HOME Articoli

News Nuovo esame di praticanti avvocati sempre più difficile

News Pubblicato il 11 novembre 2015

Articolo di




> News Pubblicato il 11 novembre 2015

Locali schermati, controlli casuali, tracce via PEC, database per le domande: tutto è pronto per il nuovo regolamento.

Sempre maggiori controlli per i prossimi esami di avvocato: lo schema di decreto ministeriale, che entro il 19 dicembre riceverà il via libera della Commissione Giustizia della Camera, prevede controlli più seri e modalità più selettive. Ma ci sono anche buone notizie, come la possibilità di anticipare un semestre di tirocinio (quindi un terzo del totale) durante gli studi universitari.

Vediamo da vicino tutte le novità.

Impossibile usare i cellulari

Per evitare il fenomeno della copiatura, da internet, dei pareri e degli atti, i locali che ospiteranno le prove dei candidati dovranno essere schermati: insomma, dovrà essere impossibile connettersi ad internet tramite cellulari, tablet o, anche, tramite modem mobili. Inoltre, per evitare che qualcuno possa portare con sé materiale consultabile off line, saranno previsti controlli a campione all’atto dell’ingresso nei locali, specie quando vi sia motivo di ritenere che i candidati abbiano con sé oggetti che non possono essere introdotti, come codici esplicati, fotocopie di libri, strumenti informatici con memorie internet, ecc.

Le tracce dei temi saranno inoltre trasmesse soltanto via posta elettronica certificata da parte del ministero della Giustizia al presidente della Commissione distrettuale poco prima dell’inizio della prova.

L’orale
Quanto alle prove orali ci sarà un database a cura del ministero della Giustizia con tutte le domande che possono essere rivolte ai candidati. E ad alimentarlo saranno i quesiti immessi dalle commissioni esaminatrici distrettuali nel corso di ogni sessione di esame e al termine delle prove orali. La banca dati sarà gestita a cura della direzione generale per i sistemi informativi e automatizzati del Ministero della Giustizia, coadiuvata da una commissione permanente presieduta dal direttore del Ced della Cassazione.

Anticipazione di un semestre di tirocinio durante gli studi

Entro un anno dalla entrata in vigore del Regolamento, il CNF stipulerà una convenzione quadro con la Conferenza dei Presidi delle facoltà di Giurisprudenza, al fine di disciplinare lo svolgimento del tirocinio durante l’ultimo anno di studi universitari. Tale periodo consentirà al praticante di effettuare, dopo la laurea, non più un tirocinio di 18 mesi ma solo di 12 (in pratica si potrà anticipare un semestre di tirocinio durante gli studi universitari). A tal fine, però, lo studente deve essere in regola con lo svolgimento degli esami di profitto e avere già ottenuto il riconoscimento dei crediti nelle seguenti materie: diritto civile, diritto processuale civile, diritto penale, diritto processuale penale, diritto amministrativo, diritto costituzionale, diritto dell’Unione Europea.

Il periodo di tirocinio durante gli studi universitari rimane privo di effetti anche quando il praticante, pur avendo conseguito il diploma di laurea quadriennale o quinquennale, non provvede, entro sessanta giorni, a richiedere l’iscrizione al registro dei praticanti.

Il praticante potrà svolgere l’anticipazione del semestre di tirocinio anche in un altro Paese dell’Unione Europea.

Abilitazione all’esercizio della professione in sostituzione dell’avvocato

Il praticante può chiedere al Consiglio dell’Ordine l’autorizzazione a esercitare attività professionale in sostituzione dell’avvocato presso il quale svolge la pratica. Il Consiglio dell’Ordine deve pronunciarsi sulla domanda entro trenta giorni dalla presentazione della stessa.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. A MIO MODESTO AVVISO,TUTTI GLI AVVOCATI DEBBONO RISOLVERE I CASI HA LORO AFFIDATI SECONDO LA “SEMPLICISSIMA LOGICA”,POICHE’ FINO ADESSO,LA MAGGIOR PARTE DELLE CAUSE,SI TRATTANO SOLO CON IL COMPLETAMENTO FALSO DELLA PARTE TRUFFALDINA,HO QUANT’ALTRO DI ANOMALO E’ ILLEGALE, IGNORANDO COMPLETAMENTE LA PARTE DELLE RAGIONI DELLE “VITTIME”; DIFATTI,VARI GIUDICI,DOPO VARIE UDIENZE.HO PRONUNCIANO L’ASSURDA E’ INGIUSTA FRASE ;”ASSOLVO TIZIO E’ CAIO POICHE’ IL FATTO NON SUSSISTRE”,(IN MODO PARTICOLARE SE I COLPEVOLI SONO SOGGETTI DEL CLERO,E’ ALTRI CON LE LAUREE, CHE SONO DIVENTATI STRARICCHI PER APPROPRIAZIONI INDEBITE,TRUFFE,ECC.,ECC.,TRAMITE ACCORDI PRESI TRA CRICCHE DI MALAFFARE,LEDENDO I CITTADINI ESSENDO DEGLI ONESTI LAVORATORI;E’ PER TALE MOTIVO,NON SONO PRESE IN CONSIDERAZIONE LE LORO SACRO SANTE RAGIONI;INOLTRE E’ NON DA MENO,LA MAGGIOR PARTE DEGLI ATTI SONO FALSIFICATI,E’ NON SOLTANTO PER QUANTO RIGUARDO GLI ASSURDI SCRITTI,BENSI’,IN MODO PARTICOLARE LE “FIRME FALSE”,E’ NOI VITTIME D’ELL’ALTRUI CRUDELTA’,CATTIVERIA, IGNOBILTA’,VILTA’,E’ QUANT’ALTRO RELATIVO ALLA DISUMANA INCIVILTA’;(PERSONALI TANGIBILI PROVE),NON ABBIAMO NEANCHE L’ONORE DI ESSERE PRESI IN CONSIDERAZIONE LE NOSTRE TANGIBILI PROVE DEI DOCUMENTI “REALMENTE ORIGINALI” RELATIVI AI SVARIATI REATI DEL C.P. E’ P.C.P.E’ TALI INGIUSTIZIE AVVENGONO SIA SE CI PRESENTIAMO DA SOLI NELLE AULE DEI TRIBUNALI CON LA DOCUMENTAZIONE DA CUI SI EVINCONO LE NOSTRE SACRO SANTE RAGIONI,E’ SIA SE SIAMO IN COMPAGNIA DEI NOSTRI DIFENSORI. PER CUI,SVARIATE VOLTE, GLI AVVOCATI CHE CI DEBBONO DIFENDERE,”NON” SONO PRESI IN CONSIDERAZIONE,E’ RICEVONO ANCHE MINACCE DI NON DIFENDERCI;(TANGIBILI PROVE PERSONALI),MA COME BEN TUTTI SAPPIAMO,LE CAUSE SI FANNO TRA LE “DUE PARTI”,NON SOLTANTO COME VUOLE,ECC.,ECC.,LA PARTE CHE INVENTA,CASI INESISTENTI,FALSIFICA ATTI,FALSIFICA “FIRME”,ECC.,ECC.
    PER IL BENE E’ BUON AVVENIRE DI TUTTI,AUGURIAMOCI CHE LE ISTITUZIONI FACCIANO SEMPRE IL PROPRIO DOVERE FACENDO PIENA GIUSTIZIA AI SVARIATI CITTADINI LESI NEI LORO SACRO SANTI DIRITTI POICHE’ NON E GIUSTO FAR MORIRE DI FAME E’ DI FREDDO I CITTADINI ONESTI PRIVANDOLI DEI LORO SACRO SANTI DIRITTI,INOLTRE SONO PRESI ANCHE HA BEFFE E’ PER I FONDELLI DAGLI ESSERI SENZA SCRUPOLI E’ DA LORO BALORDA CRICCA AMICI DI AMICI ESSENDO DEI CONSIMILI MALFATTORI DI VARIO GENERE. GRAZE ALL’INTERO STAFF PER LA POSSIBILITA’ CHE CI DATE PER ELARGIRE SVARIATE INGIUSTZIE SUBITE E’ SUBENDO.
    A TUTTO LO STAFF PORGO CORDIALI SALUTI. CHIEDO SCUSA PER GLI EVENTUALI ERRORI GRAMMATICALI E ORTOGRAFICI POICHE’ O FREQUENTATO SOO FINO ALLA IV E. PER CRUDELTA’ E’ CATTIVERIA DEI MIEI DEFUNTI ADOTTIVI E’ LA CRICCA DEI LORO PARENTI-SERPENTI. PRESIDENTE ASSOCIAZIONE A.N.I.O.P.A.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI