Diritto e Fisco | Articoli

Poste italiane condannate per illecito prelevamento da un conto corrente (phishing)

30 Marzo 2012
Poste italiane condannate per illecito prelevamento da un conto corrente (phishing)

Cliente vittima di phishing: condannate Poste Italiane per non aver adottato misure  di sicurezza adeguate ad evitare l’illecito.

Il Tribunale di Siracusa ha condannato Poste Italiane per il danno subito da un loro correntista, vittima di un reato di phishing. In particolare il giudice ha ritenuto che la società Poste Italiane non avesse adottato tutte le misure necessarie ad impedire l’illecito prelevamento di un’ingente somma di danaro da un conto corrente.

Il cosiddetto Codice della privacy prevede infatti, in linea generale, che siano poste in essere una serie di accorgimenti che impediscano la distruzione o la perdita, anche accidentale, dei dati raccolti, l’accesso non autorizzato ed il trattamento non consentito o non conforme alla finalità della raccolta.

Nel caso specifico è stato accertato che le Poste consentirono il prelievo della somma dal conto corrente del titolare senza avere prima verificato l’effettiva provenienza dell’ordinativo dal titolare del conto.

Questo comportamento delle Poste è stato ritenuto dal giudice tanto più grave perché il sistema antifrode aveva rilevato che l’operazione era avvenuta da un indirizzo IP diverso da quello normalmente utilizzato dal titolare del conto.

Come dispone il Codice della privacy, le Poste sono state condannate a risarcire oltre al danno patrimoniale anche quello morale.

di ANGELO FORTE

 



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube