Lavoro e Concorsi INAIL: 276 milioni a fondo perduto

Lavoro e Concorsi Pubblicato il 22 dicembre 2015

Articolo di




> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 22 dicembre 2015

Bando Isi 2015, 276 milioni alle imprese che investono in salute e sicurezza.

 

Rinnovati ed ampliati gli incentivi Inail a fondo perduto per le aziende che vogliono effettuare investimenti nel campo della salute e della sicurezza, grazie al nuovo Bando Isi. Grazie al rinnovo del Bando Isi, le risorse messe a disposizione delle aziende, da parte dell’Inail, sono pari, dal 2010 ad oggi, ad oltre un miliardo e duecento milioni di Euro.

Bando Isi: progetti finanziati

Gli incentivi a fondo perduto, quest’anno, ammontano a ben 276 milioni di Euro, e sono riservati alle imprese che effettueranno le seguenti tipologie di attività, nell’ambito della salute e della sicurezza:

-progetti di investimento finalizzati al miglioramento della salute e della sicurezza in azienda, per i lavoratori dipendenti;

– progetti finalizzati all’adozione o al miglioramento di modelli di organizzazione e di responsabilità sociale;

– progetti di bonifica dei luoghi in cui si svolge l’attività da materiali che contengono amianto.

Ogni azienda può presentare un solo progetto per una sola unità produttiva, che riguardi una delle tre tipologie elencate. Tuttavia, per quanto riguarda i programmi finalizzati all’adozione o al miglioramento di modelli di organizzazione e di responsabilità sociale, l’intervento può essere attuato verso tutti i dipendenti della stessa organizzazione, anche se le sedi di lavoro sono differenti.

Bando Isi: beneficiari

I beneficiari dei contributi a fondo perduto possono essere le imprese di qualsiasi tipo, sia individuali che in forma di società, purché aventi sede nel territorio nazionale e iscritte alla Cciaa (Camera di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura).

Bando Isi: ammontare del contributo

Il finanziamento a fondo perduto erogato alle imprese sarà pari al 65% dei costi inerenti il progetto presentato, relativo a una delle tre tipologie elencate. Sono finanziati i soli costi, e non, ovviamente, l’Iva.

Il minimo contributo erogabile è pari a 5.000 Euro: questo sta a significare che ogni progetto, per essere ammesso, deve prevedere un investimento totale minimo di circa 7.693 Euro. Non è previsto un minimo relativamente ai soli progetti finalizzati all’adozione o al miglioramento di modelli di organizzazione e di responsabilità sociale, per le aziende con meno di 50 dipendenti.

Bando Isi: domande

Le domande per fruire degli incentivi a fondo perduto potranno essere inserite, all’interno del portale web dell’Inail, a partire dal primo marzo 2016, sino al 5 maggio 2016.

I finanziamenti saranno ripartiti sulla base di singoli bandi regionali, che verranno pubblicati nel sito dell’Inail, ed assegnati ad esaurimento, secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande. L’ammissibilità sarà poi concessa in base agli esiti delle verifiche tecniche ed amministrative sui progetti.

Gli esiti delle istanze saranno resi noti dal 12 maggio 2016: le aziende che avranno superato la soglia minima di ammissibilità potranno dunque ottenere il proprio codice identificativo per avere accesso alla procedura informatica inerente.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI