Diritto e Fisco | Articoli

Caldaia rotta: paga l’inquilino o il proprietario?

1 Novembre 2015 | Autore:
Caldaia rotta: paga l’inquilino o il proprietario?

 Le spese di riparazione della caldaia o lo sua sostituzione sono a carico dell’inquilino o del proprietario?

Quando la caldaia di una casa in affitto ha un guasto, c’è sempre il dubbio se la riparazione sia a carico dell’inquilino o del proprietario.

Per prima cosa è necessario verificare se, nel contratto di locazione, siano presenti delle specifiche disposizioni sul punto. Nel silenzio del contratto d’affitto, in linea generale, il proprietario è tenuto ad eseguire tutti gli interventi necessari a conservare l’immobile in buono stato e in condizioni di efficienza, fatta eccezione per le riparazioni di piccola manutenzione, che spettano all’inquilino [1]. Con “piccola manutenzione” si intendono gli interventi resi necessari dal normale deterioramento che subiscono i beni a causa dell’uso, non anche le problematiche dovuti a vetustà (bene troppo vecchio) o al caso fortuito (eventi imprevisti e inevitabili, indipendenti dalla volontà umana) [2].

La Corte di Cassazione, sul concetto di “interventi di piccola manutenzione“, ha specificato che non rientrano tra le riparazioni a carico dell’inquilino quelle relative agli impianti interni del fabbricato (elettrico, idrico, termico) per l’erogazione dei servizi indispensabili al godimento dell’immobile. Ciò in quanto, mancando un contatto diretto dell’inquilino con questi impianti, gli eventuali guasti manifestatisi improvvisamente e non dipendenti da sua colpa, devono essere imputati a caso fortuito o vetustà. Pertanto, le spese delle relative riparazioni gravano sul proprietario, il cui obbligo è quello di garantire nel tempo l’idoneità dell’immobile all’uso cui è destinato [3].

Per quel che concerne, più nello specifico, la caldaia, la sostituzione della stessa è a carico del proprietario; la sostituzione dei vari componenti o le riparazioni sono anch’esse a carico del proprietario, salvo che siano dovute al normale uso oppure a responsabilità dell’inquilino (all’inquilino spetta effettuare la manutenzione periodica e il controllo dei fumi. Non effettuare la manutenzione può pregiudicare il funzionamento e l’efficienza della caldaia).

Il locatore, in caso di mancata riparazione, specie se si verificano casi d’urgenza, si espone a una richiesta di risarcimento del danno, cui si sommano le spese che dovrà comunque sostenere per la risoluzione delle problematiche degli impianti e dei servizi indispensabili al godimento dell’appartamento.

Se il locatore viene tempestivamente avvisato dall’inquilino e, ciononostante, resta inerte, quest’ultimo può provvedere direttamente ai lavori, anticipando le spese e poi chiedendone la restituzione. Infatti, per questi interventi, non è necessaria la preventiva autorizzazione del proprietario. Addirittura, l’inquilino potrebbe avviare i lavori anche nel caso in cui il proprietario neghi l’autorizzazione a eseguirli. Purtroppo però la legge non consente all’inquilino di scalare tali spese dai canoni di locazione da versare nei mesi successivi. Infatti i giuridici ritengono che queste due voci non siano tra loro compensabili. Se il locatore non rimborserà spontaneamente le somme anticipate dall’inquilino per la manutenzione degli impianti, quest’ultimo non potrà autoridursi l’affitto, ma dovrà fare una causa autonoma per recuperarle.


note

[1] Artt. 1575 e 1576 cod. civ.

[2] Art. 1609 cod. civ.

[3] Cass. sent n. 271/89 e Cass. sent. n. 24737/07.

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

9 Commenti

  1. il mio locatore non vuole saperne niente della caldaia, mi ha detto che devo cambiarla io,cosa devo fare?

    1. legga di nuovo l’articolo se non sa cosa fare , ce scritto tutto , l’ha letto e poi chiede che cosa debba fare ? ALLORA NIENTE se non ha capito …
      “Per quel che concerne, più nello specifico, la caldaia, la sostituzione della stessa è a carico del proprietario; la sostituzione dei vari componenti o le riparazioni sono anch’esse a carico del proprietario, salvo che siano dovute al normale uso oppure a responsabilità dell’inquilino (all’inquilino spetta effettuare la manutenzione periodica e il controllo dei fumi. Non effettuare la manutenzione può pregiudicare il funzionamento e l’efficienza della caldaia).”

  2. dopo una tempesta aqua calda non va …ho chiamato assistenza e ho pagato 110 euro…MA io sono in affito e proprietario non vuole sapere delle spese …in contratto di affito non abiamo menzionato cose di manutenzione… IO però pago ogni anno controllo della caldaia e dei fumi. COSA FACCIO?

  3. L’articolo non mette in risalto che l’inquilino oggi per non pagare gli 80 euro per manutenzione (pulizia fumi o sostituzione del sale della caldaia) finge il malfunzionamento della stessa per far si che il proprietario la sostituisca e di conseguenza per 4 anni (durata del contratto) questa non abbia più bisogno di pulizia fumi e controlli (e la sostituzione del sale non fatta per 4 anni danneggia la caldaia, ma tanto sono problemi del proprietario).

  4. Salve, nella mia caldaia, esterna chiusa in un piccolo spazio di cemento, con porta in ferro, ha fatto tana un ratto e ha fatto fuori tutti i cavi e la scheda è andata in corto. La porta che da accesso alla caldaia ovviamente è sempre stata chiusa. Vorrei sapere se la spesa quindi è a carico mio, inquilino o del proprietario.
    Grazie.

    1. Inquilino e proprietario di una casa in affitto devono dividersi le spese legate alla caldaia, a seconda che si tratti della manutenzione ordinaria, di una riparazione, della sostituzione di un pezzo o dell’intera caldaia. In caso di rottura dell’impianto, infatti, è il padrone di casa che deve aprire il portafoglio e pagare i costi per la sostituzione della caldaia o delle singole parti. Ma solo se la rottura della caldaia deriva dalla vetustà dell’apparecchio (cioè che sia troppo vecchio e abbia già dato abbastanza) oppure da un caso fortuito (si pensi un fulmine o un corto circuito).

  5. Io Invece sono in affitto in questo alloggio da quasi 3 anni e il mese scorso ho fatto sostituire un pezzo al boiler perché non usciva più acqua calda. Ho pagato io l’intervento per poi chiedere alla proprietaria la restituzione dei soldi. Ma quest’ultima non vuole saperne perché il suo amministratore dice che spetta a me pagare

  6. io invece ho una domanda e non riesco a capire chi tocca pagare la riparazione..io sono in affitto e ogni anno faccio la pulizia periodica della caldaia segnalo al mio proprietario che ho un problema con la caldaia non i arriva acqua calda in bagno chiamiamo il tecnico e dice che la serpentina della caldaia e piena di calcare e va disincrostata con un acido… dopo l’intervento la caldaia funziona..vorrei sapere se devo pagare io o il proprietario di casa,lui dice che tocca a noi inquilini..grazie mille

    1. Puoi trovare tutte le informazioni nei seguenti articoli:
      -Affitto e caldaia: spese manutenzione, rottura e revisione https://www.laleggepertutti.it/107781_affitto-e-caldaia-spese-manutenzione-rottura-e-revisione
      -Locazione: a chi spettano le spese di riparazione della caldaia? https://www.laleggepertutti.it/231789_locazione-a-chi-spettano-le-spese-di-riparazione-della-caldaia
      -Caldaia non funzionante nella casa in affitto: che fare? https://www.laleggepertutti.it/198084_caldaia-non-funzionante-nella-casa-in-affitto-che-fare
      -Chi paga le spese per i pezzi di ricambio della caldaia? https://www.laleggepertutti.it/160034_chi-paga-le-spese-per-i-pezzi-di-ricambio-della-caldaia

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube