Legge di Stabilità 2016: tutte le misure

Il lungo cammino della Legge di Stabilità per il 2016: qui troverete tutti gli aggiornamenti e le misure approvate dal Governo, per come poi saranno recepite dal Parlamento; dalla cancellazione della tassa sulla prima casa (la manovra 2016 cancella la TASI sull’abitazione principale, anche quelle di lusso, e sui terreni agricoli), alla riconferma del bonus sulle ristrutturazioni edilizie ed acquisto mobili (viene confermato anche per il 2016 il bonus Irpef del 50% sulle ristrutturazioni edilizie e del 65% sugli interventi di miglioramento energetico); dal taglio dell’IRES (al 24% solo dal 2017) al super ammortamento del 140% sui macchinari; dalla detassazione dei premi produttività alla decontribuzione delle assunzioni con contratti di lavoro a tutele crescenti (con sgravio più che dimezzato); dal canone Rai in bolletta della luce alla revisione del regime dei minimi per le partite IVA (con maggiore convenienza e soglie di ricavi più alte).

Grande assente la riforma delle pensioni, tuttavia viene previsto che i lavoratori dipendenti del settore privato con tre anni dai requisiti per il pensionamento di vecchiaia potranno concordare con l’azienda un orario ridotto al 50% e mantenere uno stipendio pari a circa il 65%. Il meccanismo dovrebbe prevedere che l’impresa paghi le ore effettivamente lavorate e i relativi contributi, con la parte restante che può essere girata invece in busta paga. Una volta arrivato alla pensione, il lavoratore che ha concluso in part time la sua carriera riceverebbe comunque l’assegno come se avesse lavorato fino alla fine a tempo pieno.

Oltre al disinnesco delle clausole di salvaguardia che nel 2016 avrebbero fatto scattare aumenti dell’Iva e delle accise sui carburanti (16,8 miliardi) la legge di Stabilità gioca soprattutto con una serie di interventi di natura fiscale, con l’addio alla tassa sulle prime case, anche per chi possiede ville, castelli e palazzi. A partire dal 2016 niente più versamenti il 16 giugno e il 16 dicembre per pagare acconto e saldo della Tasi e dell’Imu. Via anche l’Imu agricola.

Qui di seguito tutti gli approfondimenti.

NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK