza dopo che la condanna è già definitiva? Qualche riflessione sulla revisione del processo penale. Può capitare, e talvolta capita, che, dopo che la sentenza di condanna sia già divenuta esecutiva, si scoprano nuove prove che dimostrano l’innocenza del condannato. Può succedere, in altri termini, che si…

| 26 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Bufale su internet: cosa rischio a livello legale?

La diffusione di false notizie di disastri, attentati o altri pericoli inesistenti può portare all’incriminazione penale se suscita allarme presso l’autorità. Pochi giorni fa andava rapidamente diffondendosi su whatsapp l’avvertimento a non recarsi, durante le festività natalizie, all’interno di un noto centro commerciale (stando a quanto è stato in seguito accertato per ciascuna località veniva…

| 23 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Per il prelievo biologico del dna non serve il consenso

Qualche riflessione sulla possibilità di procedere al prelievo biologico senza il consenso dell’indagato: una disciplina tra garanzie difensive e necessità investigative.  Sono sempre di più, oramai, i processi penali nei quali i risultati delle prove scientifiche assumono rilievo determinante ai fini di provare la colpevolezza ovvero l’innocenza dell’imputato. In molti casi succede che quella scientifica…

| 23 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Si può registrare una conversazione di nascosto?

Alcune considerazioni sulla liceità ed utilizzabilità processuale delle registrazioni  eseguite di nascosto e senza consenso. Il problema relativo alla possibilità di registrare una conversazione all’insaputa dei presenti è divenuto di stretta attualità: lo sviluppo tecnologico e la facilità con cui si reperiscono i mezzi tecnici per registrare, sia audio sia video (pensiamo ad esempio ai cosiddetti smartphone) sono…

| 20 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Cos’è la continuazione tra i reati?

Il reato continuato: il medesimo disegno criminoso ed il cosiddetto cumulo giuridico delle pene. Il reato continuato può essere definito, con una certa approssimazione, come quella «finzione giuridica» che consente, al ricorrere di alcune circostanze, di ritenere, ai fini della determinazione della pena, la commissione di più reati (intesi come più di un reato) come…

| 18 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Reati perseguibili d’ufficio e reati perseguibili su querela

Definizione di querela e differenze tra i reati perseguibili di ufficio e quelli procedibili solo a querela di parte. Brevi considerazioni procedurali. La querela  costituisce, come si dice con terminologia giuridica, una condizione di procedibilità. In sostanza, quando la legge prevede che un determinato reato possa essere perseguito solo se c’è la querela della persona…

| 16 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Cosa significa che una pena è stata sospesa?

Alcune considerazioni sulla sospensione condizionale della pena: limiti e caratteristiche di questo controverso istituto. Cos’è la sospensione condizionale della pena? La sospensione condizionale della pena può essere definita come quell’istituto giuridico il quale, in presenza di alcune circostanze – che da qui ad un attimo vedremo – consente che una determinata condanna ad una pena…

| 5 Dic 2016 | di Antonio Ciotola

Cosa rischia l’amministratore di fatto?

Chi è l’amministratore di fatto? Distinzioni tra amministratore di fatto e di diritto: profili di responsabilità penale per gli atti di gestione sociale. In primo luogo è necessario cercare di chiarire cosa si intenda con il termine amministratore di fatto. Con questa terminologia, contrapposta a quella di amministratore di diritto,  si suole far riferimento, in…

| 16 Nov 2016 | di Antonio Ciotola

Quale condanna non fa andare in carcere?

Brevi considerazioni sull’esecuzione della pena e sulla custodia cautelare in carcere. La certezza della pena. La condanna alla pena della reclusione è la sanzione tipicamente prevista per le violazioni della legge penale. Possiamo perciò scrivere che, con il limiti e le specificazioni che da qui ad un attimo si faranno, andrà in carcere quella persona…

| 19 Ott 2016 | di Antonio Ciotola

Veronica Panarello condannata a trenta anni di reclusione

Per il Giudice dell’udienza preliminare è colpevole dell’omicidio del figlio  Loris. Trasmessi gli atti in procura per la calunnia nei confronti del suocero.   L’omicidio del piccolo Loris Stival ha occupato largamente le pagine di cronaca nera degli ultimi mesi specie perché accusata  – ed ora condannata – del terribile delitto è la madre Veronica…

| 18 Ott 2016 | di Antonio Ciotola

Il reato di coltivazione delle piantine di marijuana

Per la  Cassazione si commette reato anche con il possesso di piante non ancora giunte a fioritura.  In una recente sentenza [1] la Corte di cassazione ha precisato che, ai sensi della legge sugli stupefacenti [2], costituisce reato la coltivazione di piantine di marijuana anche  quando le stesse si trovino ancora ad uno stato di…

| 14 Ott 2016 | di Antonio Ciotola

La condanna penale oltre ogni ragionevole dubbio

Brevi considerazioni sul significato dell’ «oltre ogni ragionevole dubbio» nel nostro ordinamento penale a confronto con quelli del common law. Quante volte nei film e nelle serie tv americane abbiamo sentito il giudice chiedere alla giuria: «avete raggiunto un verdetto al di là di ogni ragionevole dubbio?». Ma cosa significa in sostanza decidere della colpevolezza…

| 19 Set 2016 | di Antonio Ciotola

Suicidio Tiziana Cantone: quattro indagati per diffamazione

Indagate per diffamazione le quattro persone a cui Tiziana inviò il video hard su WhatsApp. Un altro fascicolo aperto per istigazione al suicidio.   La notizia del suicidio della giovane (e bella) Tiziana Cantone, la ragazza trentunenne della provincia napoletana, il cui video hard era finito nell’incontrollabile oceano di internet finendo per avere una diffusione…

| 29 Lug 2016 | di Antonio Ciotola

L’appello penale e la condanna all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio

Carcere a vita per Massimo Bossetti: la condanna all’ergastolo è davvero carcere a vita? Qualche considerazione in attesa della sentenza di Appello Come ampiamente riportato dagli organi di stampa è oramai nota la condanna all’ergastolo per Massimo Bossetti, accusato di aver ucciso, con crudeltà ed operando sevizie, la giovanissima Yara Gambirasio. Tralasciando i dettagli della…


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK