Diritto e Fisco | Articoli

Pagamento tredicesima mensilità, tutte le faq

14 Dicembre 2015 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 14 Dicembre 2015



Gratifica natalizia: a chi spetta, quando matura, a quanto ammonta, quando viene erogata.

 

La tredicesima spetta a tutti?

La tredicesima mensilità, o gratifica natalizia, è una mensilità aggiuntiva che viene erogata alla generalità dei lavoratori subordinati, anche se la sua disciplina è demandata ai contratti collettivi; in alcuni casi può non maturare in costanza di contratto. Non è prevista per i lavoratori parasubordinati (Co.co.co. ) salvo diversa pattuizione.

Quando arriva la tredicesima?

La tredicesima è corrisposta dal datore una volta all’anno, normalmente in occasione delle festività natalizie: la data precisa è stabilita dai contratti collettivi o dalla prassi aziendale, se più favorevole.

A quanto ammonta la tredicesima?

L’ ammontare della tredicesima è stabilito dai contratti collettivi; normalmente l’importo è pari alla normale mensilità o alla retribuzione globale mensile di fatto, per il personale con retribuzione mensilizzata, ed è fissato in un determinato numero di ore per i lavoratori con paga oraria.

Nell’ammontare devono essere computati gli elementi retributivi obbligatori, determinati ed erogati con continuità; i contratti collettivi possono includere nel conteggio anche voci non obbligatorie, se determinate e corrisposte con continuità. Ad esempio, sono inclusi nella tredicesima la metà dell’eventuale diaria corrisposta in misura fissa, e l’intera indennità di sede disagiata, nonché l’EDR (elemento distinto della retribuzione).

L’assegno al nucleo familiare è compreso nella tredicesima?

L’ANF non è erogato sulla tredicesima, poiché si tratta di un elemento corrisposto dall’Inps per 12 mensilità.

Lo straordinario è conteggiato per il calcolo della tredicesima?

Non esiste una risposta univoca al quesito: è certo che, laddove non sia continuativo, sia escluso dal conteggio, mentre, se è obbligatorio, continuativo e predeterminato, parte della giurisprudenza ritiene che debba essere computato nella tredicesima, perché rientra nella retribuzione globale di fatto .

Quando matura la tredicesima?

La tredicesima matura nel periodo dal primo gennaio al 31 dicembre. Qualora sia stato prestato servizio tutto l’anno, maturerà in misura intera; laddove, invece, in alcuni mesi non sia stato prestato servizio, matureranno i ratei (dodicesimi) di tredicesima pari ai mesi di lavoro: sono considerate quale mese intero le frazioni di mese superiori ai 15 giorni. I contratti possono comunque prevedere un computo più favorevole al lavoratore. In alcuni casi il diritto matura anche se il lavoratore è assente.

Col contratto part time spetta la tredicesima?

Col contratto di part time orizzontale (servizio prestato in tutte le giornate lavorative, per meno ore), i ratei di tredicesima maturano per intero, anche se l’ammontare sarà, logicamente, proporzionato all’orario effettuato, poiché la base di calcolo è la retribuzione in essere, già riproporzionata all’effettivo orario di lavoro.

Per il part time verticale (servizio prestato con orario full time, ma per un numero minore di giornate) o misto, saranno considerate quale mese intero le frazioni superiori a 15 giorni, e non considerate quelle inferiori, salvo il trattamento di miglior favore previsto eventualmente dall’accordo collettivo: pertanto, il rateo di tredicesima maturerà solo nel primo caso.

Durante il congedo di maternità matura la tredicesima?

Il diritto alla tredicesima matura sia durante il congedo di maternità obbligatoria che durante i permessi per allattamento; non matura, invece, durante la cosiddetta maternità facoltativa, o congedo parentale, a prescindere dal fatto che sia indennizzato o meno.

Durante la malattia matura la tredicesima?

La tredicesima matura sia durante l’astensione per malattia, che durante le assenze per infortunio, ma nel limite del periodo tutelato dal contratto collettivo, cioè del periodo di comporto. Non matura, inoltre, durante le astensioni per malattia del figlio, anche qualora siano indennizzate.

Durante le ferie matura la tredicesima?

La tredicesima matura in misura piena durante le ferie, poiché sono considerate, a tal fine, al pari di un periodo lavorato; parimenti, matura in misura piena anche durante le festività ed i permessi retribuiti (mentre non matura per la fruizione di aspettative o permessi non retribuiti).

Durante lo sciopero matura la tredicesima?

Nelle assenze per sciopero la tredicesima non matura: il datore di lavoro dovrà dunque decurtare la quota relativa ai periodi di sciopero. Per determinare l’importo della decurtazione, si dovrà moltiplicare l’ammontare della tredicesima per il rapporto tra le ore non retribuite e l’ammontare annuo delle ore lavorative (2080, cioè 40 ore per 52 settimane).

Durante il periodo di prova matura la tredicesima?

Durante il periodo di prova il rateo di tredicesima matura in misura intera, ma detto periodo è considerato utile nel caso in cui sia seguito dalla conferma in servizio; normalmente i contratti collettivi rinviano la liquidazione della tredicesima alla conferma in servizio: dunque, se a dicembre il lavoratore è ancora in prova, il rateo andrà corrisposto alla conferma, ma in base alla retribuzione in vigore al 31 dicembre.

Durante la cassa integrazione matura la tredicesima?

Nei periodi di cassa integrazione, sia ordinaria che straordinaria (Cig o Cigo e Cigs), la maturazione ricorre per la sola riduzione dell’orario di lavoro, e non per la sospensione a zero ore.

Ad ogni modo, ciò riguarda soltanto la quota di tredicesima a carico del datore di lavoro, poiché nell’integrazione salariale dell’80%, a carico dell’INPS, è compresa una quota della tredicesima.

Per chi usufruisce del congedo straordinario Legge 104 spetta la tredicesima?

Il congedo straordinario retribuito, previsto per chi assiste familiari portatori di handicap grave, dà diritto a un’indennità commisurata all’ultima retribuzione percepita, comprensiva dei ratei delle mensilità aggiuntive, come la tredicesima; conseguentemente, essendo la tredicesima già compresa nell’indennità erogata dall’Inps, non deve essere erogata due volte.

Posso pagare la tredicesima ogni mese a un lavoratore che me l’ha chiesto, o bisogna sottoscrivere un contratto collettivo?

Qualora sia il lavoratore a richiedere il pagamento di un rateo della mensilità aggiuntiva ogni mese, trattandosi di un trattamento di miglior favore, non ci sarà alcuna necessità di sottoscrivere accordi collettivi.

Come mai il netto della tredicesima è più basso di quello dello stipendio?

La retribuzione netta che figura nel cedolino della tredicesima è, solitamente, minore rispetto al netto della normale retribuzione mensile, poiché sulle mensilità aggiuntive non si applicano le detrazioni (per reddito di lavoro dipendente o per familiari a carico). L’imposizione risulta dunque più elevata per questo motivo.

Come mai nel cedolino della tredicesima non ci sono le addizionali regionali e comunali?

Le trattenute mensili per l’addizionale regionale e comunale a saldo sono effettuate per 11 mensilità, da gennaio a novembre, e l’addizionale comunale in acconto è trattenuta per 9 mensilità, da marzo a novembre: nessuna ritenuta, dunque, è dovuta nelle mensilità aggiuntive.

Sono un operaio edile, mi spetta un rateo di tredicesima ogni mese?

Ai lavoratori del settore edile spetta la tredicesima, detta gratifica natalizia, entro la vigilia di Natale: la mensilità aggiuntiva è erogata dalla Cassa Edile, poiché il datore di lavoro, ogni mese, deve mettere da parte un rateo e versarlo alla Cassa.

note

Autore immagine: 123rf com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

2 Commenti

  1. “Per il part time verticale (servizio prestato con orario full time, ma per un numero minore di giornate) o misto, saranno considerate quale mese intero le frazioni superiori a 15 giorni;”
    quindi in pratica chi lavora con contratto part time verticale non prende la tredicesima, non arrivando mai alle 15gg su 20gg mesili del tempo pieno?

  2. Sapreste spiegarmi perché per i contratti di assegni di ricerca non è prevista la tredicesima mensilità?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI