Diritto e Fisco | Articoli

Istanza online: come verificare i metri quadri catastali di casa

11 novembre 2015


Istanza online: come verificare i metri quadri catastali di casa

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 novembre 2015



Vorrei verificare la metratura catastale di casa mia: posso farlo direttamente da internet?

È possibile verificare i metri quadri del proprio appartamento attraverso una procedura online messa a disposizione dal sito dell’Agenzia delle Entrate. In questo modo, ciascun cittadino può verificare direttamente tutti i dati degli immobili a lui intestati compresa la metratura “catastale”. Con una importante precisazione: tale dato, per ora, non serve al fisco, in quanto la Tasi e l’Imu restano legate al sistema di calcolo sulla base dei vani e non dei metri quadri. L’interesse potrebbe sorgere in relazione alla Tari: l’imposta sui rifiuti, infatti, è riscossa dai Comuni prendendo come riferimento l’80% della superficie catastale.

In ogni caso, a prescindere dal fisco, i metri quadrati catastali sono certamente importanti per avere un misura degli immobili con standard uguali per tutti.

Per ottenere i metri quadri del proprio immobile è necessario registrarsi a Fisconline o a Entratel. Innanzitutto bisogna richiedere il proprio PIN personale (Personal Identification Number) che viene rilasciato attraverso una richiesta da fare sul sito internet possedendo una Carta dei Servizi o conoscendo il proprio reddito oppure recandosi presso un ufficio territoriale dell’Agenzia. La prima parte del Pin viene subito consegnata al richiedente, mentre la seconda viene spedita per posta entro 15 giorni.

Una volta entrati nel sito Accedendo al servizio bisogna selezionare dal menu a sinistra la voce Servizi ipotecari e catastali, quindi cliccare, dal successivo menu, su Consultazioni personali. Bisogna selezionare il nome del soggetto che fa la ricerca e cliccare sul pulsante Ricerca.

L’altra voce del menu iniziale, Risultanze catastali, consente di fare ricerche anche in base ad altri codici fiscali (ma in quel caso non appare la superficie).

In questo modo si avrà la possibilità di interrogare la banca dati catastale per consultazione personali.
Attenzione: i criteri di calcolo della metratura eseguiti dal fisco non sono quelli che comunemente fanno i costruttori quando vendono gli appartamenti o i privati. La superficie viene infatti ricalcolata usando i parametri dettati dal Dpr 138/98; in estrema sintesi (ma meglio affidarsi a un professionista):

– superficie calpestabile al 100% delle stanze principali e accessorie (come bagni e corridoi);

– il 25% di soffitte, cantine e simili (con accesso separato, altrimenti è il 50%);

– il 30% di balconi e terrazze con accesso diretto dalla casa;

– per i muri, invece, quelli interni e perimetrali si contano per intero (spessore massimo 50 cm) mentre quelli in comunione valgono la metà e con un massimo di 25 cm di spessore.

Nel caso in cui vengano riscontrate incongruenze o errori nelle informazioni presenti negli archivi catastali è possibile effettuarne la correzione con il servizio “correzione e rettifica dati catastali” presente nell’area riservata dell’utente/cittadino o presentando una domanda di correzione presso gli uffici provinciali dell’agenzia delle Entrate, anche con l’ausilio di un geometra o altro tecnico abilitato.

Per maggiori dettagli leggi “I metri quadri dell’appartamento su internet“.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI