Diritto e Fisco | Articoli

Private Outlet bloccato: primo provvedimento contro le truffe online

27 Marzo 2012
Private Outlet bloccato: primo provvedimento contro le truffe online

Primo e storico provvedimento contro le truffe online: l’Antitrust blocca il sito Private Outlet accusato di pratiche commerciali scorrette ai danni dei consumatori.

L’Autorità Garante della Concorrenza e Mercato (AGCM) ha emesso per la prima volta un provvedimento di blocco, nei confronti di un sito Internet, sospettato di pratiche commerciali scorrette. Su segnalazione della Guardia di Finanza, nell’interesse dei consumatori, oggi è pertanto impossibile accedere al sito Private Outlet, noto portale specializzato nella vendita online di prodotti di moda griffati (con sconti sino al 70% rispetto ai prezzi ufficiali).

I poteri accordati in materia all’Antitrust le sono attribuiti dal Codice del Consumo e dal Decreto Legislativo sul Commercio elettronico.

In particolare, la legge prevede che l’Autorità possa disporre, con provvedimento motivato, la sospensione provvisoria delle pratiche commerciali scorrette, ma solo laddove sussista particolare urgenza [1].

Dalle segnalazioni ricevute [2] è emerso che in numerosi casi la società avrebbe consegnato merce diversa da quella ordinata o, addirittura, non avrebbe consegnato alcunché.

A seguito poi dei reclami inoltrati dalla clientela, la società avrebbe fornito per email un codice di spedizione di un noto corriere che avrebbe disconosciuto il codice di spedizione come proprio. Inoltre, nonostante gli inadempimenti suddetti, la società non avrebbe restituito i soldi ricevuti a titolo di corrispettivo, senza peraltro rispondere ai reclami inoltrati via e-mail, limitando anche l’operatività del numero telefonico dedicato al servizio clienti.

 

 


note

[1] Cfr. art. 27 comma 3 del Cod. Consumo e art. 9 del Regolamento sui procedimenti relativi alle pratiche commerciali scorrette.

[2] Per come riferito dall’ADUC, l’Associazione di difesa degli utenti e consumatori, sempre attenta a queste problematiche.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Buongiorno, ho acquistato un paio di Hogan dal portale XXXX
    al momento dell’acquisto c’era scritto prodotto originale ecc…..
    ieri mi è arrivato il pacco e purtroppo ho verificato che si tratta di merce contraffatta al 100% proveniente da hong kong. ho pagato con carta di credito… ho inviato una e mail di richiesta di rimborso e sono in attesa di una “improbabile risposta… si può fare qualcosa?
    infinite grazie

Rispondi a marco Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube