Diritto e Fisco | Articoli

Canone Rai: se il contratto della luce è intestato a chi non possiede la tv

26 Luglio 2022
Canone Rai: se il contratto della luce è intestato a chi non possiede la tv

Pagamento del canone Rai: non si paga se l’utenza elettrica è intestata a soggetto diverso dal possessore della televisione.

Il pagamento del canone Rai avviene, a partire dal 2016, mediante addebito diretto nella bolletta emessa dalle imprese elettriche per le utenze ad uso domestico residenziale. L’addebito in bolletta dovrebbe risolvere, almeno così si auspica, il problema dell’evasione, visto che il canone Rai è notoriamente, insieme al bollo auto, una delle tasse più odiate dagli italiani.  L’associazione canone Rai – bolletta può, tuttavia, comportare problemi applicativi quando il contratto della luce è intestato a chi non possiede la tv, in quanto si tratta, in simili casi, di individuare il soggetto tenuto al pagamento.

Canone Rai in bolletta: come funziona

Il Canone Rai viene addebitato direttamente sulle fatture emesse dalle imprese elettriche. L’addebito avviene in dieci rate mensili, da gennaio a ottobre di ogni anno. Deve trattarsi di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale.
Se nessun componente della famiglia anagrafica è titolare di un’utenza elettrica di tipo domestico residenziale,  il pagamento del Canone Rai deve avvenire in modo tradizionale, mediante versamento con modello F24 entro il 31 gennaio di ogni anno.

Il canone Rai è dovuto una volta sola a prescindere dal numero di apparecchi tv detenuti dai componenti della famiglia anagrafica, nei luoghi di residenza e dimora. Ne consegue che, i membri della famiglia che abbiano differenti residenze dovranno pagare altrettanti canoni Rai: si pensi al caso in cui il marito abbia residenza presso un immobile e la moglie presso un altro (sempre che l’immobile in questione sia dotato di fornitura elettrica).

Dunque, il canone è dovuto una sola volta per ogni famiglia anagrafica a condizione che i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione.

L’addebito in bolletta è obbligatorio a partire dal 2016; per gli anni antecedenti, le imprese elettriche non possono pretendere il pagamento del canone.

Canone Rai: chi paga se l’intestatario del contratto della luce è diverso dal possessore della tv

Nei casi in cui il contratto della luce risulta intestato a soggetto diverso dal possessore della televisione, sarà solo quest’ultimo a dover versare l’imposta sulla televisione, ma non con la bolletta della luce, bensì con il modello F24.

In pratica, il titolare del contratto di energia elettrica dovrà presentare, all’Agenzia delle Entrate, una dichiarazione sostituiva in cui dichiarerà di non possedere il televisore. Più precisamente, il contribuente deve dichiarare che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a lui intestata è presente un apparecchio tv, né proprio né di un componente della famiglia anagrafica. Nel contempo, l’effettivo detentore dovrà provvedere al versamento, secondo la modalità tradizionale.

È questo l’unico modo per vincere la “presunzione” che collega automaticamente, già all’intestazione di un contratto di fornitura della luce, il possesso della Tv. Dunque, per il solo fatto di aver chiesto la luce in un’abitazione si sarà automaticamente destinatari del canone, salvo presentare la suddetta autocertificazione: è solo quest’ultima che potrà impedire l’addebito ulteriore delle 100 euro annue.

La dichiarazione di non detenzione non dura per sempre, ma ha validità annuale. Ciò vol dire che, se si vuole beneficiare dell’esenzione del canone in bolletta per non detenzione dell’apparecchio tv, occorre presentare la dichiarazione ogni anno. Inoltre, affinché la dichiarazione abbia effetto per l’intero anno, deve essere presentata a partire dal 1° luglio dell’anno precedente ed entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento. Se la dichiarazione viene presentata dal 1 febbraio ed entro il 30 giugno dell’anno di riferimento, il contribuente è esonerato dal pagamento del canone per il semestre luglio-dicembre del medesimo anno.

La dichiarazione sostitutiva può essere utilizzata anche per comunicare all’Agenzia delle Entrate:

• che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia anagrafica del quale deve essere indicato il codice fiscale;
• che sono cambiate le condizioni precedentemente attestate, per esempio, dopo alla presentazione di una precedente dichiarazione sostitutiva di non detenzione, viene acquistato un televisore nel corso dell’anno.

Canone Rai: come si presenta la dichiarazione sostitutiva di non detenzione

Il modello di dichiarazione sostitutiva di non detenzione dell’apparecchio tv è reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Esso va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede tramite l’applicazione web presente sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel, oppure tramite gli intermediari abilitati.

Se l’invio telematico, non è possibile, il modello, può essere inviato, allegando copia di valido documento di riconoscimento, tramite raccomandata senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV -Casella Postale 22 – 10121 Torino (TO).

La dichiarazione sostitutiva non deve essere presentata dai contribuenti che non sono titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale. Per esempio, se nella stessa famiglia anagrafica un soggetto è titolare dell’utenza elettrica e un altro dell’abbonamento TV, il canone è addebitato solo sulla fattura per la fornitura di energia elettrica. Difatti si procede alla voltura automatica dell’abbonamento nei confronti del titolare dell’utenza elettrica, senza che sia necessario alcun adempimento formale a carico del titolare di abbonamento TV.



Sostieni laleggepertutti.it

"La Legge per Tutti" è una testata giornalistica indipendente che da oltre 10 anni informa gratuitamente milioni di persone ogni mese senza il supporto di finanziamenti pubblici. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale.Diventa sostenitore clicca qui

15 Commenti

  1. E chi è intestatario di due bollette luce perchè ha una casa di proprietà e l’altra in affitto in cui risiede per lavoro?Paga una sola volta,giusto???Arriverà il canone sulle due bollette o CAPIRANNO dal codice fiscale che è LO STESSO intestatario???

  2. Prevedo un calo delle utenze elettriche, magari dove la fornitura non e’ proprio indispensabile, o dove si puo’ ovviare in altro modo.

  3. questo è il mio quesito: in una casa in cui per motivi tecnici sono state divisi impianti elettrici e in cui sono presenti due contatori e due bollette (di cui uno quasi inutilizzato) si deve pagare due canoni…considerando che entrambi i contratti sono intestati all’unico residente della casa!

  4. 26 ott 2015 Bianca Maria M.
    questo è il mio quesito: in una casa in cui per motivi tecnici sono state divisi impianti elettrici e in cui sono presenti due contatori e due bollette (di cui uno quasi inutilizzato) si deve pagare due canoni…considerando che entrambi i contratti sono intestati all’unico residente della casa!
    – See more at: https://www.laleggepertutti.it/102141_canone-rai-se-il-contratto-della-luce-e-intestato-a-chi-non-possiede-la-tv#sthash.IgDszJCk.dpuf

  5. C’è poco da commentare, quando sei suddito di un governo truffaldino, dittatore, che per presunzione ti addebita il più possibile, anche balzelli inventati per fare cassa e dividersi la torta tra i lestofanti politicanti, e i burocrati loro compari. Ma come può essere possibile che un incapace, si mette in politica, crea danni al paese e viene premiato con super stipendi alla faccia degli schiavi che devono alzarsi ogni mattina chi prima e chi dopo per otto mesi l’anno solo per soddisfare la sete di soldi di tutti questi magnaccia! secondo voi è uno stato o una associazione a delinquere quella che governa?

  6. prevedo casini per la mia situazione nonostante non dovrebbe essere così eccezionale. Il Contratto luce della mia residenza è intestato a mia moglie con la quale vivo in comunione dei beni. Poi ho un contratto luce per SECONDA CASA ( il quale costa già un accidenti . cioè circa 12€ / mese con consumo zero ) intestato a me. Quindi 2 codici fiscali diversi. Cosa devo fare ? Dovrò comunicarlo ? A chi e come ?

  7. Se si paga con la bolletta di energia elettrica si deve pagare anche in una eventuale seconda casa sempre intestata a te?

  8. mia mamma vive in una casa con mio fratello (disabile psichico con un suo piccolo reddito assunto come lavoro protetto par-time legge 68) e la casa e’ provvista di due contatori enel / gas ma entrambi intestati a mia madre ( e’ ua casa grande ma vecchia ) deve pagare due canoni tv??? grazie

  9. Se in una casa sono state divisi impianti elettrici e in cui sono presenti due contatori e due bollette si deve pagare due canoni?Tenendo presente che entrambi i contratti sono intestati all’unico residente della casa

  10. 1) Nella casa dove ho la residenza da febbraio 2016 il contratto energia e’ intestato a mio marito. Il quale ha residenza e casa in altro comune. La sua casa e’ affittata ad una casa famiglia X disabili (tra cui il figlio di mio marito è il televisore e’ di loro proprietà così come il contatto energia e’ a loro intestato).
    2) La casa dove avevo residenza e’ ora intestata a mia madre, il contratto energia e’ ancora intestato a me. Verso settembre/ottobre dovrebbe chiedere la residenza ma al contempo manterrà la vecchia casa dove ora vive (ha 80 anni e non ama i cambiamenti).
    Che succederà con il canone TV??????
    Grazie per la risposta

  11. Vivo con mia madre che fino ad ora ha pagato il canone rai, le utenze elettriche sono a nome mio. Cosa devo fare??? Mi arriveranno due canoni da pagare o capiranno che siamo nella stessa casa????

  12. HO LETTO SOLO ORA DELLA MODALITA’ DI PAGAMENTO DEL CANONE. MIA MOGLIE E’ INTESTATARIA DEL CONTRATTO ENERGIA ED IO DELLA TELEVISIONE.
    QUALE E’ LA DATA E LA MODALITA’ PER IL PAGAMENTO DEL CANONE TV NEL MIO CASO?
    GRAZIE

  13. mia mamma da inizio gennaio 2018 è residente in una struttura,come posso disdire il canone rai?grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube