Diritto e Fisco | Articoli

Inps, a quando il maxi concorso 2016?

7 novembre 2015 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 7 novembre 2015



In attesa di conoscere le date del nuovo concorsone Inps, vediamo come affrontare al meglio le selezioni pubbliche, partendo dai precedenti bandi di assunzione.

 

Anche se la Legge di Stabilità 2016 non ha affrontato direttamente l’argomento, si fanno sempre più insistenti le voci di un nuovo maxi concorso dell’Inps, che potrebbe essere indetto nel 2016, al più tardi nel 2017. La notizia è fondata sul pensionamento di oltre 3.000 dipendenti: per coprire i posti liberi, considerando il ricambio generazionale limitato, dovrebbero essere assunte almeno 2500 unità.

Chi ha avuto modo di interagire con una sede dell’Inps, sia come azienda che come privato, avrà notato i blocchi, le lunghe attese per la conclusione delle pratiche, e le disfunzioni all’ordine del giorno: questo certamente non per colpa dei dipendenti, costretti, da soli, a gestire moli di lavoro consistenti, ma per colpa di un’organizzazione dedita ai tagli, che si riflettono non solo in un minor numero di posti di lavoro, ma anche in disservizi ai cittadini. Sta di fatto che, prima o poi, le nuove assunzioni presso l’Ente dovranno essere effettuate, anche se in prima istanza la priorità verrà assegnata alla mobilità dei provinciali: da troppi anni, infatti, la gestione ordinaria sta diventando una gestione d’emergenza, e ad ogni pensionamento non coperto da nuovi impiegati corrispondono disagi in più.

Pur non avendo certezza delle tempistiche, non è mai troppo presto per prepararsi ad un’occasione simile; prima di rispolverare le nozioni dimenticate, vediamo innanzitutto, basandoci sui precedenti bandi [1], quali saranno le materie e gli argomenti chiave da studiare, per assicurarsi buone possibilità di riuscita. La selezione, sicuramente, sarà severissima.

Concorso per amministrativi

Con tutta probabilità, considerando i profili dei pensionati, la maggior parte dei futuri inserimenti avverrà nel settore amministrativo, all’interno delle Aree B e C [2]; l’Area B è accessibile anche ai soli diplomati, mentre l’area C richiede il possesso della Laurea (sia di Primo Livello che Magistrale o Specialistica, e del Vecchio Ordinamento).

È dunque implicito che, mentre per i concorsi dell’Area B sarà richiesta una preparazione generale in campo giuridico-amministrativo, per i concorsi dell’area C saranno richieste conoscenze maggiormente approfondite.

Generalmente, per i candidati all’area B, sono previste due prove scritte ed una orale: le selezioni hanno lo scopo di valutare la cultura di base giuridico-amministrativa, nonché la maturità di pensiero e la capacità di giudizio.

La prima verifica scritta verte, in genere, su elementi di contabilità di base, diritto amministrativo, diritto del lavoro e legislazione sociale; la seconda verifica, di carattere teorico pratico, consiste solitamente nell’elaborazione di attività istruttorie amministrative che presuppongono conoscenze professionali e valutazioni di merito dei casi concreti, nonché elaborazione di dati.

La verifica orale, per il personale appartenente all’area B, comprenderà probabilmente l’utilizzo di sistemi informatici, oltre agli stessi argomenti degli scritti, nonchè l’ ordinamento e le attribuzioni dell’Inps, ed una lingua straniera a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Simili, ma maggiormente specifiche, saranno le selezioni del personale amministrativo per l’area C: anche in questo caso, le due prove scritte serviranno a valutare le conoscenze giuridico amministrative dei candidati. Saranno probabilmente comprese le seguenti materie: diritto amministrativo, elementi di diritto civile, diritto costituzionale, scienza delle finanze, contabilità pubblica ed organizzazione del lavoro. La seconda verifica, invece, consisterà in un elaborato di diritto del lavoro e legislazione sociale.

Le stesse materie saranno presenti all’orale, con l’aggiunta di diritto commerciale, statistica, ordinamento ed attribuzioni dell’Inps, elementi d’informatica, ed una lingua straniera (inglese, francese, spagnolo, tedesco).

Assunzione ispettori di vigilanza

Poiché un discreto numero di pensionamenti riguarda anche funzionari ed ispettori di vigilanza, molto probabilmente sarà indetto un concorso per rimpiazzare tali figure. In questo caso, oltre alla laurea in materie giuridico-economiche, sarà necessaria un’alta specializzazione: la prima verifica scritta includerà diritto amministrativo, commerciale, penale, tributario, comunitario, procedura penale, contabilità aziendale e tecniche di bilancio; la seconda prova verterà su diritto del lavoro e legislazione sociale.

L’orale si baserà sulle stesse materie utilizzate per il personale amministrativo dell’area C, con l’aggiunta di competenze inerenti software applicativi e di calcolo.

Assunzione informatici

Per quanto non siano molti gli informatici pensionati, la richiesta di queste figure è in aumento esponenziale, data la totale telematizzazione dei servizi. Per accedere al concorso sarà necessaria una laurea in materie tecnico-scientifiche; vi sarà comunque un primo scritto che si baserà su argomenti giuridico-economici, con tutta probabilità un elaborato di organizzazione aziendale, mentre la seconda verifica sarà incentrata su informatica e sistemi, in particolare su strutture e basi di dati, reti di calcolatori, architetture di elaborazione, rete internet e la piattaforma web, ciclo di vita del software.

La prova orale includerà le materie oggetto dello scritto, nonché elementi di diritto del lavoro e previdenza sociale, elementi di diritto civile, ordinamento e attribuzioni dell’INPS, ed una lingua straniera scelta dal candidato tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI