Business | Articoli

Pensione di reversibilità: incostituzionale la norma “anti-badanti”

16 Luglio 2016 | Autore:
Pensione di reversibilità: incostituzionale la norma “anti-badanti”

Anche i matrimoni brevi hanno diritto all’intera reversibilità: la decisione della corte salva la pensione al coniuge molto giovane.

La Corte Costituzionale ha stabilito che la norma che intendeva ridurre il costo sociale delle pensioni di reversibilità, riducendone l’importo proporzionalmente al ridursi degli anni di matrimonio è incostituzionale. Vediamo i dettagli.

Il perchè della normativa sulla reversibilità per matrimoni “brevi”

La norma, introdotta nel 2012, puntava a ridurre il costo sociale dei matrimoni – in numero crescente in Italia – tra uomini molto anziani e donne molto giovani.

La differenza d’età porta difatti il costo sociale della pensione di reversibilità ad essere molto alto, perchè la pensione del coniuge anziano, una volta che questi è deceduto, si riversa sul coniuge giovane non per un periodo di tempo limitato, come è il caso nei matrimoni di coniugi di età simile, ma per un periodo che potrebbe arrivare anche a 40 anni (si pensi alle coppie tra un settantenne e una trentenne ad esempio).

Reversibilità: la regola “anti-badanti”

Proprio per evitare tale distorsione, a partire dalle pensioni liquidate dal 2012, il Legislatore ha introdotto la regola (cd. anti-badanti) che a fronte di un matrimonio tra una persona ultrasettantenne e un’altra che sia più giovane di oltre vent’anni, l’importo viene ridotto del 10% per ogni anno di matrimonio inferiore a 10.

Ad esempio, se il matrimonio è durato almeno 10 anni, la pensione di reversibilità viene corrisposta interamente, altrimenti diventa il 90% sui 9 anni di matrimonio, l’80% su otto anni di matrimonio, il 70% su 7 anni di matrimonio, fino ad arrivare a zero [1].

La Consulta boccia la norma: legare la pensione agli anni di matrimonio è incostituzionale

Per la Consulta, il presupposto sul quale la norma è basato risulterebbe “fortemente dissonante rispetto all’evoluzione del costume sociale”. In altri termini, ora è più comune che ci si sposi anche con forti differenze di età. Inoltre il fine solidaristico della pensione di reversibilità ha prevalenza. Siccome cioè la pensione è volta a garantire un sostentamento alla vedova o al vedovo essa ha una finalità previdenziale garantita dalla Costituzione Italiana [2], tagliare l’assegno va contro i diritti previdenziali del coniuge superstite.

Come funziona la pensione di reversibilità?

Per saperne di più sulla pensione di reversibilità e sul suo funzionamento ti consigliamo di leggere il nostro approfondimento Pensioni di reversibilità: la guida e anche Pensione reversibilità: se il coniuge si risposa?.


note

[1] DL 98/2011, art. 18, c. 5.

[2] Cost. art. 36 e 38.


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube