Diritto e Fisco | Articoli

Ministero Beni Culturali, bando pubblico per 60 laureati

25 dicembre 2015 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 25 dicembre 2015



Nuovo bando pubblico di selezione di 60 esperti laureati, nel Ministero dei Beni e delle attività culturali: assunzioni nell’ambito del Giubileo.

Il Ministero dei Beni e delle attività culturali (Mibact) ha appena indetto un nuovo bando, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale [1], per il reclutamento di 60 esperti laureati: i candidati selezionati si occuperanno di diversi incarichi, della durata di 9 mesi, nell’ambito del potenziamento, della tutela e della valorizzazione dei principali luoghi d’interesse culturale statali.

Gli inserimenti sono preordinati alle maggiori esigenze di personale legate al Giubileo, che è iniziato l’8 dicembre 2015 e terminerà il 20 novembre 2016: per partecipare al bando c’è tempo sino al 22 febbraio 2016.

Requisiti

Per partecipare alla Selezione pubblica del Ministero dei Beni Culturali, i candidati dovranno possedere i seguenti requisiti:

– età non superiore a 40 anni;

– cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea;

– conoscenza della lingua italiana, per i cittadini stranieri, adeguata all’incarico conferito;

– godimento dei diritti civili e politici;

– laurea specialistica, magistrale o del vecchio ordinamento, conseguita nell’ambito delle discipline dei beni culturali e paesaggistici, in settori correlati alla tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali;

– diploma di specializzazione, master di secondo livello o dottorato di ricerca nelle discipline legate ai beni culturali e paesaggistici;

– dimostrata esperienza professionale almeno triennale nel settore dei beni culturali e paesaggistici, in attività correlate alla tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali;

– assenza di esclusione dall’elettorato politico attivo;

– assenza di destituzione o di dispensa dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;

– assenza di decadenza dall’impiego per il suo conseguimento mediante la produzione di documenti valsi o viziati da invalidità insanabile;

– assenza di condanne penali, con sentenza passata in giudicato, relative a reati contro la Pubblica Amministrazione.

Procedura di selezione

La procedura di selezione avverrà per titoli e colloquio, mentre non è previsto l’espletamento di quiz preselettivi o verifiche scritte.

Come inviare le domande

Le domande di partecipazione, la cui redazione dovrà essere effettuata secondo le indicazioni riportate nel bando, devono essere presentate attraverso l’apposita procedura online, che sarà resa disponibile sul portale web del Ministero dei Beni Culturali, a partire dalle ore 12.00 del 21 gennaio 2016 e fino alle ore 12.00 del 22 febbraio 2016.

note

[1] GU IV Serie Speciale – Concorsi ed Esami, n.98 del 22/12/2015.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI