HOME Articoli

News Esenzione Imu e Tasi per comodato a parenti e casa assegnata all’ex

News Pubblicato il 22 novembre 2015

Articolo di




> News Pubblicato il 22 novembre 2015

Esenzione imposta per la casa assegnata all’ex coniuge dopo la causa di separazione o divorzio e in caso di comodato a parenti entro il primo o secondo grado.

L’Imu e la Tasi non si pagheranno più sulla prima casa e non solo: l’esenzione viene estesa anche a tutta una serie di ipotesi ad essa equiparate come nel caso di abitazione concessa in comodato ai parenti entro il primo o, in caso di disabili, anche entro il secondo grado. Le modifiche sono state introdotte al testo della Legge di Stabilità 2016 dopo il passaggio in Senato. Vediamole da vicino.

 

Viene innanzitutto confermata l’esenzione totale da Imu e Tasi per proprietario utilizzatore (inquilino o comodatario).

L’esonero scatta inoltre anche nei seguenti casi:

– immobili non di lusso concessi in comodato a parenti disabili in linea retta o collaterale non superiore al secondo grado;

– gli immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa assegnate ai soci studenti universitari, anche in assenza della residenza anagrafica;

– immobili dati in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado (figli o genitori), risultanti da contratto registrato, a condizione però che nel 2015 il proprietario abbia adibito l’immobile a propria abitazione principale e che nel 2016 sia l’unica unità immobiliare posseduta in tutto il territorio nazionale;

– casa assegnata in sede di separazione e divorzio,

– alloggi sociali e unità non locate dei dipendenti delle Forze armate .

Scatta poi un abbattimento del 25% su Imu e Tasi per le unità immobiliari concesse in locazione a canone concordato.

Per i terreni agricoli si conferma l’esenzione totale Imu relativa ai beni posseduti e condotti da soggetti in possesso della qualifica di Iap e di coltivatori diretti.

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

2 Commenti

  1. guarda che per il comodato non è così semplice; se non fanno modifiche alla camera saranno in pochi a poterlo sfruttare perchè prevede che ci sia un solo appartamento di proprietà e che i genitori lo lascino al figlio e loro vadano in affitto o si trasferiscano all’estero

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI