Diritto e Fisco | Articoli

Che significa CPA nella parcella dell’avvocato?

1 Novembre 2015
Che significa CPA nella parcella dell’avvocato?

Ho ricevuto la parcella dall’avvocato che riporta la voce CPA mentre in un’altra non è presente, ma è specificato “oltre accessori”: che significa?

La voce CPA (o, come in altri casi è possibile trovare, CAP) è l’indicazione, in fattura, del contributo dovuto per la previdenza: per legge, infatti, l’avvocato deve corrispondere alla propria Cassa di Previdenza Avvocati il 4% dell’imponibile su ogni fattura emessa e, sempre per previsione normativa, tale voce va “scaricata” sul cliente. È quest’ultimo, quindi, che deve corrispondere al professionista, oltre all’onorario imponibile, anche il contributo previdenziale.

Tanto per fare un esempio, su una fattura di 100 euro, prima viene calcolato il 4% di CPA (pari a 4 euro) e poi, sulla somma di tali due valori (100 + 4 = 104) viene calcolata l’IVA ordinaria al 22% (pari a 22,88). Il totale (sottratta l’eventuale ritenuta d’acconto del 20% sull’imponibile solo nel caso di sostituti di imposta) costituisce l’ammontare della fattura ossia l’importo dovuto dal cliente.

Quanto invece alla voce “oltre accessori” essa deve intendersi come riferita, estensivamente, a tutte quelle componenti la cui spettanza e/o il cui importo sono sottratti alla disponibilità (più o meno discrezionale) del contribuente (in questo caso l’avvocato); si tratta dunque di IVA e Cassa Avvocati.

Se tuttavia, la voce “oltre accessori” è contenuta in una sentenza del giudice con cui viene condannata la parte soccombente al pagamento delle spese processuali, allora in essa vanno ricomprese, oltre all’IVA e alla CPA anche [1]:

  • il rimborso del contributo unificato
  • le spese vive documentate in relazione alle singole prestazioni;
  • le spese forfettarie nella misura del 15% del compenso totale della prestazione.

note

[1] Cons. St. sent. n. 4436/2015.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Buongiorno, l’esempio nel vostro articolo riporta una fattura di 100 euro cui aggiungere il 4% che mi risulta essere 4 euro e non 4,80 come da voi riportato. Mi è sfuggito qualcosa o è un errore? Grazie.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube