Business | Articoli

Radiazione a chi sconsiglia il vaccino

20 Luglio 2016
Radiazione a chi sconsiglia il vaccino

I medici che sconsigliano il vaccino possono essere anche radiati: la decisione shock della federazione degli ordine professionali.

Abbiamo detto in un nostro precedente articolo di come proprio da ultimo la Cassazione abbia stabilito definitivamente la mancanza di una correlazione tra i vaccini e l’autismo, ma a quanto pare la psicosi di genitori – e di alcuni medici – non accenna a diminuire.Tanto il fenomeno è diffuso che da ultimo proprio in questi giorni l’Ordine dei Medici ha stabilito misure molto gravi per coloro i quali si permettessero di sconsigliare il vaccino ai propri pazienti. Ecco i dettagli.

Ordine dei medici: procedimenti disciplinari a chi sconsiglia il vaccino

La federazione degli Ordini dei Medici (Fnomceo, esprime in maniera dura il proprio dissenso verso la pratica ancora diffusa di sconsigliare il vaccino ai pazienti in ragione di presunti rischi.

Sono già in corso e sono stati fatti procedimenti disciplinari per medici che sconsigliano i vaccini. Si può arrivare anche alla radiazione“, tuona il Segretario Luigi Conte proprio oggi durante la presentazione di un documento sul tema: sconsigliare la vaccinazione ai pazienti va oltre la violazione del codice deontologico.

La Federazione va oltre, chiedendo un intervento della magistratura, nel documento presentato difatti la Fnomceo si rivolge ai giudici chiedendo loro di “favorire il superamento dell’evidente disallineamento tra scienza e diritto […] recependo nelle loro sentenze la metodologia dell’evidenza scientifica”.

In questo senso la decisione della Cassazione di cui abbiamo detto in un nostro precedente articolo va certamente nella direzione giusta.

Vaccini obbligatori: la legge italiana è incerta

In Italia già da 1998 la presentazione del certificato di vaccinazione non è vincolante ai fini dell’iscrizione presso la scuola dell’obbligo (in precedenza una legge del ’67 prevedeva che la scuola fosse preclusa ai bimbi non vaccinati). Nel caso in cui lo studente non sia vaccinato, la scuola ha comunque l’obbligo di segnalarlo alle ASL.

La devoluzione delle competenze in materia di sanità a livello regionale ha poi peggiorato le cose: di fatto di regione in regione vigono regole differenti, e nel corso degli ultimi 15 anni, alcune Regioni hanno ridotto l’obbligatorietà dei quattro vaccini standard, che in  Veneto sono stati addirittura sospesi.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube