Professionisti Stato di adottabilità: l’immediata dichiarazione del giudice

Professionisti Pubblicato il 31 ottobre 2015

Articolo di




> Professionisti Pubblicato il 31 ottobre 2015

Affidamento e adozione: i casi di immediata declaratoria dello stato di adottabilità.

L’art. 11 della legge 184/1983 fu modificato dal corrispondente articolo della 149/2001 soltanto perché all’espressione «parenti entro il quarto grado» si è aggiunta l’ulteriore specificazione «che abbiano rapporti significativi con il minore».

La norma in argomento indica, al primo e al secondo comma due ipotesi nelle quali si può giungere alla dichiarazione dello stato di adottabilità, a capo di una procedura molto snella:

a) quando risultano deceduti i genitori e non risultano esistenti parenti entro il quarto grado che abbiano rapporti significativi con il minore

b) quando non risulta l’esistenza di genitori che abbiano riconosciuto il minore o la cui paternità o maternità sia stata dichiarata giudizialmente.

Si tratta, con tutta evidenza, di casi nei quali lo stato di abbandono non è discutibile e non vi è bisogno, perciò, di ulteriori indagini: riguardo, poi, all’individuazione dei parenti, già nel vigore della precedente normativa, si era affermato che la mancanza di rapporti significativi con il minore equivalesse all’inesistenza dei parenti stessi.

Il-Diritto-dei-Minori


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI