Diritto e Fisco | Articoli

Legalità nelle scuole: gli avvocati tornano tra i banchi

5 Febbraio 2016 | Autore:
Legalità nelle scuole: gli avvocati tornano tra i banchi

La proposta di legge del CNF per l’insegnamento nelle scuole di cittadinanza, legalità e diritto; lezioni tenute da avvocati per combattere il fenomeno della discriminazione e del bullismo tra i giovani.

Il Consiglio Nazionale Forense ha promosso un’iniziativa legislativa che vuole mettere gli avvocati a disposizione delle scuole (di primo e secondo grado) affinché eroghino, a giovani studenti, lezioni di diritto, di educazione alla legalità e alla cittadinanza, col primario scopo di prevenire e combattere ogni forma di violenza e discriminazione tra i più giovani.

La proposta – come ha sottolineato il Presidente del Consiglio nazionale forense Mascherin – mira ad ottenere “l’approvazione di una legge che dia una cornice uniforme e suggelli la responsabilità sociale a cui è chiamata l’Avvocatura”; è innegabile, infatti, che educare i minori (sin dalla prima età scolare) al rispetto per l’altro non può che contribuire “ad avere cittadini consapevoli in futuro”.

Nello specifico, l’iniziativa dell’avvocatura istituzionale – in armonia con la recente riforma della “Buona scuola” [1] – mira alla introduzione, nei Piani dell’offerta formativa delle scuole (cosiddetti POF,) di lezioni (tenute da avvocati) di introduzione al diritto.

Le lezioni riguarderebbero nello specifico:

– il sistema costituzionale,

– la protezione dei diritti e delle libertà fondamentali (con riferimento al processo di integrazione europea);

– l’educazione alla legalità e ai valori della partecipazione e della democrazia;

– l’educazione alla cittadinanza, nel primario obiettivo di attuare i principi di parità tra i sessi, di pari opportunità, di prevenzione di ogni forma di discriminazione e di violenza di genere;

– l’educazione ai principi di solidarietà e di cura dei beni comuni, al dialogo tra le culture e al rispetto delle differenze.

La proposta prevede altresì la stesura di un protocollo d’intesa tra il consiglio dell’Avvocatura e il Ministero della Istruzione con l’obiettivo di disciplinare le specifiche modalità attuative del progetto, alle quali potranno riportarsi le convenzioni locali stipulate tra le Direzioni scolastiche regionali e Consigli degli Ordini forensi .

Si tratta di un genere di iniziativa che – come sottolineato dallo stesso Mascherin – rappresenta già una “realtà proficua sul territorio”, specie tenuto conto dei sempre più dilaganti e inquietanti fenomeni di bullismo e cyberbullismo, ma che con questa proposta mira ad un vero e proprio riconoscimento di legge.


note

Autore immagine: 123rf com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube