Business | Articoli

ISEE: parte il ricalcolo per i gruppi familiari con disabili

27 Luglio 2016 | Autore:
ISEE: parte il ricalcolo per i gruppi familiari con disabili

Modificati i parametri per il controllo, la circolare dell’INPS che ridefinisce gli ISEE per i gruppi familiari con componenti disabili o non autosufficienti.

L’ultima circolare dell’INPS in ordine di tempo [1], offre chiarimenti sulla riorganizzazione degli ISEE per i gruppi familiari in cui sono presenti persone disabili o non autosufficienti. La circolare informa difatti che è stato approvato [2] l’articolo riguardante il calcolo dell’ISEE per i nuclei familiari con persone con disabilità o non autosufficienti.

Vediamo le maggiori novità, partendo come sempre da una definizione.

Cos’è l’ISEE?

L’ISEE è l’Indicatore di Situazione economica Equivalente, strumento che ci permette di misurare quale sia la condizione economica del nostro nucleo familiare in ragione dei nostri possedimenti e del nostro reddito. Indica insommail benessere familiare e si calcola mettendo in relazione il rapporto della Situazione Economica, con dei parametri di equivalenza ben definiti.

L’ISEE si richiede con una DSU ovvero una Dichiarazione Sostitutiva Unica i cui modelli sono disponibili sul sito dell’INPS e per la quale è necessario disporre di alcuni dati relativamente alla giacenza media dei conti correnti intestati, al patrimonio immobiliare, oltre che naturalmente al reddito di ciascuno dei componenti.

ISEE gruppi familiari disabili, il nuovo calcolo

Ai fini ISEE con il nuovo calcolo non saranno considerati redditi i trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari pagati dalle pubbliche amministrazioni per la condizione di disabilità.

Verrà inoltre introdotta una maggiorazione dello 0,5 del parametro della scala di equivalenza per ogni componente con disabilità media grave o non autosufficiente in sostituzione delle detrazioni delle spese e delle franchigie per persone disabili.

Come avverrà il ricalcolo ISEE?

Il calcolo sarà operato direttamente dall’INPS d’ufficio. I nuclei interessati saranno i nuclei familiari con persone con disabilità o non autosufficienti.

In fase di ricalcolo si terrà conto delle informazioni fornite al momento della presentazione della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) originaria.

Qualora siano intervenute rilevanti variazioni, quali ad esempio:

  • nascita di un figlio,
  • decesso di un componente,
  • raggiungimento della maggiore età da parte di un componente del nucleo,

allora perchè questo venga valorizzato nella nuova ISEE sarà necessario inviare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU appunto).  Un’eventuale imminente scadenza dei termini per accedere una prestazione sociale agevolata, giustifica inoltre la presentazione di una nuova DSU per ottenere l’attestazione ISEE calcolata in base alle nuove disposizioni, senza attendere il ricalcolo d’ufficio.

I ricalcoli verranno effettuati in ordine cronologico in base a quando sarà presentata la nuova DSU.

Come verificare se l’ISEE è stato ricalcolato

Per verificare se l’ISEE è stato calcolato, si potrà agire attraverso i consueti canali di comunicazione all’utenza: Servizi on line – accesso tramite Pin, Caf, sedi territoriali dell’Istituto.
Pre richiedere il ricalcolo dell’ISEE consigliamo di consultare anche il nostro approfondimento Isee corrente 2016: una guida pratica.


note

[1] INPS circ. 137 del 25.07.2016.

[2] Con la conversione del DL n. 42 del 2016, convertito con modificazioni con la L. 26.05.2016, n. 89 (G.U. n. 124 del 28/5/2016).


Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube