Diritto e Fisco | Articoli

Contratto di locazione: Ape sempre obbligatoria?

21 Novembre 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 Novembre 2015



È necessario allegare l’Ape al contratto di locazione ad uso abitativo? Bisogna comunque presentare l’Ape in fase di registrazione del contratto all’Agenzia delle Entrate?

L’Ape, ossia l’attestato di prestazione energetica, è il documento che fornisce informazioni sull’efficienza energetica di un immobile. Serve a misurare la quantità annua di energia effettivamente consumata o che si prevede sia necessaria nel normale utilizzo di un immobile (riscaldamento invernale, climatizzazione estiva, produzione di acqua calda). Esso, inoltre, indica la classe energetica in cui si colloca l’immobile e fornisce raccomandazioni per il miglioramento dell’efficienza stessa.

In caso di locazione di singola unità immobiliare, non è obbligatorio allegare l’Ape al contratto di locazione. Tuttavia è necessario inserire nel contratto una clausola con la quale l’inquilino dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione relativa all’attestazione della prestazione energetica degli edifici [1].

In caso di omessa dichiarazione o allegazione, se dovuta, le parti sono soggette al pagamento, ciascuno per la metà, di una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.000 a 4.000 euro per i contratti di locazione di singole unità immobiliari. Se la durata della locazione è inferiore a 3 anni, la sanzione è ridotta della metà.

I controlli e le eventuali contestazioni sulle violazioni saranno svolti dalla Guardia di Finanza o, all’atto della registrazione, direttamente dall’agenzia delle Entrate.

 

Ape e registrazione del contratto di locazione

Nella locazione di singole unità immobiliari, non essendo obbligatorio allegare l’Ape al contratto, in fase di registrazione dello stesso non vi è obbligo di presentare l’attestato di prestazione energetica.

Si ricorda che il contratto di locazione può essere registrato:

– tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate: tale modalità è obbligatoria per gli agenti immobiliari e i possessori di almeno 10 immobili, facoltativa per tutti gli altri contribuenti;

– recandosi di persona nell’ufficio dell’Agenzia delle Entrate territorialmente competente;

– incaricando un intermediario abilitato (professionisti, associazioni di categoria, Caf, ecc…) o altro soggetto munito di delega.

Si ribadisce che l’Ape non va allegata al contratto di locazione, né presentata all’Agenzia delle Entrate solo nelle locazioni di singole unità immobiliari [2].

note

[1] Art. 6, d.lgs. n. 192 del 19.08.2005.

[2] D.l. n. 145/13.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI