HOME Articoli

Miscellanea I dipendenti pubblici si ammalano il doppio di quelli del privato

Miscellanea Pubblicato il 26 novembre 2015

Articolo di




> Miscellanea Pubblicato il 26 novembre 2015

Malattia, molto frequente la malattia dopo il weekend per i dipendenti della pubblica amministrazione.

I dipendenti della pubblica amministrazione si ammalano il doppio delle volte rispetto a quelli del settore privato: è quanto risulta all’Osservatorio Inps sulle certificazioni di malattia secondo il quale questa fragilità di salute dei pubblici dipendenti costa ai contribuenti circa 109 milioni di giorni di lavoro, con aumento della spesa pubblica e, soprattutto, riduzione dei servizi ai cittadini.

Solo nel 2014, sono stati trasmessi 11.494.805 certificati medici per il settore privato e 6.031.362 per la pubblica amministrazione, ma se si considera che i dipendenti pubblici sono circa 3 milioni mentre quelli privati sono 13,6 milioni, ne consegue che i giorni di malattia nel pubblico sono stati in media 10,5 mentre nel privato 5,67, ossia l’esatta metà.

Ancora più strana la coincidenza che la malattia cada quasi sempre dopo il weekend, il lunedì.

La durata della malattia è in media di 2 o 3 giorni. Ad assentarsi di più nel privato sono gli uomini (56,1%) mentre nella P.A. sono le donne (69%), forse per via della maggior concentrazione di occupazione di sesso femminile alle dipendenze dello Stato e degli enti locali.

La Lombardia è la regione dove ci si ammala più facilmente (circa 19 milioni di giornate perse); segue a ruota il Lazio (quasi 11 milioni i giorni di malattia nel Lazio). La Regione più virtuosa è la Valle d’Aosta (247.434 giorni di malattia), seguita a stretto giro dal Molise (378mila giornate perse).

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Mi permetto di fare una piccola osservazione sull’articolo che si basa sui dati riportati dall’Osservatorio Inps. In questa statistica ed anche in altre dove si confrontano le assenze per malattia nel pubblico impiego e nel privato sfuggono parecchi dati del settore privato. Per esempio nel settore bancario fino a tre giorni di assenza per malattia non richiedono nemmeno il certificato sanitario; basta una telefonata. Faccio un altro esempio che riguarda le piccole o piccolissime ditte. Io ho lavorato, con regolare contratto, per anni in imprese anche fino a 10-15 dipendenti e per assenze per malattia per pochi giorni i datori di lavoro non mi hanno mai richiesto nessun certificato. Penso che di questi casi in Italia ce ne siano parecchi. Allora come la mettiamo con la statistica? Sono stati valutati anche questi o no?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI