Diritto e Fisco | Articoli

Bonus disoccupati, quando se ne ha diritto?

19 novembre 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 19 novembre 2015



Sgravio contributivo per assunzione disoccupati: ipotesi ammesse ed escluse, compatibilità con altre agevolazioni.

L’Inps ha recentemente pubblicato dei chiarimenti sulla spettanza del diritto all’esonero contributivo per l’assunzione di soggetti privi di occupazione, meglio noto come Bonus disoccupati.

Tale bonus spetta, in via generale, in caso di instaurazione di rapporto subordinato a tempo indeterminato, per chi risulta privo di occupazione (a tempo indeterminato) da oltre 6 mesi: il bonus è pari ai contributi dovuti all’Inps dal datore di lavoro, sino ad un massimo di 8.060 Euro l’anno, ma deve essere riproporzionato per i lavoratori part time e per gli assunti in corso d’anno. La durata del beneficio è di 36 mesi.

Vediamo ora quali sono le ipotesi particolari in cui spetta il bonus, quali quelle che non ne danno diritto, e quali sono le agevolazioni compatibili.

Lavoratore con contratto a tempo determinato

Se il dipendente assunto aveva, nei 6 mesi precedenti, un contratto a termine, il bonus per l’assunzione a tempo indeterminato spetta comunque.

Lavoratore Co.co.co. o Partita Iva

Anche in questo caso, non avendo il soggetto un rapporto a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti, avrà pieno diritto all’agevolazione.

Lavoratore con contratto a tempo indeterminato all’estero

Qualora, invece, il dipendente neoassunto avesse, nei 6 mesi precedenti, un rapporto a tempo indeterminato svolto all’estero, non si avrà diritto al Bonus (anche laddove non assicurato, in quanto non obbligato dalla normativa dello Stato estero)

Lavoratore con 2 contratti a tempo indeterminato

Se il dipendente è assunto da due diversi datori di lavoro, con due rapporti part time a tempo indeterminato, il bonus è ammesso per entrambi i rapporti: andrà, logicamente, riproporzionato in ragione delle ore di lavoro svolte presso ciascuna azienda, ed inoltre è necessario che la data di assunzione sia la stessa (diversamente, configurandosi un precedente rapporto a tempo indeterminato, si perderebbe il diritto per il rapporto successivo).

Lavoratore con periodo di prova non superato

Qualora il dipendente abbia avuto un precedente rapporto a tempo indeterminato, cessato per mancato superamento del periodo di prova, non avrà più diritto al bonus.

Cambi di appalto di servizi

Nelle ipotesi in cui vi sia un cambio di appalto di servizi, ed un dipendente, già a tempo indeterminato, transiti dalla ditta cedente alla subentrante, costituendo un nuovo rapporto a tempo indeterminato, il bonus non spetta.

 

Trasferimento d’azienda

Nel caso di trasferimento d’azienda, invece, non instaurandosi un nuovo rapporto di lavoro, ma proseguendo il precedente contratto, il dipendente continuerà ad aver diritto al bonus.

Avrà ugualmente diritto al bonus anche in caso di in caso di fusione per incorporazione, o di trasferimento di ramo d’azienda.

Lavoro intermittente

Qualora, nel periodo dal 1 ottobre 2014 al 31 dicembre 2014, il dipendente sia già stato assunto dallo stesso datore di lavoro a tempo indeterminato, ma con contratto intermittente (o a chiamata, noto anche come Job-on-call), il bonus spetterà comunque.

Precedente rapporto agevolato

Qualora tra il dipendente e l’azienda che assume sia già intercorso un precedente rapporto agevolato, o lo stesso rapporto abbia riguardato una società controllata o collegata, o facente capo allo stesso soggetto, anche per interposta persona, non si avrà diritto al bonus.

Somministrazione

Lo sgravio spetta anche per i lavoratori assunti con contratto di somministrazione a tempo indeterminato, sia nel caso in cui la missione presso l’utilizzatore sia a tempo indeterminato, sia nel caso di missione a tempo determinato.

L’esonero vale anche nei periodi di disponibilità, nei quali il dipendente non è presso alcun utilizzatore.

Maternità

Nei periodi di maternità obbligatoria il bonus è sospeso, ed il periodo di fruizione dell’agevolazione, pari a 36 mesi, è differito.

Bonus disoccupati e altre agevolazioni

Il Bonus disoccupazione è compatibile con la generalità degli incentivi all’assunzione, esclusi i Bonus donne disoccupate e over 50 (che prevede uno sgravio del 50% dei contributi a carico dell’azienda, per disoccupati over 50 da oltre 12 mesi, e per donne disoccupate da oltre 6 mesi, per determinati settori lavorativi e territori, o da oltre 24 mesi, negli altri casi);

È però possibile godere prima dell’agevolazione donne e over 50, per un rapporto a termine, poi del bonus disoccupati, per la trasformazione a tempo indeterminato dello stesso contratto.

note

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI