Diritto e Fisco | Articoli

Concorso scuola 2016, come prepararsi

4 dicembre 2015 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 4 dicembre 2015



Maxi concorso docenti 2016: bando pubblicato a breve, prove d’esame e materie previste.

 

Mentre il bando ufficiale per il Concorso Docenti 2016, che sarebbe dovuto essere pubblicato entro il primo dicembre, ancora si fa attendere, sono già emersi nuovi dettagli sulle prove d’esame e sulle materie che verranno affrontate nelle verifiche.

Nel dettaglio, i bandi saranno 3, uno per la scuola dell’infanzia e primaria, uno per la secondaria, di primo e secondo grado, ed uno per il sostegno: i posti a concorso sono in tutto 63.700.

Vediamo, nel dettaglio, le indiscrezioni trapelate dalla Commissione su tutte le verifiche previste, e le materie sulle quali verteranno.

Test Preselettivo

La temuta preselezione, da quanto noto sinora, sarà prevista solo per la scuola primaria e dell’infanzia. Il test d’ingresso dovrà essere svolto entro la primavera 2016, per permettere lo svolgimento delle altre prove successive, e consentire ai docenti di entrare in ruolo per tempo, a settembre 2016.

La maggior parte delle domande, che in totale saranno 60, a risposta multipla, riguarderà l’ambito logico-attitudinale: dato che i quiz logici sono molto diversi tra loro, una previsione precisa sui quesiti sarebbe azzardata. Tuttavia, in base alle notizie emerse, tra i vari generi possibili, la maggioranza riguarderà il ragionamento logico-verbale, ed in particolare il ragionamento critico-verbale, cioè la comprensione del testo; probabili anche quiz sul ragionamento critico-numerico e sugli insiemi.

Può risultare sicuramente utile esercitarsi sui test preselettivi somministrati nel precedente concorso del 2012: analizzate con calma, durante il tempo libero, buona parte di questi quiz non causa particolari problemi nella risoluzione. Tuttavia, è prudente esercitarsi il più possibile per velocizzarsi, poiché, durante il concorso, influiscono notevolmente sia il fattore emotivo che il fattore tempo: è probabile, difatti, che il tempo a disposizione per ogni singolo quiz sia esiguo, al fine di ridurre al minimo il numero dei partecipanti.

Una parte della prova preselettiva si baserà, comunque, sulle competenze digitali e di lingua inglese: spazio al ripasso, allora, anche per queste materie.

Prima Prova

La prima prova, in base alle indiscrezioni diffuse, sarà computer based, e consisterà in 28 domande, sia a risposta multipla che a risposta aperta sintetica. Tra le 28 domande, verosimilmente 5 saranno in lingua straniera (inglese, per la scuola primaria e dell’infanzia).

Prova orale

La prova orale, distinta per ciascun posto o classe di concorso, avrà per oggetto le discipline relative alla classe d’insegnamento, e valuterà la padronanza e la capacità di trasmissione da parte dell’aspirante docente, nonché le competenze in merito alla progettazione didattica, anche servendosi delle nuove tecnologie (ICT). In base a quanto reso noto, la verifica consisterà in una lezione simulata, della durata di 45 minuti: i primi 15 minuti saranno dedicati a motivare le scelte didattiche.

Prova pratica

È molto probabile, infine, lo svolgimento di una prova pratica di laboratorio per i docenti ITP.

Concorso insegnanti 2016: chi potrà candidarsi?

Potranno candidarsi al maxi concorso i Docenti in possesso di abilitazione all’insegnamento, quindi chi ha conseguito il Tirocinio Formativo Attivo ( TFA) e chi ha effettuato Percorsi Abilitanti Speciali (PAS).

 

Concorso insegnanti 2016: come saranno suddivisi i posti

La suddivisione dei posti messi a bando è la seguente:

scuola dell’infanzia: 6.800 posti;

scuola primaria: 15.900 posti;

scuola secondaria di I grado :13.800 posti;

scuola secondaria di secondo grado:16.300 posti;

– sono poi previsti circa 10.900 posti per gli insegnanti di sostegno.

Non è ancora sicura, invece, la suddivisione dei posti per classi di concorso, ma è certo che le discipline più richieste dagli istituti saranno matematica, lingue (specialmente l’inglese) ed italiano.

Dopo questo concorsone, bisognerà aspettare almeno sino al 2019 perché siano pubblicati nuovi bandi.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI