Diritto e Fisco | Articoli

Quanto costa depositare un testamento dal notaio?

28 novembre 2015


Quanto costa depositare un testamento dal notaio?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 novembre 2015



Vorrei depositare il testamento olografo dal notaio: quanto mi può costare?

Nel momento in cui il testatore intende effettuare un testamento di proprio pugno, quello cioè che viene chiamato “testamento olografo”, può decidere di conservarlo presso di sé (col rischio, però, che alla propria scomparsa nessuno sappia che esista o che il primo che lo rinvenga possa occultarlo), oppure affidarlo a uno o più testimoni (con il rischio di alterazioni, occultamenti, ecc.). Di certo il sistema più sicuro è di affidarlo a un notaio, il quale lo conserverà in cassaforte e provvederà a chiamare gli eredi non appena verrà a conoscenza del decesso del testatore. In tal caso, si parla di testamento segreto e di deposito fiduciario.

Molti notai svolgono questo servizio gratuitamente, altri invece prendono un onorario di circa 500 euro.

In ogni caso, il professionista provvederà, con la morte del testatore, a pubblicare il testamento in proprio possesso e, per tale diversa e ulteriore attività, dovrà essere pagato dagli eredi all’atto dell’apertura della successione. In ogni caso tale attività è comunque necessaria anche nel caso di testamento olografo non affidato al notaio.

Come si fa il testamento segreto

Il testamento segreto segue le stesse regole del testamento olografo (salvo quello che qui di seguito si dirà) e può essere redatto seguendo lo stesso fac simile; è scritto dal testatore o da un terzo e poi consegnato in busta chiusa al notaio affinché lo custodisca e lo renda pubblico dopo la morte del testatore.

Questo tipo di testamento permette al testatore di raggiungere due obiettivi:

– tenere celato il contenuto delle sue ultime volontà agli eredi che così non potranno esercitare su di lui le consuete pressioni;

– avere la sicurezza circa la conservazione e la pubblicazione dopo la morte del testamento ad opera del notaio depositario.

Bisognerà avere accortezza a lasciare in casa, tuttavia, l’indicazione del notaio ove è stato depositato il testamento, altrimenti per gli eredi potrebbe essere difficile, se non impossibile, venire a conoscenza dell’esistenza del testamento. A riguardo suggeriamo la lettura della nostra guida “Come trovare un testamento”.

A differenza del testamento olografo, il testamento segreto non necessita dell’autografia del testatore: pertanto può essere scritto al computer o da terzi, ma in questo caso deve essere firmato dal testatore anche in ciascun mezzo foglio unito o separato al fine di evitare sostituzioni o aggiunte di fogli staccati.

Non è necessario indicare la data, in quanto farà fede quella dell’atto di ricevimento.

Quindi si passa alla consegna al notaio. Il testatore, in presenza dei testimoni, consegna personalmente la carta in cui sono stese le disposizioni o il suo involto al notaio dopo averla sigillata oppure da sigillare in presenza del notaio e dei testimoni. Il testatore dichiarano contestualmente che nella carta consegnata è contenuto il suo testamento: tale dichiarazione non richiede particolari formalità.

Il notaio scrive l’atto di ricevimento che deve essere sottoscritto dal testatore, dai testimoni dallo stesso notaio, sulla carta in cui è scritto o involto il testamento (o su ulteriore predisposto dal notaio). Nell’atto di ricevimento devono essere indicati il fatto della consegna, la dichiarazione del testatore, il numero e l’impronta dei sigilli e l’assistenza dei testimoni a tutte le formalità.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Mi sapreste indicare un notaio in Roma che pubblica un testamento olografo il mio possesso a prezzi modici?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI