Lavoro e Concorsi | Articoli

Poste Italiane, maxi selezione di postini in tutte le Regioni

17 Dicembre 2015 | Autore:
Poste Italiane, maxi selezione di postini in tutte le Regioni

Maxi reclutamento di Postini in tutt’Italia, inserimenti da febbraio 2016.

 

Il Gruppo Poste Italiane S.p.A., nell’ambito del piano di assunzioni 2015-2020, ha annunciato l’inserimento di nuovi postini, a tempo determinato, in tutte le regioni italiane.

Le assunzioni riguarderanno sia diplomati che laureati, partiranno da febbraio 2016 ed avranno presumibilmente una durata di circa 3- 4 mesi.

Requisiti per l’assunzione

Potranno partecipare alla selezione di Poste Italiane i soggetti in possesso dei seguenti requisiti:

diploma di scuola media superiore con votazione minima di 70/100;

– in alternativa, diploma di laurea, anche triennale, con votazione minima 102/110;

patente di guida in corso di validità;

– idoneità alla guida del motomezzo aziendale (generalmente è utilizzato il modello Piaggio Liberty 125 cc);

– certificato medico di idoneità al lavoro rilasciato dalla ASL di appartenenza, o dal proprio medico curante.

Non sono richieste né esperienze lavorative precedenti, né conoscenze specifiche.

Sedi di lavoro

Le sedi di lavoro, come accennato, riguarderanno tutte le Regioni italiane. Di seguito, l’elenco delle sedi, Regione per Regione:

Abruzzo: L’Aquila, Teramo, Pescara, Chieti;

Basilicata: Potenza, Matera;

Calabria: Cosenza, Catanzaro, Reggio di Calabria, Crotone, Vibo Valentia;

Campania: Caserta, Benevento, Napoli, Avellino, Salerno;

Emilia Romagna: Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì – Cesena, Rimini;

Friuli Venezia Giulia: Udine, Gorizia, Trieste, Pordenone;

Lazio: Viterbo, Rieti, Roma, Latina, Frosinone;

Liguria: Imperia, Savona, Genova, La Spezia;

Lombardia: Varese, Como, Sondrio, Milano, Bergamo, Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Lecco, Lodi, Monza e della Brianza;

Marche: Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno, Fermo;

Molise: Campobasso, Isernia;

Piemonte: Torino, Vercelli, Novara, Cuneo, Asti, Alessandria, Biella, Verbano – Cusio – Ossola;

Puglia: Foggia, Bari, Taranto, Brindisi, Lecce, Barletta – Andria – Trani;

Sardegna: Sassari, Nuoro, Cagliari, Oristano, Olbia – Tempio, Ogliastra, Medio Campidano, Carbonia – Iglesias;

Sicilia: Trapani, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Enna, Catania, Ragusa, Siracusa;

Toscana: Massa – Carrara, Lucca, Pistoia, Firenze, Livorno, Pisa, Arezzo, Siena, Grosseto, Prato;

Trentino Alto Adige: Bolzano, Trento;

Umbria: Perugia, Terni;

Valle d’Aosta: Aosta;

Veneto: Verona, Vicenza, Belluno, Treviso, Venezia, Padova, Rovigo.

Iter di selezione

Il procedimento di selezione è stato recentemente innovato, mediante l’introduzione di un test online, da svolgere dopo l’invio del curriculum. Ecco l’iter nel dettaglio:

– innanzitutto, ci si dovrà registrare al sito web di Poste italiane, e caricare il proprio curriculum;

– si dovrà poi accedere alla Sezione Lavora Con Noi, e candidarsi all’annuncio, inserendo username e password fornite in fase di registrazione;

– dopo aver inviato la propria candidatura, si riceverà una mail all’indirizzo fornito in risposta all’annuncio: la mail conterrà un link per effettuare un test attitudinale online, somministrato dalla Società SHL Italy S.r.l. Unipersonale; naturalmente, all’interno del sito al quale si verrà indirizzati per effettuare la verifica, saranno fornite tutte le istruzioni necessarie;

– i candidati che riusciranno a superare il test saranno contattati direttamente dal personale di Poste Italiane, per effettuare un colloquio motivazionale ed una prova pratica; la verifica pratica consisterà nella guida di un motomezzo 125 cc a pieno carico di posta; qualora il test di guida non sia superato, non si potrà essere assunti.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube