Business | Articoli

Come inserire nel 730 l’assegno di mantenimento?

9 Luglio 2016
Come inserire nel 730 l’assegno di mantenimento?

L’assegno di mantenimento va dichiarato, ecco come va inserito all’interno del 730 e nell’Unico Persone Fisiche e come dedurlo dal reddito se versato.

Per la dichiarazione dei redditi di quest’anno chi riceve un assegno di mantenimento dovrà ricordarsi di inserire l’importo relativo percepito durante il 2015.

Il principio che segue difatti la tassazione dell’assegno è il principio di cassa, vale cioè la somma effettivamente percepita non quella che si sarebbe dovuta percepire. Ecco come fare.

Dichiarazione dell’assegno di mantenimento nel 730

Nella dichiarazione dei redditi di quest’anno dovranno essere dichiarati gli importi effettivamente percepiti dal 1 gennaio al 31 dicembre dell’anno 2015 a titolo di assegno mensile di mantenimento conseguente a separazione legale o a divorzio.

L’importo rientra tra quelli assimilati al lavoro dipendente [1].

Dove si dichiarano gli importi percepiti da assegno di mantenimento nel 730 e nell’Unico?

L’assegno di mantenimento, o meglio gli importi percepiti nell’anno derivanti da assegno di mantenimento, devono essere inseriti  nella sezione II del quadro C del modello 730 o nel quadro RC del modello Unico.

Dove si dichiarano gli importi spesi per assegno di mantenimento nel 730 e nell’Unico?

Il coniuge che versa l’assegno di riferimento deve inserire gli importi versati ai fini di dedurli dal reddito complessivo [2].

Anche in questo caso vale il principio di cassa, dunque se sono state versate ad esempio solo 11 mensilità su 12, allora gli importi da dedurre sono relativi a 11 mensilità.

Bisogna tuttavia tenere conto anche delle mensilità 2014, ma percepite durante il 2015: si pensi ad esempio al mese di dicembre che solitamente viene pagato il mese di gennaio, o ai casi in cui dicembre e gennaio sono accorpati in busta paga a febbraio e di conseguenza l’assegno viene ritardato.

Facciamo però un esempio pratico.

Un esempio pratico di applicazione del principio di cassa all’assegno di mantenimento:

  • Mensilità percepite nel 2015: Dicembre 2014, Gennaio-novembre 2015. Questo corrisponde a 12 mensilità (nonostante dicembre 2015 non si stata ancora versata).
  • Mensilità versate mel 2015: Febbraio 2015-Dicembre 2015. Questo corrisponde a 10 mensilità.

note

[1] TUIR, art. 50, lett. i).

[2] TUIR, art. 10, c.1, lett. c).


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube