Autovelox: introdotte nuove funzioni con la legge di Stabilità

17 dicembre 2015


Autovelox: introdotte nuove funzioni con la legge di Stabilità

> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 dicembre 2015



Violazione delle norme sulla rc auto per omessa regolarizzazione della polizza auto e sulla revisione del mezzo.

 

Il temuto autovelox non servirà più solo per elevare le multe per eccesso di velocità: dall’anno prossimo dovrebbe essere utilizzato anche per accertare le violazioni degli automobilisti non in regola con l’assicurazione Rc auto (ossia con il pagamento della polizza sulla responsabilità civile in caso di incidenti stradali) e quelle relative all’omessa revisione periodica dei veicoli (revisione che, come si ricorderà, va effettuata obbligatoriamente dopo quattro anni dall’acquisto per quanto riguarda la prima, e ogni due anni per quelle successive: scaduto il termine senza l’assolvimento di quest’obbligo è interdetta la circolazione. Sul tema leggi “Revisione auto: quando e cosa succede in caso di incidente”).

Queste novità – per quanto lungamente attese – sono frutto di un emendamento approvato alla Legge di Stabilità per il 2016 dalla Commissione Bilancio della Camera. In particolare, la “trasformazione” dell’autovelox da semplice strumento di controllo della velocità a fotocamera utilizzabile anche contro gli automobilisti non ottemperanti all’obbligo della copertura assicurativa è una delle conseguenze della dematerializzazione del contrassegno, oggi non più esposto sul parabrezza dell’auto. La polizia stradale effettua gli accertamenti tramite collegamento, da remoto, ad una banca dati ministeriale in cui vengono riportati gli estremi di polizza di tutti gli automobilisti. E con la costituzione di tale strumento informatico risulta più facile controllare l’assolvimento del pagamento della Rc auto anche attraverso le fotografie del “nuovo” autovelox.

Con un emendamento alla Legge di Stabilità per il 2016 viene modificato il Codice della strada aggiungendo nuove voci nell’elenco delle infrazioni che possono essere accertate con apparecchiature di rilevamento. In particolare si prevede appunto che l’autovelox possa d’ora innanzi accertare anche le violazioni degli automobilisti che non sono in regola con l’assicurazione Rc auto e l’omessa revisione dei veicoli.

Il testo dell’emendamento, atteso oggi per il voto con fiducia alla Camera, richiederà poi l’attuazione del consueto decreto ministeriale che stabilisca le regole tecniche per il funzionamento delle telecamere. Secondo, infatti, l’inziale prospettiva degli organi tecnici, non solo l’autovelox, ma anche tutor e dispositivi per il presidio delle Ztl potranno essere utilizzate per gli stessi scopi.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI