HOME Articoli

Lo sai che? Canone RAI, contratto della luce intestato ad altri: la dichiarazione per non pagare

Lo sai che? Pubblicato il 26 ottobre 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 26 ottobre 2015

 La lettera con la dichiarazione all’Agenzia delle Entrate per evitare la riscossione del canone Rai in bolletta elettrica: l’intestazione del contratto della luce a un soggetto non possessore di televisione.

“A pagare il canone Rai saranno tutti”: il proclama del Governo è stato rispettato (almeno quando si tratta di “prendere”, i politici sanno mantenere le promesse). E così, la bolletta della luce di febbraio 2016 sarò di 100 euro in più, atteso che il Governo ha rivisto l’intenzione iniziale di spalmare il pagamento nelle sei rate bimestrali (leggi “Quanto salirà la bolletta della luce col canone Rai?”). Tuttavia, chi ha intestato il contratto della luce e tuttavia non possiede il televisore potrà evitare di pagare la maggiorazione. Allo stesso tempo, chi avrà acquistato il televisore e tuttavia vive in un appartamento il cui contratto della luce è intestato a un altro soggetto (un parente, il padrone di casa, ecc.) non pagherà con la bolletta elettrica, bensì secondo le modalità tradizionali, ossia con il bollettino postale premarcato, come si è sempre fatto sino ad oggi.

Le istruzioni per non pagare il canone Rai in bolletta sono sinteticamente contenute nella relazione illustrativa delle legge di Stabilità 2016, salvo verificare ulteriori indicazioni che verranno fornite dal decreto ministeriale di attuazione: quest’ultimo dovrà essere adottato non prima di 45 giorni dall’approvazione della legge stessa (salvo ulteriori – e consueti – ritardi), ossia quando già gli italiani verranno spremuti. E quindi, già a partire dal primo bimestre del 2016, quando gli utenti riceveranno la bolletta maggiorata, sarà molto difficile conoscere le istruzioni per orientarsi e chiedere lo scorporo del canone Rai dalla bolletta. Ecco perché abbiamo pensato di fornire queste prime indicazioni, salvo poi leggere con attenzione cosa sarà scritto nel provvedimento attuativo.

Ecco allora cosa bisognerà fare. L’utente intestatario della bolletta elettrica, che tuttavia non sia possessore di una televisione, dovrà presentare una autocertificazione all’Agenzia delle Entrate con cui dovrà dichiarare di non avere il possesso della televisione. Per quanto non sia stato ancora specificato, sarà opportuno inoltrare la dichiarazione anche alla società elettrica, tenuta a decurtare dalla fattura l’importo del canone Rai. Per il modello della lettera vai a fondo articolo.

CHI NON DOVRÀ PAGARE IL CANONE NELLA BOLLETTA

Facciamo qualche esempio di ipotesi che potrebbero verificarsi:

– chi intesterà il contratto della luce di casa a un parente, non pagherà il canone nella bolletta della luce (di cui non è appunto intestatario), ma dovrà pagarlo (sempre che possegga un televisore in casa) secondo le modalità tradizionali, ossia con il conto corrente postale;

– il padrone di casa che avrà affittato l’appartamento a un inquilino, conservando a proprio nome l’intestazione delle utenze (che poi gli vengono rimborsate dall’inquilino) non sarà tenuto al pagamento del canone nella bolletta della luce. Al contrario, a pagarlo dovrà essere l’inquilino, sempre che possegga un televisore all’interno dell’abitazione;

– chi possiede due case, con due utenze della luce (si pensi alla casa al mare) sarà tenuto al pagamento solo per l’abitazione adibita a residenza. Il contratto della luce sul secondo immobile (si pensi alla casa per le vacanze estive) non dovrebbe già prevedere, in automatico, l’imposizione del canone Rai, ma se così non dovesse essere il contribuente dovrebbe comunque inviare l’autocertificazione all’Agenzia delle Entrate per la correzione;

– chi è titolare dell’immobile di residenza, mentre il contratto della luce è intestato alla moglie: in tal caso sarà indifferente (almeno per lo Stato) chi dei due paghi il canone Rai, atteso che l’imposta è dovuta una sola volta per nucleo familiare.

 

COSÌ SI PUÒ DISDIRE L’ABBONAMENTO

Dichiarazione sostitutiva di certificazione

(art. 46 D.P.R.28 dicembre 2000 n. 445 )

Spettle. Agenzia delle Entrate, ufficio Torino 1, SAT Sportello Abbonamento TV

Cas. Postale n. 22, 10121 Torino

Spett.le Società dell’Energia Elettrica ………………

Oggetto: autocertificazione di non possesso del televisore; esenzione dal pagamento del canone Rai

La/Il sottoscritta/o ……………… residente in ………………, (cap) ………………, (città/Prov.) ………………, consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia, ai sensi e per gli effetti dell’art. 46 D.P.R. n. 445/2000

DICHIARA

di non avere il possesso di alcuna televisione con riferimento all’utenza di energia elettrica di cui al contratto n. ……………… stipulato in data ……………… con la società ……………… relativo all’immobile sito in ……………… via ……………… (cap) ……………… (prov) ………………

oppure:

che l’utenza di energia elettrica di cui al contratto n. ……………… stipulato in data ……………… con la società ……………… relativo all’immobile sito in ……………… via ……………… (cap) ……………… (prov) ……………… si riferisce a [a seconda del caso]:

– immobile adibito a seconda casa

– residenza estiva

– immobile dato in locazione

e che, pertanto, non è dovuto alcun canone Rai, essendo lo stesso già collegato al contratto n. ……………… stipulato in data ……………… con la società ……………… relativo all’immobile sito in ……………… via ……………… (cap) ……………… (prov) ………………

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

14 Commenti

  1. Se io vendo casa prima del 2016 con rogito e quindi non ho più intestati né appartamento né utenze, se compro un’altra casa tra 10 mesi?Che succede?

  2. Mio figlio è residente all’estero, in Francia e non vive in Italia, ma è proprietario di un appartamento in Toscana, deve pagare ?

  3. Se non voglio più ricevere i programmi Rai?. Siamo due coniugi, io sono intestatario di un contratto enel per un locale da sgombero in altra regione. A lei è intestato il contratto enel della casa dove viviamo e nel comune di residenza, qui vediamo la tv.

  4. Se uno, pur possedendo un televisore, non ha mai pagato il canone, può inviare la lettera di suggello senza che faccia riferimento ad alcun bollettino? Si potrebbe dichiarare di aver appena acquistato la TV, o meglio, che ci è stata appena donata, e che non si vuole comunque utilizzare, e pertanto si richiede il suggello. Come si comporta la RAI secondo voi? presume che voi anche in passato abbiate posseduto una TV? oppure basta l’autocertificazione che hai una TV, donata, dal giorno in cui mandi la comunicazione?

  5. Sono abbonato alla Rai da anni in un immobile dove ho il domicilio e vivo con la mia compagna dove non sono residente, nel quale lei e intestataria dell’utenza di energia elettrica. Io sono residente in un’altra abitazione dove non ho nessun televisore perchè non ci vado mai visto che dista 1300 KM e per l’appunto non ho mai pagato il canone; in questo caso cosa devo fare per continuare a pagare un solo canone?

  6. ho ereditato l’uso e’ frutto di una cascina,la bolletta della luce e intestata a me.anni fa la Rai mi ha mandato il bollettino intestato al vecchio proprietario io lo consegnato agli eredi,dove l’oro anno fatto una raccomandata dicendo che gia i loro genitori pagano’ il bollettino,infatti a me personalmente non mi e piu’arrivato.come mi dovro muovere. non ho nessun televisore

  7. L’Agenzia della Entrate ha un indirizzo e-mail dove si possa inviare l’autocertificazione?

  8. Buona sera, sono residente in casa intestata a mia moglie, ho intestato un contratto tv ed ho anche intestata l’utenza elettrica. Sto facendo le pratiche per accatastare un immobile dove trasferirò la mia residenza e che sarà intestato a me come prima casa. In tale immobile è già presente un’utenza elettrica. Vorrei sapere se dovrò pagare due tasse possesso televisore o il mio caso prevede un solo pagamento. Grazie

  9. Mio figlio è proprietario di prima casa, ovvero di un appartamento in cui non risiede, con contratto di energia elettrica per seconda abitazione (risiede ancora in famiglia con me e mia moglie).
    Pago il canone RAI regolarmente per la casa in cui risiediamo.
    Mio figlio dovrà pagare ?

  10. sono intestatario del contratto enel. ma l’abbonamento t.v e’ intestato a mia moglie ,lo ha sempre pagato lei. devo fare variazioni, o rimane tutto come prima?

  11. vivo in un appartamento di proprietà di mio padre ma di cui l’utenza elettrica è intestata a me, non ho intenzione di pagare il canone rai per il futuro e per il passato visto che mio padre paga già un abbonamento rai nell’appartamento sottostante al mio dove risiede con mio fratello,come posso fare per esimermi dal pagamento in futuro e da un eventuale sanatoria?

  12. Vivo in un appartamento dove ho residenza con il nucleo familiare e pago regolarmente il canone TV.Mia moglie ha una abitazione estiva dove ho anche il TV da tantissimi anni.Prima era valido lo stesso abbonamento TV e quindi nessun problema per le seconde case con contratto ENEL intestato a mia moglie. Il contratto stipulato tanti anni fa, uso domestico residente,quindi mi trovo a pagare due volte il canone.Per ovviare a tutto questo che devo fare?

  13. 13 aprile Ugo Alessandro

    sono intestatario del contratto enel. ma l’abbonamento t.v e’ intestato a mia moglie ,lo ha sempre pagato lei. devo fare variazioni, o rimane tutto come prima?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI