HOME Articoli

Lo sai che? Possibili più pignoramenti di stipendio o pensione?

Lo sai che? Pubblicato il 15 novembre 2015

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 15 novembre 2015

Ho il quinto dello stipendio già pignorato: se dovesse arrivare un altro creditore, potrebbe pignorare un secondo quinto o dovrebbe attendere che il primo sia stato completamente pagato?

Nel caso di una pluralità di pignoramenti sullo stesso credito (stipendio o pensione), il limite di pignoramento di un quinto non può essere superato (salvo le eccezioni che vedremo a breve). Per cui, in tali casi, il creditore che per primo arriva si soddisferà anticipatamente sugli altri creditori; questi ulimiti, infatti, verranno messi “in accodo”: in buona sostanza, solo dopo che, ad esito dei vari accantonamenti di “un quinto” mensile (sullo stipendio o sulla pensione) il primo creditore sarà stato integralmente soddisfatto, i successivi accantonamenti potranno essere accordati al secondo creditore intervenuto, poi al terzo, e così via. In questo modo, il debitore non subirà, per esempio, in presenza di tre pignoramenti contemporanei, il pignoramento di tre quinti dello stipendio, ma sempre di un quinto che andrà a soddisfare i creditori in ordine di intervento.

Questa regola, però, non si applica nel caso in cui il credito fatto valere derivi da cause diverse. Le cause possono essere divise in tre macro categorie: alimenti, tributi e altre cause (per es. un fornitore, una banca, ecc.). In questi casi, in presenza di contemporanea presenza di cause diverse di credito, il pignoramento può arrivare fino a massimo della metà di stipendio o pensione [1].

Facciamo qualche esempio:

– se il debitore subisce il pignoramento sia per il mancato pagamento del mantenimento alla moglie che per il mancato pagamento di un mutuo (si tratta di due cause diverse), può subire una trattenuta di 1/2 dello stipendio;

– se il debitore viene aggredito sia dal fornitore “A” che dal fornitore “B”, entrambi non pagati per due crediti diversi, il pignoramento potrà spingersi fino a massimo 1/5 (infatti, si tratta della medesima causa);

– se concorrono nello stesso tempo Equitalia, una banca e la ex moglie (tre cause diverse) il pignoramento può essere di massimo 1/2.

note

[1] Art. 545 co. 5 cod. proc. civ.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI