Diritto e Fisco | Articoli

Guida pericolosa: “Mi fido di te; ma è degli altri che ho paura”

31 Marzo 2012
Guida pericolosa: “Mi fido di te; ma è degli altri che ho paura”

Il bravo automobilista deve stare attento e prevedere le eventuali imprudenze e trasgressioni degli altri automobilisti in modo da evitare  incidenti.

Le mamme: sacrosante parole quando lasciano l’auto al figlio neopatentato e gli supplicano la prudenza. “Mi fido di te; ma è degli altri che ho paura”. Luoghi comuni familiari. E non solo.

Anche nelle aule di tribunale sembra che i giudici richiamino l’antico monito materno e, nel ricordare il rispetto delle regole del codice della strada, impongono anche un più generale dovere di prudenza. “In materia di circolazione stradale – dice il giudice di pace di Trento [1] – ogni conducente ha, tra gli altri, anche l’obbligo di prevedere le eventuali imprudenze o trasgressioni degli altri utenti della strada e di cercare di prepararsi a superarle senza danno agli altri”.

 

 


note

[1] Giudice di Pace di Trento, sent. del 27.01.2012.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube