Diritto e Fisco | Articoli

Posti di lavoro: caro dipendente, quanto mi costi!

3 Aprile 2012
Posti di lavoro: caro dipendente, quanto mi costi!

Ecco quanto costa un dipendente alle aziende italiane.

Avete idea di quanto costi il lavoro in Italia? Un diritto sacrosanto, quello all’occupazione, che di fatto viene ostacolato da un’imposizione fiscale tra le più pesanti in Europa.

Facciamo un esempio [1].

Un lavoratore dipendente che prende in busta paga uno stipendio netto di 2.000,00 euro, costa all’azienda più del doppio, ossia ben 4.559,00 euro.

La busta paga di questo lavoratore, infatti, si compone delle seguenti voci:

Stipendio lordo ……… 2.963 euro

Inps ………………….. 929 euro

Tfr ……………………. 220 euro

Irap ………………….. 185 euro

Quota 13ma ………… 247 euro

Inail ………………….. 15 euro

Chi assume deve considerare quindi un costo fisso, pressoché perenne, per l’azienda, a fronte di una variabile di guadagno oggi più che mai altalenante. A ciò si aggiunga la consapevolezza, per il datore di lavoro, di non poter licenziare il dipendente inefficiente o poco produttivo se non ricorrono violazioni del rapporto lavorativo talmente gravi da ledere definitivamente la fiducia tra le parti.

Ecco perché le aziende, quando assumono, cercano di sfruttare forme contrattuali più flessibili e meno vincolanti economicamente.

La tutela del lavoratore a volte deve essere condotta più nei confronti dello Stato che dei datori di lavoro.

La foto del presente articolo è un’opera artistica di Dantemanuele De Santis, DS Photostudio, ©. Ogni riproduzione riservata.

 

 


note

[1] I dati sono stati forniti da Primo Mastrantoni, Segretario dell’ADUC.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Sebbene il costo fisso per l’azienda sia elevato e ci siano leggi protettive dei lavoratori, è anche vero che l’azienda non vorrà mai ridurre il suo margine di redditività. L’austerità deve raggiungere a tutti.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube