Diritto e Fisco | Articoli

Mantenimento: non si deduce dalle tasse l’assegno unico

9 dicembre 2015


Mantenimento: non si deduce dalle tasse l’assegno unico

> Diritto e Fisco Pubblicato il 9 dicembre 2015



Separazione e divorzio: l’assegno una tantum non è deducibile neanche se pagato a rate.

Non è deducibile dalle tasse l’assegno divorzile corrisposto in unica soluzione, neppure se il pagamento avviene a rate. È quanto chiarito dalla Commissione Tributaria Regionale della Lombardia in una recente sentenza [1].

La legge [2] consente la deducibilità per gli assegni corrisposti al coniuge in maniera periodica e non anche per quelli erogati in una sola soluzione (cosiddetto assegno “una tantum”). Il contribuente, pertanto, che abbia dedotto dalle tasse tale importo si ritroverà oggetto di accertamento ai fini del pagamento della maggiore imposta e, in caso di omesso versamento, vittima della cartella esattoriale di Equitalia.

Questo orientamento, secondo la Ctr, oltre ad essere imposto dalla lettura della norma che non lascia spazio a interpretazioni estensive, è anche conforme all’orientamento della Corte Costituzionale [3] per la quale, le due forme di pagamento dell’assegno divorzile (periodica e in unica soluzione), pur avendo entrambe la funzione di regolare i rapporti patrimoniali derivanti dal venir meno del vincolo matrimoniale, sono diverse sotto vari profili.

Anche la Cassazione [4] propende per la non deducibilità dell’assegno divorzile determinato in un importo definito una tantum e dunque non suscettibile di revisione periodica.

Le conclusioni non cambiano se il versamento avviene ratealmente: tale forma di erogazione, infatti, rappresenta una “mera modalità di pagamento dell’importo pattuito tra le parti” che lascia immutata la natura di attribuzione patrimoniale definitiva, essendo diretta a regolare “una volta per tutte i rapporti tra le parti”.

note

[1] CTR Lombardia sent. n. 2465/27/2015.

[2] Art. 10 del Tuir (Dpr 917/1986).

[3] C. Cost. sent. n. 383/2001.

[4] Cass. sent. n. 23659/2006.

Autore immagine: 123rf com

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI