Diritto e Fisco | Articoli

Stato di adottabilità e conseguenze sulla responsabilità dei genitori

31 ottobre 2015 | Autore:


> L’esperto Pubblicato il 31 ottobre 2015



Adozione del minore, sentenza sulla dichiarazione dello stato di adottabilità e sua trascrizione; la responsabilità genitoriale.

La sentenza definitiva che dichiara lo stato di adottabilità è trascritta, a cura del cancelliere del Tribunale per i minorenni, su apposito registro conservato presso la cancelleria del Tribunale stesso.

La trascrizione deve essere effettuata entro il b successivo a quello della comunicazione che la sentenza di adottabilità è divenuta definitiva.

A questo effetto, il cancelliere del giudice dell’impugnazione deve inviare, immediatamente, apposita comunicazione al cancelliere del Tribunale per i minorenni (art. 18 L. 184/1983).

La sentenza che dichiara lo stato di adottabilità diventa, ovviamente, definitiva quando sono trascorsi i termini previsti e nessuno del soggetti legittimati ha proposto le impugnazioni del caso o quando sono stati percorsi tutti i gradi di giudizio: come si è visto, il cancelliere del giudice della impugnazione, proprio al fine di consentire la trascrizione, deve inviare a costui apposita ed immediata comunicazione.

La trascrbizione è prevista in vista di una maggiore funzionalità interna dello ufficio con riguardo, per esempio, al fatto di avere un quadro, sempre aggiornato, dei procedimenti relativi ai minori in stato di adottabilità; essa, pertanto, non realizza alcuna forma di pubblicità e, essendo effettuata su apposito registro nel quale, tra l’altro, vengono trascritti l’affidamento preadottivo e l’adozione, deve essere circondata dalla massima riservatezza: si discute, peraltro, se la tutela penale della segretezza del registro (art. 73 L. 184/1983) si estenda anche allo stato di adottabilità.

L’esercizio della responsabilità del genitori è sospeso durante lo stato di adottabilità ed il Tribunale per i minorenni nomina — ove già non esista — un tutore e adotta gli ulteriori provvedimenti nell’interesse del minore (art. 19 L. 184/1983, modif. dal D.Lgs. 154/2013): si tratta, come si vede, di determinazioni non discrezionali ma obbligatorie e vincolate nel contenuto.

Il-Diritto-dei-Minori

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI