HOME Articoli

Lo sai che? Incidente in uscita da un parcheggio

Lo sai che? Pubblicato il 19 aprile 2018

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 19 aprile 2018

Immettersi nel traffico da un’area di sosta. Precedenza e accorgimenti da adottare. Incidente provocato. Codice della Strada e regolamenti. Responsabilità esclusiva.

Stavate circolando regolarmente con la vostra vettura, allorquando siete stati imprevedibilmente urtati da un’auto in uscita dal parcheggio. Avete subito dei danni, ma il conducente di questo veicolo sostiene che siete anche voi responsabili dell’accaduto, poiché eravate distratti: ma è così? Non sarebbe più logico attribuire l’esclusiva responsabilità a chi doveva concedere la cosiddetta precedenza? Cosa prevede la legge sulla responsabilità per un incidente in uscita da un parcheggio? Di chi è la colpa? Vediamolo insieme in questa rapida scheda.

Uscita da un parcheggio: la precedenza

La casistica dei sinistri stradali è vastissima: un po’ tutti, almeno una volta, siamo stati coinvolti in un incidente e di conseguenza ci siamo poi chiesti se eravamo o meno colpevoli rispetto allo stesso.

Ebbene, quando si esce da un parcheggio, è risaputo che bisogna tenere una condotta di guida prudente ed attenta. La legge, a questo proposito, stabilisce che per immettersi nel flusso del traffico, il conducente deve essere sicuro di eseguire la manovra senza creare pericolo o intralcio agli altri veicoli, valutando la loro posizione, la distanza e la direzione. Egli, altresì, deve segnalare in anticipo la propria intenzione d’immettersi nel flusso della circolazione. La descritta segnalazione deve avvenire in modo appropriato, attraverso gli indicatori di direzione (cosiddette frecce), che dovranno rimanere accesi sino al termine della manovra. È il codice della strada a sancire queste disposizioni, precisando che in questo caso il conducente deve concedere la precedenza ai veicoli che transitano nella strada. La legge, inoltre, dispone che chi viola le predette norme è soggetto alla sanzione amministrativa da euro 41 a euro 168 [1].

Incidente in uscita da un parcheggio: la colpa

Esistono delle disposizioni di legge che regolano il grado di responsabilità tra i conducenti dei veicoli coinvolti in un incidente stradale. Ne abbiamo parlato più diffusamente nell’articolo incidente di chi è la colpa?, che invitiamo il lettore a consultare. Tra queste norme ricordiamo il Regolamento recante la disciplina del risarcimento diretto dei danni derivanti dalla circolazione stradale [2]. Ebbene, secondo l’allegato A del predetto regolamento se il conducente di un veicolo, immettendosi nel traffico proveniente da un’area di sosta o privata, urta un veicolo in circolazione, è responsabile al 100% dell’incidente verificatosi. L’insieme delle norme sopra descritte, quindi, conduce ad una sola direzione: colui che provoca un incidente in uscita da un parcheggio è esclusivamente responsabile per il danno provocato all’altro veicolo ed alle persone in esso trasportate. Questa comporterà l’obbligo risarcitorio a carico dell’assicurazione.

Incidente in uscita dal parcheggio: come giustificarsi?

Alla luce di quanto è stato scritto in precedenza, alcuni potrebbero domandarsi se colui che ha provocato un incidente in uscita da un parcheggio possa giustificarsi in qualche modo. A parere dello scrivente, è possibile, ma si tratterebbe, verosimilmente, di un caso limite. Ad esempio, vedendo un’altra auto che sta per uscire da un parcheggio, si potrebbe ipotizzare un veicolo che si fermi per consentire tale manovra. Ebbene, se nella descritta situazione, un’altra vettura, proveniente da tergo rispetto a quella fermatasi, sorpassa quella ferma e, rientrando, investe l’auto in uscita da un parcheggio, alcun addebito potrà muoversi al conducente di quest’ultima. Egli, infatti, stava compiendo la manovra d’immissione nel pieno rispetto della legge ed alcuna responsabilità potrà essergli attribuita, anche alla luce della spavalda quanto imprudente condotta di guida dell’altro conducente. In conclusione, solo nel caso di circostanze univoche e decisive da un punto di vista della prova in giudizio, è possibile attribuire la colpa dell’incidente al veicolo circolante e non al conducente dell’auto in uscita dal parcheggio. La regola invece vuole che, normalmente, questi sia l’esclusivo responsabile e che la sua assicurazione paghi integralmente i danni subiti dall’altra vettura.

Incidente in uscita dal parcheggio: come comportarsi?

Dopo un incidente, come è noto, il primo passaggio obbligatorio è quello di scambiarsi i dati.  Durante questa circostanza, potreste concordare e sottoscrivere la cosiddetta constatazione amichevole (modulo cid) e, in tal caso, l’ottenimento del risarcimento sarebbe molto più agevole. Tuttavia non è certamente raro, che il conducente dell’altra vettura non ammetta la propria responsabilità oppure addirittura scappi dal luogo del sinistro, ma non prima che abbiate preso la targa. In quest’ultime ipotesi, sarà pertanto necessario attivare la procedura per il risarcimento diretto nei confronti della propria compagnia assicuratrice, la quale dopo avervi liquidato il sinistro, provvederà a recuperare quanto versatovi, dall’assicurazione del veicolo responsabile. Ricordatevi, infine, prima di procedere a qualsiasi richiesta, di verificare la copertura del veicolo che vi ha urtato, soprattutto se è scappato dl luogo dell’incidente: potrebbe non essere assicurato (lo si può fare sul Portale dell’Automobilista). In questo caso, il risarcimento sarà più complesso e dovrà essere indirizzato a carico del Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (F.A.G.V.S.).

note

[1] Art. 154 cod. str..

[2] Dpr n. 254 del 18.07/2006.

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Salve ieri mie sucesso che dopo aver completato la manovra di uscita dal parcheggio in retromarcia e stavo cambiando marcia per proseguire verso luscita noto nello specchio retrovisore sinistro una machina dietro che sta facendo retromarcia per parchegiare verso di me provo a suonare il claxon due volte ma non si ferma prosegue con la manovra fino a quando arriva a sbattere contro di me nel paraurti posteriore con il suo fianco anteriore sinistro a me ha riportato pochi dani solo dei graffi la persona che eseguiva la manovra stava al telefono al momento del impatto dopo un corto scambio di opinioni sie rifiutata di compilare il cid ed e andata via .di chi e la colpa se io stavo fermo ed e lei che mie venuta a dosso..

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI