Bandi-Concorsi Medici e infermieri: concorso entro il 2018 e assunzioni spot

Bandi-Concorsi Pubblicato il 12 dicembre 2015

Articolo di




> Bandi-Concorsi Pubblicato il 12 dicembre 2015

Emergenza orari negli ospedali: l’emendamento alla legge di Stabilità per far fronte ai nuovi turni imposti dall’Ue contro gli orari massacranti del personale medico.

 

Con l’approvazione dei nuovi orari di lavoro imposti dall’Ue nei confronti di medici e infermieri, volti ad evitare il fenomeno dei turni massacranti, torna di nuovo a galla il problema dell’emergenza personale negli ospedali cui si dovrà trovare una soluzione o con un ulteriore taglio dei “posti letto” oppure con assunzioni spot all’occorrenza. Intanto spunta la carta di un nuovo concorso da concludersi entro il 2018.

È quanto prevede un emendamento alla Legge di Stabilità per il 2016, approvato in tutta fretta dal Governo per far fronte all’emergenza di personale che, a breve, potrebbe risultare in numerose strutture ospedaliere a seguito della nuova regola delle 48 ore di lavoro a settimana e delle 11 ore di riposo consecutive per il personale del Ssn. Il testo della proposta è attualmente in commissione Bilancio della Camera per il voto.
Il tentativo dell’esecutivo è quello di fornire nuova linfa agli organici ospedalieri, attraverso concorsi straordinari entro il 2018. Prima di ciò, le Regioni dovranno individuare i fabbisogni alla luce di una riorganizzazione delle reti ospedaliere sulla base dei nuovi standard e dopo una ricognizione del personale inidoneo da ricollocare opportunamente.

Prima del concorso, tuttavia, le Regioni dovranno mettere mano ai rispettivi portafogli, tamponando alla situazione di emergenza attraverso forme di lavoro flessibile, non oltre il 31 maggio 2016.
La copertura economica potrebbe derivare della riduzione di spesa per la responsabilità medica: infatti il nuovo testo di legge sulla responsabilità professionale dovrebbe produrre risparmi riducendo medicina difensiva e oneri assicurativi. Altra copertura proverrà dal taglio dei posti letto e dalla riorganizzazione della rete ospedaliera che, in linea di massima, significherà la dismissione dei piccoli centri ospedalieri.

Con tali proventi si potrà far fronte, dunque, alle nuove assunzioni.

Il via libera al concorso arriverà entro il 31 maggio dopo l’esame di ben tre diversi tavoli ministeriali. Il 50% dei posti disponibili sarà riservato alla stabilizzazione di medici e infermieri precari e la priorità andrà ai servizi di emergenza-urgenza.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI