Diritto e Fisco | Articoli

Come si richiede l’aspettativa dal lavoro?

15 novembre 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 15 novembre 2015



Domanda di aspettativa retribuita e non retribuita: come va fatta, a chi deve essere inoltrata.

Devo assentarmi per un lungo periodo dal lavoro per assistere mia madre invalida: come richiedo l’aspettativa dal lavoro?

La legge riconosce al lavoratore il diritto di assentarsi anche per lunghi periodi, richiedendo un congedo straordinario retribuito, per determinati casi, oppure richiedendo un’aspettativa non retribuita, per gravi situazioni non rientranti nelle ipotesi del congedo retribuito.

In particolare, per l’assistenza di un genitore invalido, qualora sia in possesso della certificazione di handicap grave secondo la Legge 104 [1], si avrà diritto al congedo straordinario retribuito (rispettando determinati requisiti), diversamente si potrà aver diritto all’aspettativa non retribuita.

Congedo straordinario retribuito: come richiederlo

Qualora il lavoratore debba assistere un familiare convivente (in determinati casi non è richiesta la convivenza) in possesso di handicap in situazione di gravità, prima di inoltrare la domanda di congedo retribuito, dovrà:

– aver inviato all’Inps domanda di riconoscimento dell’handicap in situazione di gravità, per il familiare;

– qualora dall’invio della domanda siano trascorsi 90 giorni senza che sia stato rilasciato il verbale di accertamento della condizione di handicap, potrà essere esibita una certificazione provvisoria rilasciata da un medico dell’Asl specialista nella patologia denunciata, che attesti la situazione di gravità.

Una volta in possesso dell’attestazione dei requisiti sanitari, potrà inviare domanda all’Inps tramite:

– servizi web dell’Istituto, accedendo alla sezione Servizi per il cittadino, Invio OnLine di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito, se in possesso di Pin;

– Contact Center, chiamando il numero 803.164;

– Recandosi presso un qualsiasi patronato.

Oltre alla domanda all’Inps, deve essere inviata un’autodichiarazione al datore di lavoro o all’amministrazione competente.

La prestazione è anticipata dal datore di lavoro, che la conguaglierà mensilmente con i contributi dovuti all’Inps.

La spettanza del congedo retribuito segue un preciso ordine, tra i familiari del portatore di handicap: l’aspettativa non può essere richiesta da più di un familiare contemporaneamente.

Aspettativa non retribuita per gravi motivi familiari

Nei casi in cui non si assista un familiare portatore di handicap grave, si avrà comunque diritto ad un’aspettativa per gravi motivi familiari, non retribuita, in presenza di una delle seguenti situazioni :

– problematiche conseguenti al decesso di un familiare;

cura o assistenza di un componente della famiglia, per dedicarsi alla quale sia gravoso o difficoltoso lo svolgimento delle proprie mansioni (patologie acute o croniche determinanti perdita dell’autonomia personale, o che richiedono assistenza continuativa o frequenti monitoraggi…);

– situazioni di grave disagio del lavoratore, esclusa la malattia.

Aspettativa non retribuita per gravi motivi familiari: come fare domanda

La domanda per l’aspettativa deve essere presentata al datore di lavoro o all’amministrazione competente.

Il datore non è obbligato ad accogliere la domanda, ma deve motivare il rifiuto, ed è obbligato a riesaminare l’istanza, su richiesta del dipendente.

Per quanto concerne l’istanza, non esiste una forma predefinita, ma vi consigliamo di seguire lo schema riportato sotto.

Spett.le Ditta

……………………………………

All’attenzione del Dir. del Personale

Data ______________

Domanda di aspettativa non retribuita

Il sottoscritto …………………………………….., nato a …………………, Codice Fiscale…………………………………………………..

dipendente della ditta ……………………………………………, unità/sede…………………………………………………………………..

richiede un periodo di aspettativa non retribuita a decorrere dal ……………………sino al ………………………………,

per i seguenti motivi:

…………………………………………………………………………

Il rientro al lavoro è previsto per il giorno ………………………………………………………

Ringraziando anticipatamente per la cortese attenzione,

si porgono distinti saluti.

In fede

Data

Firma

________________________


note

[1] Art. 33, Co.3, L.104/92.

[2] L.278/2000.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI