Business | Articoli

Come chiedere il rimborso del Canone Rai

14 Luglio 2016
Come chiedere il rimborso del Canone Rai

Il canone può essere rimborsato se non dovuto, ecco le tempistiche e le modalità di rimborso.

Impazzano sul web e in TV le offerte di gestori di servizi telefonici e televisivi che permettono di avere un rimborso delle 100 euro previste a titolo di Canone Rai in bolletta dal 2016.

Non è solo questo il metodo per ottenere il rimborso, però. Non tutti sanno difatti che nei casi in cui il canone non sia dovuto è possibile richiedere il rimborso allo Stato attraverso un’apposita dichiarazione della quale si attende notizia da parte dell’Agenzia delle entrate. Vediamo i casi in cui ciò sarà possibile.

Come fare richiesta di rimborso del Canone Rai

Per prima cosa bisogna esser chiari sul fatto che non è il gestore dell’energia elettrica a gestire gli addebiti del canone Rai, di conseguenza non è possibile chiedere all’Enel o al gestore incaricato il rimborso.

La Legge di Stabilità 2016 [1], purtroppo, non aveva stabilito le modalità con le quali si può far fronte ad eventuali rimborsi. L’Agenzia delle Entrate entro il 3 agosto 2016 emanerà un provvedimento specifico che conterrà il modulo da compilare e le modalità di invio della domanda di rimborso.

Rimborso Canone Rai:in che tempi si ottiene?

Per ottenere il rimborso è prevista una tempistica che si sostanzia in circa 105 giorni.

Ecco come funziona.

Inoltrata la domanda, per la quale come accennato si attende apposito provvedimento dell’Agenzia delle entrate, potranno trascorrere 60 giorni entro i quali l’Agenzia stessa potrà effettuare le verifiche del caso e stabilire se effettivamente il canone pagato fosse o meno dovuto dal richiedente.

Il riaccredito dell’importo avverrà direttamente in bolletta ed entro i successivi 45 giorni dall’accertamento di detto credito.

Il problema del rimborso per un canone non dovuto, naturalmente, si pone principalmente per coloro i quali avendo la domiciliazione della bolletta sul conto corrente, avranno automaticamente pagato l’importo delle prime rate – che verrà contabilizzato per la prima volta questo mese (70 euro), non avendo disdetto per tempo tale addebito presso il proprio istituto di credito.

Come individuare se il canone è stato addebitato?

Per controllare se la vostra bolletta è stata ingiustamente gravata del canone, dovrete stare attenti al fatto che nella fattura non troverete la dicitura esplicita “Canone Rai”: l’Autorità per l’Energia adeguerà la bolletta alle richieste dell’Agenzia delle entrate che ritiene importante che formalmente il pagamento non parli di Canone RAI, ma di “Canone di abbonamento alla televisione per uso privato“. Il Canone difatti non nasce come tassa destinata direttamente al servizio di Radio e Televisione pubblica, quanto appunto come tassa di possesso degli apparecchi.

Per conoscere tutti i casi in cui si è esentati dal pagamento suggeriamo il nostro approfondimento Canone RAI 2016: requisiti e modalità di esonero.


note

[1] L. 208/2015.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube