HOME Articoli

Miscellanea Studi legali: la certificazione di qualità ISO 9001

Miscellanea Pubblicato il 23 novembre 2015

Articolo di




> Miscellanea Pubblicato il 23 novembre 2015

Il nuovo standard SGQ, aggiornato al 2015, che sostituisce quello del 2008, per lo sviluppo di modelli di efficienza organizzativa.

Una certificazione di qualità anche per gli Studi legali e gli altri studi professionali: si chiama EN ISO 9001 e, nella sua ultima versione aggiornata a settembre 2015, garantisce i requisiti per i SGQ, Sistemi di Gestione per la Qualità, lo standard più riconosciuto al mondo per lo sviluppo di modelli di efficienza organizzativa. In questo modo, è possibile avviare un percorso volontario di management, finalizzato a realizzare un modello organizzativo interno (il SGQ) e all’eventuale ottenimento della “certificazione di qualità”.

EN ISO 9001:20015 – Sistemi di gestione per la qualità Requisiti è adatta alle realtà professionali italiane ivi compresi gli Studi legali e sostituisce la precedente UNI EN ISO 9001:2008. Tuttavia, per un periodo transitorio di tre anni (e quindi fino al 14 settembre 2018) le edizioni 2008 e 2015 della norma convivranno, in modo da consentire alle organizzazioni che hanno realizzato il loro sistema di gestione secondo i requisiti della norma edizione 2008, di transitare verso il nuovo modello ISO 9001:2015.

Iso 9001:2015 è utile per chi:

– voglia dimostrare le capacità di lavorare e fornire con regolarità prodotti o servizi in linea con la soddisfazione dei requisiti del cliente e di quelli di normativa cogente applicabili;

– miri ad accrescere la soddisfazione del cliente attraverso l’applicazione efficace del SGQ e relativi processi, con l’obiettivo di migliorarli nel tempo.

Alla base delle valutazioni su cui si fonda la nuova edizione della certificazione di qualità vi sono i seguenti principi:

– focalizzazione sul cliente;

– leadership;

– partecipazione attiva delle persone;

– approccio per processi;

– miglioramento;

– processo decisionale basato sulle evidenze;

– gestione delle relazioni.

La finalità della nuova versione mira ad accrescere la capacità delle organizzazioni che la adottano, di soddisfare pienamente i requisiti (esigenze ed aspettative) dei clienti, fornendo una base solida sul piano organizzativo-gestionale di lungo periodo (si stima che la successiva revisione della norma avverrà nel 2025.

ISO 9001:2015, nello stesso tempo, ha un occhio rivolto al futuro e al globale, in quanto mira a riflettere, in modo anticipatorio, gli scenari sempre più complessi (e competitivi) in cui sono chiamate ad operare tutte le Organizzazioni produttive a livello planetario.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI