Business | Articoli

Trading online: lo può fare chiunque?

18 Luglio 2016 | Autore:
Trading online: lo può fare chiunque?

Ecco come funziona il conto titoli e come si fa ad operare indipendentemente nel trading online, una scelta in crescita tra i risparmiatori.

Fare da soli il trading online? Si può. Ecco quello che devi sapere quando apri un conto titoli.

Il conto titoli: lo strumento del trader

Quando si apre un conto corrente, spesso è possibile aprire anche un conto titoli che permette di gestire investimenti in autonomia attraverso la piattaforma di trading della banca stessa.
Per poter operare in questo senso è tuttavia necessario rispondere ad un questionario “Mifid” ovvero una serie di domande il cui obiettivo è capire quale sia il grado di conoscenza finanziario del cliente.

Conti titoli: cosa permettono di fare

I conti titoli sono strumenti che permettono al cliente di fare trading, ovvero di comprare e vendere azioni, ma anche obbligazioni, ETF, fondi comuni di investimento.

In alcuni casi i conti sono supportati da strumenti di aiuto al cliente che permettono di impostare determinati obiettivi di guadagno e di avere suggerimenti su come investire i propri risparmi perchè quegli obiettivi siano raggiunti (si tratta dei cosiddetti “roboadvisory“).

Quanto costa mantenere un conto titoli?

Il costo del conto titoli dipende dai servizi che si richiedono e dall’importo dell’investimento. Sono poi previste delle spese derivanti dalla tassazione applicata a questo tipo di prodotto bancario. Partiamo da qui, dall’imposta di bollo e dal canone annuo.

L’imposta di bollo del conto titoli è un’imposta ulteriore rispetto alle 34,20 euro che si pagano per il conto corrente. Il costo del bollo nel conto titoli è pari al 2 per mille del valore degli strumenti finanziari. É poi spesso presente un canone annuo.
Un’ulteriore voce di costo, come abbiamo accennato, corrisponde ai servizi che si richiede di attivare e anche all’uso del servizio stesso. Si paga ad esempio un costo di commissione di negoziazione, che può essere espresso in percentuale alla movimentazione (cioè in base a quanto si compra o si acquista) e che possono andare dallo 0,18% allo 0,80%. Il costo varia in funzione degli strumenti che l’istituto deve attivare per permettere al cliente di operare (di conseguenza ad esempio la valuta estera costerà di più dell’acquisto di azioni, generalmente).

Bisogna infine tenere presente che questo genere di commissioni hanno spesso un floor e un cap inserito dalla banca, ovvero un costo minimo e un costo massimo oltre il quale il prezzo non può oscillare.

Per ottenere la migliore offerta vi consigliamo di dare un’occhio ai prodotti disponibili, consultando anche i forum di settore, varie banche online tendono ad esempio a tagliare i costi di mantenimento del conto, dunque il bollo o il canone, con offerte vantaggiose. Questo è un buon momento per valutare nuove opportunità di investimento.

Trading online: a cosa stare attenti

La facilità di apertura di un conto titoli non deve far abbassare la guardia al risparmiatore rispetto alle possibilità di rischio che il percorso di trading presenta. Il questionario Mifid difatti è uno strumento che la banca offre quasi come una “liberatoria” rispetto alla vendita del prodotto, ma dovrebbe invece essere il nostro migliore alleato per gli investimenti: compilare il questionario con attenzione è il primo passo per sapere se siamo effettivamente in grado (economicamente, da un punto di vista della conoscenza del settore, da un punto di vista del rischio da assumere), di affrontare il rischio di trading.

Se abbiamo dubbi sulla nostra possibilità di affrontare un rischio alto – che il trading porta con sé nella maggior parte dei casi – ci sentiamo di consigliarvi che è sempre meglio l’uovo oggi che una possibile “gallina morta”, domani.


note

Autore Immagine: 123rf.com


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube