Diritto e Fisco | Articoli

Maggiorazioni sulla pensione, a chi spettano?

26 novembre 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 novembre 2015



Maggiorazione sociale, Quattordicesima, Incremento per soggetti disagiati: i casi di aumento della pensione.

A tutela delle fasce più deboli, l’Inps ha previsto degli aumenti in alcune tipologie di pensioni, dette maggiorazioni. Le principali maggiorazioni sono la Maggiorazione sociale, l’incremento per soggetti disagiati e la cosiddetta Quattordicesima: vediamo insieme i casi in cui si ha diritto all’aumento e la misura delle varie aggiunte sulla pensione.

Maggiorazione sociale

La Maggiorazione sociale [1] è una prestazione rivolta ai pensionati di oltre 60 anni, con trattamento minimo, qualora non possiedano redditi (di qualsiasi natura, anche esenti) che superino determinate soglie. La Maggiorazione sociale spetta in misura maggiore ai pensionati di oltre 65 anni: sia per gli over 60, che per gli over 65, non è soggetta alla disciplina della perequazione automatica.
L’aumento non è automatico, ma è applicato dietro apposita istanza: decorre, difatti,  dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della domanda; può spettare anche in misura ridotta, a seconda dei redditi conseguiti dal pensionato e dall’eventuale coniuge non separato.

Limiti di reddito 2015 per la Maggiorazione sociale
Età Pensionato non coniugato Pensionato coniugato Importo mensile maggiorazione
Oltre 60 anni € 6.531,07 Maggiorazione piena
€ 6.866,86 Maggiorazione parziale
€ 12.361,83 Maggiorazione piena
€ 12.697,62 Maggiorazione parziale
€ 25,83
Oltre 65 anni € 6.531,07 Maggiorazione piena
€  7.605,39 Maggiorazione parziale
€ 12.361,83 Maggiorazione piena
€  13.436,15 Maggiorazione parziale
€ 82,64

Incremento per soggetti disagiati

Grazie ad una nota legge del 2001 [2], a partire dal 2002 è stata introdotta un’ulteriore maggiorazione, detta Incremento per soggetti disagiati , che negli anni è stata aumentata, sino ad arrivare, nel 2015, ad un importo complessivo della pensione in misura pari a 638,83 Euro; tale aumento, però, non è per tutti i pensionati, ma spetta esclusivamente ai soggetti elencati nella seguente tabella:

Prestazione percepita Requisiti degli aventi diritto
Età Contributi
Pensione minima Oltre 70 anni
69 anni
68 anni
67 anni

130 settimane
390 settimane
650 settimane
Assegno o pensione sociale 66 anni
65 anni
910 settimane
1.170 settimane
Oltre 70 anni
Assegno di invalidità civile (invalidi totali)
o pensione di inabilità (stato invalidante al 100%)
Oltre 60 anni

La maggiorazione è erogata se l’interessato non possiede redditi superiori a 8.304,79 Euro (per l’anno 2015), se non coniugato, ed a 14.135,55 Euro, se coniugato.

I redditi da considerare sono:

– redditi assoggettabili all’Irpef, esclusa l’abitazione principale;

– redditi tassati alla fonte;

– redditi esenti (esclusi i trattamenti di famiglia).

Non devono invece essere considerati i seguenti redditi:

– pensioni di guerra;

– indennità di accompagnamento;

– indennità ciechi parziali;

– indennità di comunicazione prevista per i sordi prelinguali;

– indennizzo in favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile;

– importo aggiuntivo previsto dalla legge finanziaria 2001;

– sussidi economici dei Comuni e di altri Enti erogati discontinuamente agli anziani;

Quattordicesima mensilità

I pensionati dai 64 anni in poi, a partire dal 2007 [3], hanno diritto ad una somma aggiuntiva sulla pensione, denominata quattordicesima. Non tutti i pensionati oltre tale età, però, ne hanno diritto, ma solo coloro che risultino titolari di un trattamento pensionistico a carico dell’Ago (Assicurazione generale obbligatoria), o di un fondo sostitutivo, esclusivo o esonerativo della stessa, purchè gestito da enti pubblici di previdenza obbligatoria.

La quattordicesima è determinata sulla base dei seguenti elementi:

anzianità contributiva totale (relativa solo ai trattamenti diretti, e non ai trattamenti in favore dei superstiti, qualora il beneficiario sia titolare di entrambe le tipologie di prestazioni; se il soggetto ha la sola titolarità di pensione ai superstiti, l’anzianità è computata al 60%);

gestione di appartenenza;

– possesso di un reddito non superiore a 1,5 volte il trattamento minimo (esclusi i redditi derivanti da: assegni familiari, indennità di accompagnamento, tfr, arretrati sottoposti a tassazione separata).

La quattordicesima è erogata assieme alla mensilità di luglio, o all’ultima mensilità dell’anno.

Vediamo nella tabella l’ammontare di tale somma aggiuntiva, a seconda degli anni di contributi versati e della soglia di reddito.

Anni di contributi accreditati Ammontare
Quattordicesima
Limite di
reddito 2015
Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi
Fino a 15 Fino a 18 € 336 € 9.796,61
15-25 18-28 € 420 € 10.196,91
Oltre 25 Oltre 28 € 504 € 10.300,61

Maggiorazione pensione agli ex-combattenti

Un’ultima tipologia di maggiorazione è quella che spetta, infine, agli ex combattenti, con decorrenza della pensione successiva al 7 marzo 1968, pari a 15,49 Euro al mese: si tratta di una parte integrante della pensione, pertanto soggetta alla perequazione automatica; non è assorbita nel caso di pensione integrata al minimo.

Pensioni 2015

Ricordiamo, infine, gli importi delle pensioni cosiddette “minime” nel 2015:

Pensione Minima
Importo Mensile
Pensione Sociale
Importo Mensile
Assegno Sociale
Importo Mensile
Invalidità Civile
Importo Mensile
502,39 Euro   369,63 Euro   448,52 Euro   279,75 Euro
Pensione Minima
Importo Annuo
Pensione Sociale
Importo Annuo
Assegno Sociale
Importo Annuo
Invalidità Civile
Importo Annuo
6.531,07 Euro 4.805,19 Euro 5.830,76 Euro 3.636,75 Euro

note

[1] L.388/2000.

[2] Art. 38 L. 448/2001.

[3] L. 127/2007.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. una casalinga di 67 anni, che ha pochissimi contributi versati, invalida civile per l’80 %, ha diritto ad una qualsiasi pensione per poter sopravvivere ?
    Grazie per una eventuale risposta

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI