Corpo forestale dello stato: l’addio definitivo

3 Novembre 2015
Corpo forestale dello stato: l’addio definitivo

Dl Madia: il Corpo forestale viene assorbito dai carabinieri, mentre le funzioni e le strutture passano ai Vigili del fuoco.

Finisce l’epoca del Corpo forestale dello Stato: le sue funzioni, i mezzi e le risorse contro gli incendi boschivi passerà ai Vigili del fuoco. Quanto al personale, il grosso dei Forestali sarà assorbito dall’arma dei Carabinieri. Il decreto è pronto per la definitiva approvazione da parte del Consiglio dei ministri in attuazione del provvedimento di riordino delle forze di polizia (con l’assorbimento dei Forestali nei Carabinieri e nei Vigili del fuoco), previsto dal famoso ddl Madia e dal relativo provvedimento di attuazione approvato questa estate [1] (leggi “Il Corpo Forestale cessa di esistere”).

Sarà l’arma dei Carabinieri a succedere in tutti rapporti giuridici attivi e passivi del Corpo forestale dello stato, compresi i contratti individuali di lavoro stipulati col personale assunto. Ai Carabinieri passeranno quindi le funzioni in materia di sicurezza ambientale, forestale e agroalimentare: si tratta, in pratica, delle violazioni in danno dell’ambiente, del patrimonio faunistico e naturalistico nazionale, delle frodi in danno della qualità delle produzioni agroalimentari. Probabilmente, all’interno dell’arma dei Carabinieri verranno istituiti reparti dedicati, in via prioritaria o esclusiva, all’espletamento di compiti di elevata specializzazione in materia di tutela dell’ambiente, del territorio e del mare, nonché nel campo della sicurezza e dei controlli nel settore agroalimentare.


note

[1] Dl 24 giugno 2014, n. 90 coordinato con la legge di conversione 114/2014, recante: “Misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari” (cosiddetto ddl Madia).


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Come sarà concepibile ed in linea con l’ordinamento militare dell’Arma dei Carabinieri?
    E’ il solito abbaglio del politico di turno?
    Sono in attesa di conoscere la congruenza degli atti.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube