HOME Articoli

Lo sai che? Possibile il pignoramento di un quinto dello stipendio già ceduto?

Lo sai che? Pubblicato il 15 novembre 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 15 novembre 2015

Ho fatto cessione di un quinto dello stipendio a una finanziaria: il creditore mi può pignorare un altro quinto o deve necessariamente attendere che paghi il primo debito? Nel primo caso, su cosa verrebbe calcolato il pignoramento del quinto?

La cessione volontaria del quinto consiste in una particolare forma di prestito personale, la cui restituzione avviene mediante l’addebito diretto della quota sullo stipendio o sulla pensione. Il Codice di procedura civile [1] prevede invece il limite del quinto relativamente ai pignoramenti subiti dal debitore sulla propria retribuzione a causa di debiti non saldati. Premesso che il medesimo articolo eleva il suddetto limite alla metà qualora concorrano più pignoramenti per cause diverse – ad esempio finanziamento e alimenti –, la giurisprudenza concorda nel consentire successivi pignoramenti in presenza di cessione del quinto.

Infatti, nel caso di cessione del quinto dello stipendio da parte del lavoratore, non si può parlare di un pignoramento in quanto l’atto di disposizione è volontario e, quindi, eseguito dal datore su ordine dello stesso dipendente. Dunque, la cessione del quinto in favore della finanziaria non impedisce il contestuale pignoramento del quinto dello stipendio da parte del creditore.

In tale caso, il limite di legge sarà calcolato sulla differenza tra la metà dello stipendio e la quota già ceduta.

note

[1] Art. 545 cod. proc. civ.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI