Business | Articoli

Social card disoccupati: sino a 400 euro a mese per la spesa

4 Luglio 2016
Social card disoccupati: sino a 400 euro a mese per la spesa

Conosci la Social Card per la disoccupazione? Hai diritto sino a 400 euro per mese: ecco i requisiti.

La social card straordinaria disoccupati INPS è un bonus previsto dal Governo a sostegno di chi è disoccupato.

Ecco chi ne ha diritto e i requisiti necessari per poterne usufruire.

Cos’è la Social Card Disoccupati?

La Social Card Disoccupati 2016, è una carta acquisti – del tutto simile a quella degli scorsi anni – che prevede la possibilità di usufruire ogni mese di un credito finalizzato all’acquisto di beni di prima necessità per importi che vanno dai 231 a 404 euro.

L’importo varia in ragione del numero dei componenti del nucleo familiare. Vediamo i dettagli.

A quanto ammonta il bonus social card disoccupati?

Il bonus social card disoccupati varia in funzione del nucleo familiare secondo i seguenti parametri:

  • 231 euro se il nucleo è composto da due membri;
  • 281 euro se i membri sono tre;
  • 331 euro se la famiglia è composta da quattro persone;
  • 404 euro per famiglie con più di quattro persone.

L’accredito verrà effettuato sulla card ogni due mesi (non mensilmente).

Come si usa la Social Card disoccupati

La card può essere utilizzata esattamente come una carta bancomat. Essa difatti possiede una banda magnetica ed un chip ed è utilizzabile presso i POS dei negozi. Digitando il PIN – che sarà inviato a casa dell’avente diritto – si potrà pagare la spesa.

Il credito presente nella carta avrà la durata di dodici mesi dalla prima ricarica.

Da un punto di vista tecnico, la carta è affiliata al circuito Mastercard: viene ricaricata mensilmente dall’INPS e può essere usata per:

  • pagamenti tramite Pos,
  • bollette di luce o gas
  • prelievi presso gli sportelli Postmat.

Social Card 2016: a chi spetta?

La domanda per l’assegnazione della social card può essere presentata (una per nucleo familiare) nel caso di soddisfacimento dei seguenti requisiti:

  • i componenti del nucleo familiare in età attiva (dunque di età compresa tra i 15 e i 66 anni) devono essere senza lavoro;
  • almeno un componente del nucleo familiare deve aver perso l’occupazione negli ultimi 3 anni
;
  • se uno (o più) componenti del nucleo percepisce redditi da lavoro dipendente o da tipologie contrattuali flessibili (come le collaborazioni a progetto), il reddito complessivo del nucleo familiare non deve superare i 4mila euro negli ultimi 6 mesi (650 euro mensili).

È inoltre necessario soddisfare i seguenti requisiti di accesso al beneficio:

  • cittadinanza italiana o comunitaria;
  • cittadinanza extracomunitaria con presenza di regolare permesso di soggiorno CE e residenza da almeno un anno nel Comune in cui si presenta la domanda;
  • indice ISEE pari o inferiore a 3mila euro;
  • patrimonio mobiliare (conti correnti, titoli ecc.) inferiore a 8mila euro;
  • le indennità previdenziali o assistenziali percepite non devono superare i 600 euro mensili;
  • non possedere autoveicoli immatricolati nell’ultimo anno;
  • non possedere nessun autoveicolo superiore a 1300cc di cilindrata immatricolato negli ultimi 3 anni;
  • non possedere nessun motoveicolo superiore a 250cc immatricolato negli ultimi 3 anni;
  • in caso di prima casa di proprietà, il suo valore IMU deve essere inferiore a 30mila euro;
  • nel nucleo familiare deve essere presente almeno un minore di 18 anni fiscalmente a carico.

Come fare domanda per la Social Card 2016?

Generalmente il modulo per fare la domanda può essere scaricato dal sito del Comune di residenza o ritirato presso gli uffici comunali.

Effettuata la compilazione dei documenti ci si dovrà recare presso un ufficio postale che avvierà l’iter della pratica trasmettendo tutta la documentazione all’INPS.

L’ente nazionale di previdenza farà tutti i controlli necessari a verificare il possesso dei requisiti.

Sarà l’ufficio postale a contattarvi per il ritiro della carta acquisti.



4 Commenti

  1. pensionata con assegno sociale – solo reddito sociale – il medico specialista ASL – struttura pubblica – prescrive medicinali fascia “C” per lunga cura, paga per due mesi e dopo sospende per mancanza di danaro, come fa la paziente ???
    PS: Con fatture la somma e’ di € 450 d + due visite in nero 80 €.
    A voi la soluzione del problema.

  2. come al solito sono provvedimenti fatti ad hoc per essere solo delle gocce nell’oceano che se va bene interesseranno poche centinaia di cittadini (spesso finti poveri) a fronte di migliaia e migliaia di disoccupati di tutte le età che ci sono

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube