Diritto e Fisco | Articoli

Parcheggi in condominio insufficienti: i turni valgono per tutti

11 Dicembre 2015
Parcheggi in condominio insufficienti: i turni valgono per tutti

Anche chi non risiede nell’immobile ha diritto a partecipare alla turnazione negli spazi per il posto auto.

Nel caso in cui i parcheggi condominiali siano insufficienti a contenere contemporaneamente le autovetture di tutti i condomini bisogna eseguire la turnazione; tutti i condomini hanno diritto a partecipare ai suddetti turni e nessuno può essere escluso, neanche se non risiede nell’edificio (come nel caso di “seconda casa” o abitazione per uso investimento, casa vacanze, ecc.). Lo ha chiarito il Tribunale di Roma con una recente sentenza [1].

L’assemblea dei condomini non può decidere l’esclusione di alcun condomino dall’uso del bene comune a prescindere dal fatto che risieda o meno nell’edificio. L’uso turnario del parcheggio deve inoltre essere distribuito in modo che tutti i condomini abbiano gli stessi diritti ai posti auto anche se cadenzati in modo diverso.

Infatti, l’uso turnario del cortile comune destinato a parcheggio presuppone solo il diritto di proprietà di un immobile condominiale, prescinde dalla sua estensione e non è vincolato al criterio di residenza, a meno che tali limiti non discendano dal regolamento condominiale di natura contrattuale (ossia da quello approvato all’unanimità) o da una convenzione tra tutti i comproprietari.

Il giudice capitolino ha così annullato due delibere di assemblea, adottate a maggioranza, che avevano escluso dai turni per gli spazi auto di due proprietari solo perché non residenti nell’immobile. A torto, i condomini avevano deciso che solo i residenti potessero utilizzare i posti auto del cortile.

I beni comuni, come il cortile e lo spazio adiacente al palazzo utilizzato per posteggio appartengono a tutti i condomini, a prescindere dall’uso che gli stessi ne possano fare. Né potrebbe essere altrimenti visto che anche i condomini non residenti devono partecipare alle spese di manutenzione e rifacimento del cortile.


note

[1] Trib. Roma sent. del 22.07.2015.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube