Business | Articoli

La firma digitale viene riconosciuta in tutta l’UE

4 Luglio 2016 | Autore:
La firma digitale viene riconosciuta in tutta l’UE

Le Firma digitale ha piena efficacia in tutta l’Unione, il regolamento eIDAS rende riconosciute le certificazioni in tutti i Paesi membri.

Sono entrate in vigore lo scorso 1° luglio 2016 le disposizioni previste dal Regolamento eIDAS, (electronic IDentification Authentication and Segnature).

Con il regolamento sono state difatti stabilite le condizioni in base alle quali gli Stati membri riconoscono reciprocamente i mezzi di identificazione elettronica delle persone fisiche e giuridiche notificati e riconosciuti da parte di un altro Stato membro.

A cosa punta eIDAS?

Il regolamento – entrato in piena applicazione come detto all’inizio di questo mese – mira a rafforzare la fiducia nelle transazioni elettroniche nel mercato interno.

Attraverso eIDAS si fornisce una base comune per interazioni elettroniche sicure fra cittadini, imprese e autorità pubbliche: prevedibilmente questo nuovo approccio riuscirà a migliorare l’efficacia dei servizi elettronici pubblici e privati, l’eBusiness e il commercio elettronico, ma supporterà anche la piena applicazione della direttiva servizi  all’interno del mercato unico, un’evoluzione rispetto alla quale l’UE attende da tempo il completamento effettivo.

A chi si applica il regolamento eIDAS?

Il regolamento eIDAS è valido in qualsiasi settore.

Ciò ha implicazioni importanti perchè vuol dire ad esempio che la Firma Digitale è applicabile anche per quanto riguarda i rapporti con la pubblica amministrazione di altri Stati Membri.

Se la novità vi sembra banale pensate alla possibilità di sottoscrivere offerte di gara in altri Paesi UE, partecipando così ad un numero di appalti pubblici incredibilmente più ampio e potenzialmente a condizioni molto vantaggiose.

Regolamento eIDAS: Quali requisiti per i servizi fiduciari di emissione della Firma digitale

Il Regolamento eIDAS stabilisce i requisiti necessari affinché si possa operare in qualità di servizi fiduciari per l’emissione della firma elettronica.

Vediamo i requisiti da soddisfare perchè un servizio fiduciario possa definirsi “qualificato”.

Ai sensi del regolamento si definisce servizio fiduciario qualificato un servizio elettronico fornito normalmente dietro remunerazione e che consiste, alternativamente, dei seguenti elementi:

  • creazione, verifica e convalida di firme elettroniche, sigilli elettronici o validazioni temporali elettroniche, servizi elettronici di recapito certificato e certificati relativi a tali servizi;
  • creazione, verifica e convalida di certificati di autenticazione di siti web;
  • conservazione di firme, sigilli o certificati elettronici relativi a questi servizi.

note

Note Immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube