Diritto e Fisco | Articoli

Pensione casalinghe a 57 anni, come funziona?

8 Novembre 2015 | Autore:
Pensione casalinghe a 57 anni, come funziona?

Pensione anticipata e di vecchiaia fondo casalinghe Inps: chi si può iscrivere, adempimenti, età pensionabile, ammontare dell’assegno.

 

Sono disoccupata e casalinga: è vero che posso avere la pensione Inps casalinghe a 57 anni?

 

È possibile, per chi si iscrive al Fondo casalinghe dell’Inps, ricevere la pensione anticipata a 57 anni, se l’assegno supera un determinato importo; diversamente, si ha diritto alla pensione al compimento di 65 anni. Il trattamento pensionistico, comunque, è proporzionato ai contributi versati, in quanto non è una prestazione assistenziale, ma previdenziale.

Vediamo ora chi può iscriversi al fondo casalinghe, quanti contributi devono essere versati, ed a quanto ammonta la pensione.

Pensione casalinghe: chi può beneficiarne?

Innanzitutto, anche se il fondo è titolato come “casalinghe”, possono iscriversi a tale gestione previdenziale anche gli uomini.

Nel dettaglio, per potersi iscrivere al fondo casalinghe dell’Inps è necessario possedere i seguenti requisiti:

– età minima di 16 anni, o 15 se è assolto l’obbligo scolastico, ed età massima di 65 anni;

– svolgimento di un’attività in famiglia connessa con le proprie responsabilità familiari, senza vincoli di subordinazione;

– nessuna titolarità di pensione diretta;

– assenza di rapporti di lavoro dipendente o autonomo per i quali sia obbligatoria l’iscrizione ad un altro ente o cassa previdenziale, a meno che non si tratti di un’attività part time per la quale le settimane utili alla pensione siano ridotte (contrazione in relazione all’orario e alla retribuzione).

Quanti contributi pagano le casalinghe?

Per gli iscritti al fondo casalinghe non esiste una cifra minima o massima da versare, ma, perché sia accreditato almeno un mese di contributi, è necessario il versamento di almeno 25,82 Euro: ad esempio, chi accantonerà 105 Euro in un anno si vedrà accreditare 4 mesi, mentre perché risulti l’annualità intera bisognerà versare all’Inps 310 Euro.

A che età può andare in pensione una casalinga?

Col Fondo casalinghe è possibile pensionarsi a 57 anni di età, qualora il trattamento sia pari almeno a 1,2 volte l’assegno sociale (cioè all’assegno sociale aumentato del 20%). Qualora il trattamento non superi questa cifra, si dovrà attendere l’età per la pensione di vecchiaia, che in tale gestione è pari, attualmente, a 65 anni.

Quanto prende di pensione una casalinga?

Il trattamento pensionistico è calcolato col metodo contributivo, e dipende esclusivamente dai contributi versati, poiché non è integrabile al minimo.

Certo, ipotizzando che una casalinga versi, nell’arco della vita lavorativa, soltanto l’importo minimo di contributi, l’assegno sarà piuttosto basso. Calcolando il versamento di 310 Euro l’anno, per 40 anni, ed ipotizzando una rivalutazione media, arriviamo a circa 14.000 Euro di montante contributivo, che, trasformato in pensione, darebbe luogo a un assegno mensile dai 45 ai 70 Euro circa (a seconda dell’età pensionabile, da 57 a 70 anni). Se, poi, ipotizziamo un ulteriore peggioramento dei coefficienti di trasformazione e di rivalutazione, l’ammontare sarebbe ancora più esiguo.

Sicuramente ci sarebbe molto da discutere sul calcolo contributivo della pensione, non per il sistema in sé, ma per i coefficienti utilizzati in Italia, che spingono il cittadino ad accumulare i soldi sotto il materasso, visti i rendimenti quasi nulli. Tuttavia, questa è la triste realtà, e dato il profondo rosso del bilancio dell’Inps, difficilmente nei prossimi anni saranno innalzati i tassi: dunque, per chi desidera ottenere una pensione almeno di sopravvivenza, col fondo casalinghe, non resta che effettuare dei versamenti cospicui.

note

Autore immagine: 123rf com


29 Commenti

  1. Salve,
    sono del 1954, non lavoro più perchè l’azienda è fallita e ho 24 anni di contribuzione all”Inps, sono casalinga, posso usufruire di questa opportunità?

  2. salve vorrei sapere io sono casalinga ho lavorato 26 anni di contributi posso usufruire di questa opportunità sono del 1953
    grazie

  3. Buongiorno,

    mamma, è nata nel 1959 e attualmente è dipendente statale.
    Purtroppo, gli anni di contribuzione (ha iniziato nel 2000 a versare contributi in maniera “continuativa”) attualmente non le permetterebbero di ritirarsi. Poichè ha un “secondo lavoro” : la casalinga, può, licenziandosi e iscrivendosi al fondo casalinghe beneficiare della norma dal prossimo anno quando a Luglio, compirebbe i 57 anni? Nel caso possa, vedrebbe il suo assegno maggiorato perchè ha versato alcuni anni di contributi o. varrebbero soltanto quelli del fondo casalinghe?

    Vi ringrazio!

  4. salve, ho lavorato per 18 anni circa e ora a 58 anni mi ritrovo a casa a fare la casalinga, posso accedere a questo fondo, versare i contributi e avere un giorno la pensione con i contributi versati come lavoatrice dipendente e come casalinga? grazie tanto

  5. Salve,mia moglie è nata nel 1957,ha 23 anni di contributi ed è disoccupata da 6 anni.Quando può andare in pensione?

  6. Buongiorno , sono nata nel 1960 ho lavorato dal 1981 al 1996 insomma mi hanno detto che ho accumulato 13 anni di contributi agricoli. Mi chiedo quale sara’la mia pensione e se posso fare qualcosa. Grazie

  7. salve, ho circa 34 anni di contributi (2 di empals, 4 di marittimo, 25 di rappresente di commercio),sono disoccupato da 4 anni, ho 62 anni. Il prossimo anno compiro’ 62 anni, potro usufruire dell’indennita’per cessata attivita’? grazie er la risposta che spero sia positiva.,se no come faccio?.

  8. sono coltivatore diretto e verso regolarmente i contributi dovuti alla mia attività. sono stanco di fare il coltivatore diretto e vorrei iscrivermi alla cassa pensioni casalinghe.
    domanda: i contributi versati quale coltivatore diretto possono essere devoluti alla cassa casalinghe ed avere la pensione casalinghe in rapporto ai contributi versati quale coltivatore diretto ?

  9. buongiorno,
    mia mamma è nata a dicembre 1952, ha solo 3 anni di contributi versati.
    quando le daranno la pensione di vecchiaia?

    1. Salve, mia moglie ha 64anni compiuti. Non ha contributi Perché ha lavorato in casa a crescere tre figli è il marito . Quindi ha badato alla casa .
      Vorrei sapere ha diritto ha qualche pensione. Grazie.

  10. Mia moglie che oggi ha 65 anni ha lavorato circa 9 anni da dipendente comprese due maternità, poi avevamo chiesto il pagamento volontario ,ma dopo due versamenti abbiamo cessato perchè troppo oneroso,chiedo se tutto questo è perduto, o abbiamo la possibilità di recuperare qualcosa, eventualmente in che modo?

  11. Sono una donna di 59 anni ,ho iniziato a lavorare a 16 anni ,ho 7 anni di contributi X lavoro dipendente e se vanno perduti.sono una casalinga e vorrei sapere quando mi daranno la pensione ?

  12. Salve sono nata nel 1956 da circa sette anni sono a casa perché la mia ditta e’ fallita e da sette faccio la casalinga ho circa 28 di contributi versati totali vorrei sapere quando andrò in pensione ? Chiedo anche se ci sono eventualmente altre strade per percepire la pensione .Rosa

  13. buongiorno,
    mia madre compie 70 anni quest’anno.
    ha pochissimi anni di contributi versati molti anni fa.
    quindi non prende la pensione e ha reddito molto basso derivante dalla locazione di un piccolo appartamento.
    Come può fare per prendere un sussidio sapendo che convive con mio padre (non sono sposati) che prende una pensione poco superiore ai 1000 euro e ha 80 anni?
    Grazie anticipate per la risposta.

  14. Sono donna di 56 anni ed ho lavorato x circa 15 anni peró reano semestrali quando posso andare in pensione usufruendo della pensione casalinga .grazie

  15. Buona sera, mia moglie ha 66 anni compiuti. Non ha contributi versati, casalinga a tutti gli effetti.
    Desidero sapere se ha diritto a qualche pensione.
    In caso negativo , e’ possibile l’iscrizione al fondo inps delle casalinghe ?
    Grazie.
    Saluti, Paolo

    1. Buongiorno, mia moglie ha 66 anni, è casalinga a tempo pieno. Ha lavorato per pochi anni 3/4 fino al 1973, successivamente, dopo la nascita del nostro primogenito, a tutt’oggi ha svolto unicamente le mansioni di casalinga.
      Rientra tra coloro che possono beneficiarne?
      Ringrazio e porgo molti cordiali saluti.
      Vito & Silvana

  16. Bonjorno isono una buldara e sto lavorando come badante pero tendo i contributi versati ance a buldaria volio asaperem sono validi ance custi versati contributi in buldaria 16 ani in italia con versati contributi 2 due ani e 4 mesi cundo mi servano se mi meto come casa linda ecuando cisara iasenio se mi acetano la domanda draciamile

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube