Diritto e Fisco | Articoli

Controlla se hanno cancellato l’ipoteca, in pochi click

2 Agosto 2016 | Autore:


> Business Pubblicato il 2 Agosto 2016



Un nuovo servizio per controllare online l’avanzamento della cancellazione di ipoteca: la “Interrogazione del registro delle comunicazioni”.

A partire dall’8 luglio l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione del cittadino un nuovo strumento di consultazione online, nell’ottica di semplificare tramite il web le infinite file presso gli sportelli, spesso per delle semplici verifiche. Si tratta del servizio di “Interrogazione del Registro delle comunicazioni”, grazie al quale sarà possibile conoscere, passo passo, lo stato della pratica di cancellazione dell’ipoteca; un’operazione che prima era possibile solo tramite consegna cartacea di un apposito modulo presso gli sportelli dei Servizi di pubblicità immobiliare delle direzioni provinciali dell’Agenzia.

Differenza tra estinzione e cancellazione dell’ipoteca

Mentre l’estinzione dell’ipoteca comporta l’annullamento della stessa, vale a dire che da quel momento essa non vale più a garanzia del credito per il quale era stata iscritta; la cancellazione è atto materiale, che  consiste nella definitiva eliminazione di ogni tipo di formalità iscritta nel registro immobiliare. E’ un passaggio fondamentale, perché solo da quel momento il bene immobiliare potrà considerarsi “libero” da ipoteche.

Ferma restando la possibilità di chiedere la cancellazione tramite un atto notarile, generalmente spetta alla banca comunicare all’Agenzia del Territorio l’estinzione avvenuta. Ma si sa, i tempi della burocrazia sono spesso lunghi. Vediamo in dettaglio i vari passaggi.

Come avviene la cancellazione?

Come stabilito dalla legge, ai fini di cui all’articolo 2878 del codice civile e in deroga all’articolo 2847 del codice civile, l’ipoteca iscritta a garanzia di obbligazioni derivanti da un contratto di mutuo si estingue automaticamente alla data di estinzione dell’obbligazione garantita.

Il creditore rilascerà pertanto al debitore una quietanza attestante la data di estinzione dell’obbligazione e trasmetterà al conservatore la relativa comunicazione entro trenta giorni dalla stessa data, senza alcun onere per il debitore e secondo le modalità determinate dall’Agenzia del territorio. Il creditore invierà una comunicazione di estinzione del debito al competente ufficio di pubblicità immobiliare dell’Agenzia – Servizio di pubblicità immobiliare. La comunicazione del creditore deve essere sottoscritta con firma digitale ed inviata esclusivamente per via telematica e, per assicurarle idonea pubblicità, è stato istituito il Registro delle comunicazioni.

Il conservatore, accertata la presenza della comunicazione di cui al medesimo comma ed in mancanza della comunicazione di cui al comma 3, procede d’ufficio alla cancellazione dell’ipoteca entro il giorno successivo e, fino all’avvenuta cancellazione, rende comunque conoscibile ai terzi richiedenti la comunicazione dell’estinzione.

Il servizio di Interrogazione del Registro delle comunicazioni

Oggi i cittadini potranno conoscere lo stato esatto in cui si trova la pratica di cancellazione dell’ipoteca attraverso pochi click, verificando così, ad esempio, se la pratica è in stata presa in carico, se vi è stata la cancellazione dell’ipoteca, o se vi è qualche problema in relazione ad essa. Il servizio è gratuito e consente di accedere alle informazioni solo fornendo il codice fiscale del debitore. Si utilizzano i servizi telematici Entratel e Fisconline. L’accesso, per il quale è richiesta una preventiva registrazione, è attualmente consentito alle sole persone fisiche.

Quali sono i possibili risultati dell’interrogazione

L’ interrogazione del Registro delle comunicazioni può dare diversi risultati:

  • non ricevibile: la comunicazione non è stata presa in carico dall’ufficio, perché mancano o sono errati i dati indispensabili per la cancellazione
  • non eseguibile: la cancellazione non può essere eseguita per ragioni di tipo giuridico (per esempio, il creditore ha chiesto la permanenza dell’ipoteca).
  • in lavorazione: la comunicazione è stata presa in carico dall’ufficio che la sta lavorando
  • ipoteca cancellata: il procedimento si è concluso con la cancellazione dell’ipotecaAttenzione: la banca dati dei registri immobiliari può contenere dati personali anche di natura sensibile e giudiziaria, tutelati in base al Dlgs 196/2003. L’uso improprio o eccessivo di queste informazioni è punibile ai sensi di legge

Ipoteca: quando l’estinzione non si verifica

Non è un procedimento automatico e necessario, infatti l’estinzione non si verifica se il creditore comunica all’Agenzia del territorio e al debitore, entro il termine di cui al comma 2 e con le modalità previste dal codice civile per la rinnovazione dell’ipoteca, che l’ipoteca permane. In tal caso l’Agenzia, entro il giorno successivo al ricevimento della dichiarazione, procede all’annotazione in margine all’iscrizione dell’ipoteca e fino a tale momento rende comunque conoscibile ai terzi richiedenti la comunicazione di cui al presente comma.

Verifica solo per l’ipoteca volontaria, non per quella giudiziale

Naturalmente tutti ciò vale solo per le ipoteche iscritte a garanzia di mutui e finanziamenti, vale a dire per le ipoteche volontarie. Infatti è ben diverso il caso di ipoteca giudiziale, che può esser cancellata solo ed unicamente tramite un provvedimento del giudice. In tali casi lo strumento permetterà solo di consultare.

note

[1] Decreto legislativo del 1 settembre 1993 n. 385, art.40 bis


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA