HOME Le Rubriche di LLpT Piatti Chiari di Marco Battaglia e di Andrea Iurato

Piatti Chiari

Un vecchio filosofo tedesco scriveva: l’uomo è ciò che mangia. Difficile dargli torto.
Mangiare bene è la prima regola per vivere bene, ma cosa sappiamo di quello che mangiamo?
Dalla “mucca pazza” in poi l’Europa e i nostri governi hanno stabilito una gran quantità di regole che dovrebbero rassicurarci sulla sicurezza e la qualità dei cibi e delle bevande che compriamo e consumiamo, ma continuiamo ad avere enormi paure da consumatori e mille incertezze da produttori.
I consumatori ricevono sempre maggiori informazioni dalle etichette, eppure quasi mai le sanno leggere.
I produttori si danno un gran da fare per aumentare la sicurezza e la qualità e per combattere le frodi alimentari, ma si scontrano con regole sempre nuove, difficili da comprendere e spesso molto costose da applicare.
C’è bisogno di chiarezza nel piatto, per tutti.
Se cerchi un aiuto per produrre cibo buono e sicuro o per scegliere bene cos’è meglio mettere nel tuo carrello della spesa c’è Piatti Chiari: la legge e la scienza alimentare, per tutti.

| 31 Dic 2016 | di Andrea Iurato

Salmone: l’etichetta rivela se è davvero affumicato

Salmone affumicato o salmone al gusto affumicato? La lettura attenta dell’etichetta rivela se uno dei piatti tipici delle feste natalizie è stato davvero affumicato o se il sapore è ottenuto soltanto grazie all’utilizzo di aromi.   Il salmone affumicato è uno dei piatti tipici delle nostre cene natalizie e di fine anno, ma molto spesso…

| 28 Dic 2016 | di Marco Battaglia

Pasta e origine del grano, è giusto?

Il governo italiano ha proposto all’Unione Europea di inserire l’origine del grano nelle etichette della pasta, il risultato è una guerra tra pastai e mugnai contro agricoltori. Il consumatore di cosa ha realmente bisogno? Mentre i consumatori sono in attesa dell’entrata in vigore del decreto italiano sull’indicazione del luogo di mungitura e trasformazione per latte…

| 23 Dic 2016 | di Marco Battaglia

Latte e latticini, arriva l’indicazione di origine

Si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto che permetterà ai consumatori di conoscere l’origine del latte e dei prodotti lattiero caseari commercializzati e confezionati in Italia. L’Unione Europea ha autorizzato lo schema di decreto [1] italiano che obbliga l’indicazione dell’origine del latte nelle etichette del latte e prodotti lattiero caseari. Il Ministero delle…

| 20 Dic 2016 | di Andrea Iurato

Fritti: il ristoratore può riutilizzare l’olio?

L’olio usato per friggere può essere riutilizzato per cucinare, ma entro certi limiti fissati per legge. Il ristoratore che non rispetta i limiti commette un reato e nei casi più gravi rischia la chiusura.   L’olio per frittura può essere nocivo per la salute dell’uomo se riutilizzato troppe volte per friggere cibi. Per questo motivo…

| 22 Ott 2016 | di Andrea Iurato

Igiene degli alimenti: legale rappresentante non sempre responsabile

Nelle catene di supermercati o punti vendita di alimentari il responsabile per l’igiene degli alimenti è il gestore del singolo punto vendita e non il legale rappresentante della società se la violazione dipende dalla gestione del singolo negozio. La responsabilità per la violazione delle norme sulla sicurezza e l’igiene degli alimenti commessa in un punto…

| 16 Set 2016 | di Marco Battaglia

Latte ai raggi UV: cosa troveremo tra gli scaffali?

La Commissione Europea ha autorizzato la vendita di un nuovo alimento: il latte trattato coi raggi UV per aumentarne il contenuto di vitamina D: è considerato assolutamente sicuro dal punto di vista nutrizionale, avrà spazio in Italia? Le migliori fonti naturali di vitamina D sono l’olio di fegato di merluzzo, le uova, salmone, pesci grassi,…

| 8 Set 2016 | di Andrea Iurato

Se l’etichetta di un alimento non indica le sostanze allergeniche

Allergie alimentari: quale tutela ha il consumatore che, acquistando un prodotto alimentare in un supermercato, sviluppa una reazione per un’intolleranza a una delle sostanze allergeniche contenute nel cibo? Chi soffre di allergie o intolleranzealimentari è attento a quali cibi consuma. Può accadere però che l’etichetta dell’alimento acquistato o il menu del ristorante non indichino la…

| 27 Lug 2016 | di Marco Battaglia

Olio di oliva: nuove sanzioni a tutela del made in Italy

Il primo luglio di quest’anno è entrato in vigore un nuovo pacchetto di sanzioni che introduce importanti novità pratiche per produttori e controllori nella prevenzione delle frodi commerciali, e maggiore chiarezza per il consumatore.   I regolamenti europei sulle caratteristiche degli olii di oliva [1] e sulla loro commercializzazione [2] chiariscono le modalità di produzione…

| 18 Lug 2016 | di Andrea Iurato

Controlli sugli alimenti: come comportarsi e come difendersi

I controlli sulla qualità e la sicurezza degli alimenti devono essere svolti garantendo i diritti di difesa e partecipazione di chi li subisce. Il produttore o commerciante che conosce i propri diritti e li sa far valere ha una chance in più di evitare o limitare i danni. Un controllo a sorpresa dei NAS o…

| 19 Giu 2016 | di Andrea Iurato

Un alimento che ho comprato mi ha fatto male: a chi chiedo i danni?

Ho comprato un alimento al supermercato e dopo averlo consumato sono stato male, posso chiedere il risarcimento del danno? A chi: al supermercato o al produttore? Può capitare che un cibo acquistato al supermercato provochi dei danni alla salute, più o meno gravi, al consumatore. Chi subisce un danno ha diritto di chiedere il risarcimento,…

| 10 Giu 2016 | di Marco Battaglia

Uova: conservarle in frigo, si o no?

Perché nelle confezioni delle uova è scritto “Conservare in frigorifero dopo l’acquisto” e nei punti vendita le troviamo sugli scaffali a temperatura ambiente?   Grazie alle tecniche di pastorizzazione e ai vari processi di sanificazione dei prodotti freschi, il gesto di conservare in frigorifero una confezione di alimento aperta è diventata prassi quotidiana. Basti pensare…

| 20 Mag 2016 | di Marco Battaglia

HACCP: i rischi connessi alla produzione degli alimenti

La debole e scarsa cultura nell’approccio alla corretta analisi dei rischi non responsabilizza gli operatori del settore alimentare che sono così esposti a procedure non necessarie, richieste con presunto obbligo da parte di terzi.   HACCP è un acronimo inglese che sta per Hazard Analysis Critical Control Point, ovvero analisi dei rischi e dei punti…

| 15 Mag 2016 | di Marco Battaglia

Olio di palma pericoloso?

La recente pubblicazione dell’Autorità europea per la sicurezza alimentare sull’esposizione ad alcuni contaminanti del cibo chiarisce che la natura cancerogena dell’olio di palma e di altri alimenti è spesso data dai metodi di preparazione o cottura estremi.   Gli allarmismi sull’olio di palma sono sempre più diffusi e aziende produttrici e distributrici hanno apertamente dichiarato…

| 11 Mag 2016 | di Marco Battaglia

Olio di oliva: guida alla lettura dell’etichetta

L’acquisto di un olio di oliva può essere altamente consapevole se si comprendono pienamente le informazioni obbligatorie e volontarie di etichetta che ne individuano la tipologia e l’origine, ne descrivono il metodo di produzione e le eventuali caratteristiche sensoriali. Le principali informazioni per conoscere il tipo di olio che si sta per acquistare sono la…

| 7 Mag 2016 | di Andrea Iurato

Olio di oliva dalla Tunisia: occhio all’etichetta

L’Europa ha aperto le frontiere all’olio di oliva proveniente dalla Tunisia e in tanti stanno protestando per la concorrenza rispetto all’olio italiano e per il fatto che l’olio straniero sarebbe di qualità più scarsa e meno sicuro. Una attenta lettura dell’etichetta può farci stare tranquilli.   L’olio di oliva tunisino sarà sempre più presente nei…


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

I PROFESSIONISTI DEL NOSTRO NETWORK