Lavoro e Concorsi Concorsi in uscita 2016

Lavoro e Concorsi Pubblicato il 8 dicembre 2015

Articolo di




> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 8 dicembre 2015

Concorsi pubblici 2016: Agenzia delle Entrate, Docenti, Beni Culturali, Enti Internazionali.

Nonostante l’interminabile blocco delle assunzioni, nel 2016 si terranno alcuni maxi concorsi pubblici d’interesse generale: per citare i più importanti, vi sarà una selezione di circa 400 dirigenti nell’Agenzia delle Entrate, di 500 funzionari tecnici nel Ministero dei Beni Culturali, nonché il famoso concorso, del quale si attende il bando in questi giorni, relativo all’assunzione di 63.700 docenti nelle scuole di ogni ordine e grado. Ancora tutto tace, invece, in merito al maxi concorso Inps da 2500 unità; buone opportunità di assunzione sono presenti, poi, negli Enti Internazionali, anche per quanto concerne le sedi italiane.

Vediamo insieme i concorsi più interessanti che saranno indetti nel 2016.

Concorso pubblico Agenzia delle Entrate: 400 dirigenti

È noto da tempo, ormai, che, a causa del polverone suscitato dalla sentenza della Corte Costituzionale (che aveva dichiarato illegittime le assegnazioni di incarichi dirigenziali a funzionari ordinari senza concorso), sia stata impressa una forte accelerata all’indizione di un nuovo concorso per dirigenti, che sarà pubblicato nel 2016.

Il bando in uscita prevedrà l’assunzione di 400 dirigenti (numero ridotto, rispetto a quanto inizialmente previsto, a causa dei limitati poteri di spesa in merito), mediante una procedura per soli esami; si sa già che il 30% dei posti sarà riservato ai dipendenti delle Agenzie Fiscali, e che i nuovi inserimenti dovranno essere effettuati entro il 31 dicembre 2016 (data di scadenza degli incarichi provvisori, per i quali le manifestazioni d’interesse dovevano essere inviate entro il 25 novembre 2015): pertanto, entro fine 2016, l’iter concorsuale dovrà essere concluso.

Concorso pubblico Agenzia delle Entrate 400 dirigenti: chi potrà partecipare

Pur essendo vero che il 30% dei posti sarà riservato a funzionari delle Agenzie Fiscali, è altrettanto vero che il 70% delle posizioni (pari a 280 posti) sarà disponibile per i candidati esterni.

Non essendo stato ancora pubblicato il bando, non è possibile conoscere il dettaglio ei requisiti, ma è certo, riferendosi ai precedenti concorsi per incarichi dirigenziali, che sarà necessaria la laurea specialistica, magistrale o del vecchio ordinamento, oltre ad una precedente esperienza, almeno quadriennale, in posizioni dirigenziali ed equivalenti.

Concorso pubblico Agenzia delle Entrate 400 dirigenti: materie d’esame

Per quanto concerne le materie d’esame, inerenti all’ambito giuridico ed amministrativo, qualora, come probabile, si ricalchino le previsioni del precedente concorso, saranno presenti:

– diritto tributario;

– scienza delle finanze;

– diritto amministrativo;

– ordinamento e attribuzioni dell’Agenzia delle Entrate;

– pianificazione, organizzazione e sistemi di controllo;

– gestione delle risorse umane;

– gestione delle risorse materiali;

– gestione dei sistemi informativi;

– il sistema catastale, di pubblicità immobiliare, strumenti e tecniche estimali.

Concorso pubblico Beni Culturali: 500 tecnici

In deroga al blocco della assunzioni, vista la forte carenza d’organico, è stata stabilita, con la legge di Stabilità 2016, l’indizione di un maxi concorso nel Ministero dei Beni Culturali: il concorso 2016 riguarderà 500 figure tecniche, mentre l’assunzione dei 200 funzionari amministrativi necessari sarà rimandata ad un secondo momento. Le immissioni in ruolo sono previste per il 2017.

Nel dettaglio, i 500 funzionari dell’area tecnica dovranno appartenere alle seguenti categorie:

architetti: laureati in Architettura, Ingegneria Edile-Architettura o in Scienze dell’Architettura; tali figure opereranno soprattutto nell’ambito delle autorizzazioni paesaggistiche;

archeologi: dovranno essere in possesso del diploma di specializzazione o del dottorato di ricerca;

restauratori: dovranno essere in possesso della relativa qualifica professionale;

bibliotecari: dovranno essere in possesso della relativa qualifica professionale;

storici dell’arte: dovranno aver conseguito il corso di laurea in Storia dell’Arte, o concluso il corso di studi nella relativa scuola di specializzazione;

antropologi e dermoetnoantropologi: dovranno aver concluso i percorsi relativi alla professione;

addetti alla comunicazione e alla promozione: dovranno essere laureati in materie Economiche, Scienze della Comunicazione e similari.

Concorso pubblico docenti 2016: 63.700 posti

Il concorso dell’anno, del quale, come abbiamo detto, si aspetta il bando in questi giorni, sarà quello relativo alla scuola, tramite il quale si prevede l’inserimento di ben 63.700 docenti, così suddivisi:

scuola dell’infanzia: 6.800 posti;

scuola primaria: 15.900 posti;

scuola secondaria di I grado : 13.800 posti;

scuola secondaria di secondo grado: 16.300 posti;

insegnanti di sostegno: 10.900 posti.

Tra le notizie rese note in merito alla procedura di selezione, sono sicure le seguenti:

prova preselettiva: ci sarà una prova preselettiva solo per la scuola primaria e dell’infanzia, con 60 domande a risposta multipla, tra quiz logico-attitudinali e test d’inglese e d’informatica;

verifica scritta: è certa anche la presenza di una prova computer based, con 28 quesiti, di cui 5 i inglese, a risposta multipla o aperta –sintetica;

verifica orale: vi sarà poi un colloquio finale con la commissione, che consisterà in una lezione simulata di 45 minuti.

 

Concorso Inps 2500 posti

Del concorso Inps, che dovrebbe prevedere un minimo di 2.500 posti, anche se le reali esigenze sarebbero di oltre 3.000 impiegati, si parla da tempo, dato il pensionamento di oltre 5.000 unità. Per il 2016, tuttavia, non è stato reso noto alcuno stanziamento di risorse, senza contare, poi, che prioritariamente avrebbero diritto all’ingresso i dipendenti in mobilità provenienti dagli Enti Locali.

Le sorprese, comunque, non sono da escludere, e per chi pensa che non sia mai troppo presto per prepararsi, si consiglia il ripasso delle materie in ambito giuridico-economico ed amministrativo in particolare, per i profili amministrativi e contabili, nell’ambito informatico e dell’organizzazione aziendale per i profili tecnici.

Per tutti, poi, sono imprescindibili le seguenti materie:

-elementi di diritto del lavoro e della previdenza sociale, elementi di diritto civile, ordinamento e attribuzioni dell’INPS, ed una lingua straniera a scelta tra inglese, francese, tedesco e spagnolo.

 

Concorsi Enti Internazionali

Diverse, infine, sono le possibilità negli enti internazionali: sono difatti appena stati pubblicati diversi bandi, per un totale di circa 230 posti; vediamoli nel dettaglio.

Onu: 29 posti

Le Nazioni Unite selezionano varie figure, che si occuperanno specialmente della preparazione di analisi e rapporti su politiche attivate e buone pratiche.

I requisiti richiesti sono:

laurea magistrale o master in scienze politiche, relazioni internazionali, economia politica, diritto internazionale;

-in alternativa, laurea triennale con 2 anni di esperienza;

inglese fluente.

Il bando scade il 15 gennaio 2016; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.unric.org/it/opportunita-di-lavoro-e-tirocinio.

Osce:50 posti

L’Osce seleziona 50 differenti figure, i cui requisiti sono:

laurea in scienze politiche o sociali, relazioni internazionali, giurisprudenza;

– almeno sei anni di esperienza professionale nell’ambito d’interesse;

inglese fluente.

Il bando scade il 17 dicembre 2015; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.osce.org/employment.

World health organization: 37 posti

La World health organization seleziona diverse figure, laureate in scienze infermieristiche, medicina, igiene o sanità pubblica, ed offre un contratto di almeno 3 mesi con possibilità di prolungamento.

Requisiti: laurea magistrale in scienze infermieristiche, medicina, igiene o sanità pubblica.

Il bando scade il 25 dicembre 2015; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.who.int/employment/en/.

Nato: 28 posti

La Nato seleziona laureati in ingegneria civile, meccanica o elettro-meccanica, con almeno 4 anni di esperienza. È necessario un Inglese fluente, assieme alla conoscenza della lingua francese.

Il bando scade il 16 dicembre 2015; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.nato.int/cps/en/natohq/recruitment.htm.

Fmi :10 posti

Il Fondo Monetario Internazionale offre contratti a tempo determinato di 3 anni per le figure aventi i seguenti requisiti:

laurea o dottorato in economia;

– almeno 5 anni di esperienza e competenze sulle questioni fiscali;

inglese eccellente e, preferibilmente, anche francese o spagnolo.

Il bando scade l’11 dicembre 2015; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.imf.org/external/np/adm/rec/recruit.htm.

Banca Mondiale : 20 posti

Anche la World Bank offre contratti a termine della durata di 3 anni, ai lavoratori che possiedono i seguenti requisiti:

laurea magistrale in economia, con dottorato di ricerca;

– almeno 3 anni di esperienza nell’analisi e nella gestione di grandi dataset;

Il bando scade il 14 dicembre 2015; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.worldbank.org.

Bce:25 posti

La Bce offre un contratto di 5 anni con possibile conversione a tempo indeterminato.

I requisiti richiesti sono:

Laurea magistrale in matematica, fisica, statistica o econometria;

laurea triennale con almeno 4 anni di esperienza;

– ottimo inglese.

Il bando scade il 17 dicembre 2015; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: https://jobs.bce.ca/.

Bei: 19 posti

La Banca Europea d’Investimento offre contratti di 4 anni ,con possibilità di conversione a tempo indeterminato.

I requisiti richiesti sono:

Laurea in informatica o assimilabile;

– almeno 5 anni di esperienza nella comunicazione digitale;

– conoscenza di inglese e francese.

Il bando scade il 16 gennaio 2016; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.eib.org/about/jobs/index.htm.

Europol: 13 posti

L’Europol offre contratti di 5 anni rinnovabili per altri 4 anni, con uno stipendio base tra 5.612 e 5.848 euro.

I requisiti richiesti sono:

laurea magistrale e 6 anni di esperienza qualificata;

– in alternativa, laurea triennale con 7 anni di esperienza professionale;

inglese eccellente.

Il bando scade il 31 dicembre 2015; per conoscere le modalità d’invio delle domande, è necessario accedere al seguente indirizzo: www.europol.europa.eu/vacancies.

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI