L’esperto | Articoli

Responsabilità medica e parto cesareo con tecnica Stark

21 dicembre 2015 | Autore:


> L’esperto Pubblicato il 21 dicembre 2015



Parto cesareo con tecnica Stark: no responsabilità medica per infezione se l’intervento urgente è correttamente riuscito.

Va esclusa la responsabilità dei medici nel caso di infezione intraoperatoria intervenuta nel corso di parto cesareo trattato con la tecnica di Stark (una tecnica piuttosto diffusa di taglio cesareo rapido, eseguito in circa 15 minuti senza aprire spazi chirurgici superflui, con minore sanguinamento, traumatismo ridotto e un più rapido recupero postoperatorio), quando sia stato accertato che l’intervento era indifferibile ed è stato correttamente eseguito.

Infatti, in caso di prestazione professionale medica, resta a carico del medico l’onere di dimostrare che la prestazione è stata eseguita in modo diligente e che il mancato o inesatto adempimento è dovuto a causa a lui non imputabile, in quanto determinato da un evento non prevedibile né prevenibile con la diligenza nel caso dovuta, in particolare con la diligenza qualificata dalle conoscenze tecnico-scientifiche del momento.

Né rileva che la configurabilità di un evento non evitabile sia stata ricavata dalla consulenza tecnica d’ufficio piuttosto che da elementi di prova desunti da altri mezzi istruttori, poiché il giudice può trarre dalla consulenza tecnica d’ufficio gli elementi di giudizio che ritenga di dover porre a fondamento della propria decisione anche quando siano gli unici acquisiti al processo, ma comunque ritenuti determinanti.

La consulenza tecnica, infatti, può costituire fonte oggettiva di prova quando si risolva anche in uno strumento di accertamento di una situazione ricavabile solo con il concorso di determinate cognizioni tecniche.

Responsabilita-del-Medico

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI