HOME Articoli

News Canone Rai: se il contratto della luce è intestato a chi non possiede la tv

News Pubblicato il 25 ottobre 2015

Articolo di




> News Pubblicato il 25 ottobre 2015

Pagamento del canone Rai: non si paga se il canone della luce è intestato a soggetto diverso dal possessore della televisione.

Canone Rai in bolletta della luce già a partire dal mese di febbraio 2016: mancano pochi mesi al d-day che vedrà gran parte degli italiani sborsare 100 euro all’anno (in sei rate bimestrali o, stando alle ultime modifiche, in un’unica soluzione con la bolletta di febbraio) in favore di una televisione di Stato accusata, da più parti, di sprechi e programmi “spazzatura”. Per cercare di contenere il malcontento, il Governo ha cambiato la Legge di Stabilità prevedendo che l’extragetitto derivante dal nuovo mezzo di riscossione non finirà nelle casse della Rai bensì nel fondo statale per la riduzione della pressione fiscale. Oggi l’evasione dal canone è stimata approssimativamente a circa il 27-30% mentre, con il pagamento in bolletta, dovrebbe scendere al 7%: ebbene tutte queste maggiori entrate non andranno nei forzieri della Rai, ma dello Stato per consentire la riduzione della pressione fiscale in altri ambiti. Una disposizione che non piace, ovviamente, ai vertici della Rai – soprattutto per il forte deficit accumulato in tutti questi anni – che ne potrebbero chiedere la soppressione in sede di conversione in Parlamento.

Intanto arrivano le prime indiscrezioni su come risolvere il problema del pagamento del canone Rai in quei casi in cui il contratto della luce risulta intestato a soggetto diverso dal possessore della televisione: in tali ipotesi sarà solo quest’ultimo a dover versare l’imposta sulla televisione, ma non con la bolletta della luce, bensì con il bollettino postale, così come è sempre stato sino ad oggi. È questo uno dei chiarimenti, per il pagamento del canone tv nella bolletta elettrica, che arriva dalla relazione illustrativa della legge di stabilità trasmessa, ieri, al Quirinale e in Parlamento.

In pratica, il titolare del contratto di energia elettrica dovrà presentare, alla locale Agenzia delle Entrate, un’autocertificazione in cui dichiarerà di non possedere il televisore. Nel contempo, l’effettivo detentore dovrà provvedere al versamento, secondo la modalità tradizionale, con il conto corrente postale.

È questo l’unico modo per vincere la “presunzione” che collega automaticamente, già all’intestazione di un contratto di fornitura della luce, il possesso della Tv. Dunque, per il solo fatto di aver chiesto la luce in un’abitazione si sarà automaticamente destinatari del canone, salvo presentare la suddetta autocertificazione: è solo quest’ultima che potrà impedire l’addebito ulteriore delle 100 euro annue.

Il pagamento del canone avverrà, si legge nel testo, mediante addebito con una distinta voce non imponibile ai fini fiscali sulle fatture dell’elettricità.

Dai pochi riferimenti contenuti nella relazione illustrativa alla legge di Stabilità 2016, si può già sapere che il canone Rai sarà dovuto una volta sola a prescindere dal numero di apparecchi tv detenuti dai componenti della famiglia anagrafica, nei luoghi di residenza e dimora. Ne consegue che, i membri della famiglia che abbiano differenti residenze dovranno pagare altrettanti canoni Rai: si pensi al caso in cui il marito abbia residenza presso un immobile e la moglie presso un altro (sempre che l’immobile in questione sia dotato di fornitura elettrica).

Maggiori dettagli saranno conosciuti solo quando verrà approvato il decreto attuativo (del ministero dello sviluppo economico, ministero dell’economia e delle finanze, Autorità per l’energia elettrica) che dovrebbe vedere la luce entro 45 giorni dall’entrata in vigore della legge. Esso definirà anche il problema dei ritardi di pagamento e degli eventuali interessi di mora.

Chi non pagherà, sarà segnalato all’Agenzia delle Entrate e subirà una sanzione pari a cinque volte il canone. Ci saranno anche controlli preventivi che saranno effettuati attraverso lo scambio di informazioni tra Anagrafe, Autorità per l’energia elettrica, ministero dell’interno, Comuni, nonché altri soggetti pubblici e privati che hanno la disponibilità delle informazioni relative alle famiglie anagrafiche.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

15 Commenti

  1. E chi è intestatario di due bollette luce perchè ha una casa di proprietà e l’altra in affitto in cui risiede per lavoro?Paga una sola volta,giusto???Arriverà il canone sulle due bollette o CAPIRANNO dal codice fiscale che è LO STESSO intestatario???

  2. Prevedo un calo delle utenze elettriche, magari dove la fornitura non e’ proprio indispensabile, o dove si puo’ ovviare in altro modo.

  3. questo è il mio quesito: in una casa in cui per motivi tecnici sono state divisi impianti elettrici e in cui sono presenti due contatori e due bollette (di cui uno quasi inutilizzato) si deve pagare due canoni…considerando che entrambi i contratti sono intestati all’unico residente della casa!

  4. 26 ott 2015 Bianca Maria M.
    questo è il mio quesito: in una casa in cui per motivi tecnici sono state divisi impianti elettrici e in cui sono presenti due contatori e due bollette (di cui uno quasi inutilizzato) si deve pagare due canoni…considerando che entrambi i contratti sono intestati all’unico residente della casa!
    – See more at: https://www.laleggepertutti.it/102141_canone-rai-se-il-contratto-della-luce-e-intestato-a-chi-non-possiede-la-tv#sthash.IgDszJCk.dpuf

  5. C’è poco da commentare, quando sei suddito di un governo truffaldino, dittatore, che per presunzione ti addebita il più possibile, anche balzelli inventati per fare cassa e dividersi la torta tra i lestofanti politicanti, e i burocrati loro compari. Ma come può essere possibile che un incapace, si mette in politica, crea danni al paese e viene premiato con super stipendi alla faccia degli schiavi che devono alzarsi ogni mattina chi prima e chi dopo per otto mesi l’anno solo per soddisfare la sete di soldi di tutti questi magnaccia! secondo voi è uno stato o una associazione a delinquere quella che governa?

  6. prevedo casini per la mia situazione nonostante non dovrebbe essere così eccezionale. Il Contratto luce della mia residenza è intestato a mia moglie con la quale vivo in comunione dei beni. Poi ho un contratto luce per SECONDA CASA ( il quale costa già un accidenti . cioè circa 12€ / mese con consumo zero ) intestato a me. Quindi 2 codici fiscali diversi. Cosa devo fare ? Dovrò comunicarlo ? A chi e come ?

  7. Se si paga con la bolletta di energia elettrica si deve pagare anche in una eventuale seconda casa sempre intestata a te?

  8. mia mamma vive in una casa con mio fratello (disabile psichico con un suo piccolo reddito assunto come lavoro protetto par-time legge 68) e la casa e’ provvista di due contatori enel / gas ma entrambi intestati a mia madre ( e’ ua casa grande ma vecchia ) deve pagare due canoni tv??? grazie

  9. Se in una casa sono state divisi impianti elettrici e in cui sono presenti due contatori e due bollette si deve pagare due canoni?Tenendo presente che entrambi i contratti sono intestati all’unico residente della casa

  10. 1) Nella casa dove ho la residenza da febbraio 2016 il contratto energia e’ intestato a mio marito. Il quale ha residenza e casa in altro comune. La sua casa e’ affittata ad una casa famiglia X disabili (tra cui il figlio di mio marito è il televisore e’ di loro proprietà così come il contatto energia e’ a loro intestato).
    2) La casa dove avevo residenza e’ ora intestata a mia madre, il contratto energia e’ ancora intestato a me. Verso settembre/ottobre dovrebbe chiedere la residenza ma al contempo manterrà la vecchia casa dove ora vive (ha 80 anni e non ama i cambiamenti).
    Che succederà con il canone TV??????
    Grazie per la risposta

  11. Vivo con mia madre che fino ad ora ha pagato il canone rai, le utenze elettriche sono a nome mio. Cosa devo fare??? Mi arriveranno due canoni da pagare o capiranno che siamo nella stessa casa????

  12. HO LETTO SOLO ORA DELLA MODALITA’ DI PAGAMENTO DEL CANONE. MIA MOGLIE E’ INTESTATARIA DEL CONTRATTO ENERGIA ED IO DELLA TELEVISIONE.
    QUALE E’ LA DATA E LA MODALITA’ PER IL PAGAMENTO DEL CANONE TV NEL MIO CASO?
    GRAZIE

  13. mia mamma da inizio gennaio 2018 è residente in una struttura,come posso disdire il canone rai?grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI